Aggiornamenti delle regole

 

>> Vedi tutti gli accordi legali

>> Vedi i prossimi aggiornamenti delle regole

Aggiornamenti delle regole precedenti

 

Questa pagina contiene importanti modifiche al servizio PayPal, alle Condizioni d'uso o ad altri accordi legali.

*Per gli aggiornamenti delle regole pubblicati prima di dicembre 2013, vedi questo PDF.

Notifica di modifica agli Accordi legali PayPal

Data di pubblicazione: 27 gennaio 2017 (per le date di entrata in vigore, consultare i singoli accordi di seguito)

 

Si invita l'utente a leggere il presente documento.

PayPal ha apportato alcune modifiche agli accordi legali che disciplinano il rapporto con l'utente. 

Al fine di acquisire familiarità con le future modifiche, si consiglia di leggere con attenzione il presente avviso.

Non sono richieste operazioni per accettare le modifiche, poiché queste entreranno automaticamente in vigore alle date sotto indicate. Se l'Utente decide di non accettarle, può inviarci una comunicazione prima della data riportata sopra per chiudere il proprio Conto (https://www.paypal.com/it/cgi-bin/?&cmd=_close-account) immediatamente e senza alcun costo aggiuntivo.

Ci auguriamo, tuttavia, che l'Utente continui a utilizzare PayPal e a usufruire dei seguenti vantaggi:

È rapido

Non devi digitare i dati della carta ogni volta che paghi con PayPal, quindi la procedura di pagamento è più rapida.

È semplice

PayPal è il sistema di pagamento online preferito in Italia perché è più rapido e facile da usare. Tutto ciò che serve è l'indirizzo email e la password.

Si invita l'utente a consultare gli Accordi legali attualmente in vigore


Notifica di modifica alle Condizioni d'uso Paypal

Data di entrata in vigore: 27 aprile 2017

 

Le Condizioni d'uso modificate sono disponibili al di sotto della versione delle Condizioni attualmente in vigore cliccando qui oppure cliccando il link "Accordi legali" nel piè di pagina delle pagine del sito PayPal.

  1. Metodi di pagamento
    PayPal ha aggiunto una nuova sezione 3 (Metodi di pagamento) che unisce, riorganizza e modifica le seguenti sezioni esistenti:
    • 3.4 (Metodi di pagamento predefiniti);
    • 3.5 (Metodo di pagamento preferito);
    • 3.6 (Limitazioni relative ai metodi di pagamento);
    • 3.7 (Bonifici bancari); e
    • 3.13 (Dati della carta),

    in una sezione dedicata per chiarire ulteriormente (tra le altre cose) in che modo selezionare e usare i metodi di pagamento (e come usare i Sistemi di pagamento speciali) per finanziare il Saldo con moneta elettronica.

    In particolare, la sezione 3.6 descrive come selezionare e usare un metodo di pagamento preferito per un ordine di pagamento. In tal caso, per coprire un ordine di pagamento vengono usati la moneta elettronica ottenuta tramite Soluzioni di pagamento speciali (prima denominati "Metodi di pagamento speciali") e il saldo pre-esistente (in questo ordine) prima della moneta elettronica ottenuta tramite Metodi di pagamento preferiti. 

    Dopo l'implementazione di un nuovo schema sui Metodi di pagamento da parte di PayPal (a seguito di ulteriore notifica in merito pubblicata da PayPal nella pagina Aggiornamenti delle regole accessibile tramite il link Accordi legali in calce alla maggior parte delle pagine del sito PayPal in data 27 aprile 2017 o data successiva, a discrezione esclusiva di PayPal), PayPal ha la facoltà di usare il metodo di pagamento preferito dall'utente per ottenere moneta elettronica a copertura di ordini di pagamento, sebbene sia disponibile un saldo pre-esistente, ai sensi del resto delle presenti Condizioni d'uso.

    La nuova sezione 3 stabilisce quanto segue:

    "3. Metodi di pagamento.

    3.1 Collegamento del metodo di pagamento. L'utente ha la facoltà di collegare e annullare il collegamento di una carta di debito, di credito o prepagata (in alcuni casi), di un conto corrente e/o di un prodotto PayPal Credit come metodo di pagamento per il Conto. Si consiglia all'utente di mantenere il metodo di pagamento sempre aggiornato (ad esempio, il numero di carta e/o la data di scadenza). In caso di modifica, PayPal potrebbe aggiornare questi dati secondo le istruzioni dell'istituto bancario o della società emittente della carta senza azioni da parte dell'utente.

    L'utente può scegliere di confermare la carta o il conto corrente per consentire a PayPal di verificare che siano validi e che l'utente ne sia l'effettivo titolare. PayPal consente all'utente di confermare i dati tramite la procedura di collegamento e conferma (per le carte) o la procedura di conferma del conto bancario (per i conti bancari), nonché tramite altre procedure che PayPal può notificare all'utente o pubblicare all'occorrenza.

    3.2 Carte. Collegando una carta di debito, di credito o, in alcuni casi, prepagata come metodo di pagamento, l'utente concede a PayPal un'autorizzazione continua ad addebitare automaticamente sulla carta l'importo necessario per l'acquisto di moneta elettronica richiesta nel saldo a copertura di un ordine di pagamento (e delle tariffe per transazione da corrispondere a PayPal) quando la carta è il metodo di pagamento applicabile all'ordine di pagamento in questione, ai sensi delle presenti Condizioni d'uso. Per revocare tale autorizzazione, è necessario rimuovere la carta come metodo di pagamento nel proprio Profilo PayPal.

    3.3 Conti bancari. Collegando il conto corrente come metodo di pagamento, l'utente concede a PayPal un'autorizzazione continua (ai sensi dei termini del mandato in uso presso l'istituto bancario per stabilire e mantenere tale autorità) ad addebitare in modo automatico sul conto corrente l'importo necessario per l'acquisto di moneta elettronica nel Saldo:

    • richiesto per coprire un ordine di pagamento a favore di un altro utente (e delle tariffe per transazione da corrispondere a PayPal) quando il conto corrente è il metodo di pagamento applicabile all'ordine di pagamento in questione, ai sensi delle presenti Condizioni d'uso: o
    • quando l'utente usa la funzionalità Ricarica conto nell'interfaccia del Conto.

    L'utente conferisce a PayPal il diritto di rielaborare eventuali addebiti bancari da lui/lei autorizzati che vengano stornati per denaro insufficiente o non disponibile. Se l'utente annulla un addebito diretto (tra cui, a titolo esemplificativo, un addebito diretto SEPA), accetta di rimborsare PayPal per il valore dei prodotti o servizi usati con i proventi di tale addebito diretto.

    L'utente accetta che, al momento della ricezione del denaro dal conto corrente per l'ottenimento di moneta elettronica, PayPal possa bloccare tale denaro nel Conto di riserva dell'utente fino al momento in cui PayPal non riterrà che il rischio di storno del pagamento per denaro insufficiente non sussista più. In tal caso, la moneta elettronica non sarà resa disponibile all'utente sul Conto di pagamento (né per l'esecuzione di qualsivoglia ordine di pagamento a copertura del quale sia stato realizzato il pagamento da conto corrente) fino al momento in cui PayPal non riterrà che il rischio di storno del pagamento per denaro insufficiente non sussista più. Fino a quel momento, il pagamento bancario verrà visualizzato dall'utente con la dicitura "Non eseguito" nei dettagli del Conto. PayPal non sarà in possesso di tutti i dati necessari per rendere disponibile il denaro del pagamento bancario fino al momento in cui non riterrà che il rischio di storno del pagamento per denaro insufficiente non sussista più.

    PayPal si riserva il diritto di richiedere all'utente di completare il pagamento richiesto tramite il proprio conto corrente al fine di ridurre i rischi (tra cui, a titolo esemplificativo, il rischio di storno del pagamento per denaro insufficiente) associati all'ordine di pagamento.

    3.4 Addebito diretto SEPA: dopo l'entrata in vigore dei mandati di addebito diretto SEPA e a seguito della loro implementazione da parte di PayPal nel Paese di residenza dell'utente, ogni qualvolta l'utente colleghi un conto bancario al Conto PayPal o paghi con un nuovo conto bancario per la prima volta, l'utente affiderà a PayPal un mandato di Addebito diretto SEPA. L'utente potrà esclusivamente accedere a tale mandato e al relativo numero di riferimento (MRN) nel profilo del proprio Conto PayPal in qualsiasi momento e annullare o modificare il mandato per le transazioni successive.

    Successivamente, ogni volta che effettua un trasferimento elettronico dal proprio conto bancario a PayPal tramite addebito diretto SEPA, l'utente autorizza PayPal a usare detto mandato e a prelevare denaro dal conto bancario come spiegato nella presente sezione 3.4 e autorizza la propria banca a eseguire il pagamento a favore di PayPal. L'utente può richiedere un rimborso alla propria banca in qualunque momento e fino a 8 settimane dopo la data del pagamento tramite addebito diretto SEPA, come previsto dai termini e condizioni della banca.

    PayPal comunicherà all'utente l'importo del pagamento tramite Addebito diretto SEPA e i giorni necessari per la ricezione dell'importo dal conto bancario insieme alla conferma dell'acquisto. Se PayPal dovesse inviare nuovamente una richiesta di pagamento tramite Addebito diretto SEPA a causa di storno del pagamento originale, non verranno date informazioni (aggiuntive) sull'importo e sui tempi previsti per il nuovo invio.

    3.5 Soluzioni di pagamento speciali: alcuni pagamenti possono essere effettuati tramite Soluzioni di pagamento speciali collegate al Conto dell'utente, quali il saldo specifico della transazione/del commerciante, buoni regalo o altre soluzioni di pagamento promozionali, il cui uso e la cui priorità sono soggetti a ulteriori condizioni tra l'utente e PayPal ("Soluzioni di pagamento speciali"). La pagina "Riepilogo" del Conto dell'utente può riportare, come parte del saldo del Conto complessivo, l'importo teorico disponibile nelle Soluzioni di pagamento speciali per effettuare pagamenti idonei in un determinato momento. Tale importo non costituisce moneta elettronica, non è ritenuto parte del saldo dell'utente e non è riscattabile in denaro. Esso rappresenta soltanto la quantità di moneta elettronica che PayPal è disposta a emettere e accreditare sul Conto PayPal dell'utente al momento di (e solo allo scopo di finanziare subito) un pagamento PayPal idoneo, soggetto (e solo per il periodo indicato) alle ulteriori condizioni d'uso di tale Soluzione di pagamento speciale. Se il pagamento PayPal dell'utente, effettuato tramite una Soluzione di pagamento speciale, viene annullato (ad esempio, viene stornato) in un momento successivo per qualunque motivo, PayPal tratterrà l'importo che era stato finanziato tramite la Soluzione di pagamento speciale e, sempre che tale Soluzione non sia già scaduta, reintegrerà la Soluzione di pagamento speciale.

    3.6 Metodo di pagamento preferito. L'utente ha la facoltà di scegliere uno qualsiasi dei metodi di pagamento disponibili nel proprio Conto come metodo di pagamento preferito per ottenere moneta elettronica nel saldo a copertura di un ordine di pagamento, ai sensi delle presenti Condizioni d'uso. PayPal potrà consentire all'utente di scegliere di volta in volta il metodo di pagamento preferito per determinati ordini di pagamento successivi accedendo al proprio Conto sul sito www.paypal.com/it. In alcuni casi, non è possibile usare il metodo di pagamento preferito, a seconda della natura di tale metodo di pagamento, del tipo di ordine di pagamento o del destinatario (vedere anche la sezione 3.8). Ad esempio (a solo titolo esemplificativo):

    1. quando l'utente seleziona una carta di credito scaduta;
    2. quando è disponibile una Soluzione di pagamento speciale per coprire l'ordine di pagamento, caso in cui PayPal può usare la Soluzione di pagamento specifica per ottenere moneta elettronica a copertura dell'ordine di pagamento prima di usare il metodo di pagamento preferito dell'utente; oppure
    3. quando l'utente dispone di un saldo pre-esistente per coprire l'ordine di pagamento, caso in cui PayPal può usare il saldo pre-esistente (dopo eventuali Soluzioni di pagamento speciali disponibili) per ottenere moneta elettronica a copertura dell'ordine di pagamento prima di usare il metodo di pagamento preferito dell'utente.

    Dopo l'implementazione degli schemi pertinenti da parte di PayPal (a seguito di ulteriore notifica in merito pubblicata da parte di PayPal nella pagina Aggiornamenti delle regole accessibile tramite il link Accordi legali in calce alla maggior parte delle pagine del sito PayPal in data 27 aprile 2017 o data successiva, a discrezione esclusiva di PayPal),

    PayPal ha la facoltà di annullare l'applicazione della sezione 3.6.c. e usare il metodo di pagamento preferito dell'utente per ottenere moneta elettronica a copertura di determinati ordini di pagamento, sebbene sia disponibile un saldo pre-esistente, ai sensi delle presenti Condizioni d'uso.

    3.7 Nessun metodo di pagamento preferito selezionato/disponibile. Se l'utente non ha selezionato un metodo di pagamento preferito o se tale metodo non è disponibile, PayPal otterrà la moneta elettronica sul Saldo a copertura dell'ordine di pagamento dai seguenti metodi di pagamento, nel seguente ordine e a condizione di disponibilità:

    1.

    Soluzioni di pagamento speciali

    2.

    Saldo pre-esistente

    3.

    Metodi di pagamento predefiniti

    usati nel seguente ordine (a condizione che tali metodi di pagamento siano disponibili all'uso nel Conto):
    1. Conto corrente bancario, per pagamenti mediante bonifico immediato
    2. Carta di credito privativa
    3. Carta di credito, di debito o carta prepagata PayPal
    4. Linea di credito PayPal (se disponibile)

    3.8 Limitazioni relative ai metodi di pagamento. Per gestire il rischio, PayPal può limitare i metodi di pagamento disponibili per una transazione. In caso di limitazione di un metodo di pagamento, all'utente viene notificato che al pagamento è associato un livello di rischio più alto della norma (ad esempio, un rischio di mancata autorizzazione del pagamento). Ciò non significa che una delle parti coinvolte nella transazione sta agendo in modo disonesto o fraudolento, ma indica semplicemente che alla transazione è associato un livello di rischio superiore alla norma. I metodi di pagamento potranno essere limitati anche nel caso di pagamento PayPal tramite determinati siti web o applicazioni di terzi. Per i pagamenti PayPal Business, l'utente può pagare solo tramite il saldo PayPal pre-esistente.

    In caso di limitazione dei metodi di pagamento, l'utente può scegliere di continuare la transazione con la consapevolezza di avere a disposizione un minor numero di rimedi per la risoluzione della contestazione, qualora la transazione non dovesse andare a buon fine (ad esempio, se uno dei metodi di pagamento è una carta di credito e, a causa della limitazione non è possibile usarla per pagare, l'utente non potrà avvalersi dei diritti di chargeback relativi al pagamento PayPal).

  1. Ordine di pagamento per un pagamento a un altro utente
    PayPal ha aggiunto le nuove sezioni 4.2 e 4.3 per chiarire le istruzioni e le autorizzazioni concesse da parte dell'utente in merito alla moneta elettronica sul proprio saldo al momento dell'invio di un ordine di pagamento a un altro utente o per un trasferimento. Le nuove sezioni 4.2 e 4.3 stabiliscono quanto segue:

    "4.2 Ordine di pagamento per un pagamento a un altro utente. Ai sensi delle presenti Condizioni d'uso, nel caso di ordini di pagamento per un pagamento a favore di un altro utente (che si tratti di un pagamento per una transazione personale o commerciale), PayPal viene istruito e autorizzato dall'utente al trasferimento di moneta elettronica dal Conto di pagamento del saldo verso l'utente, secondo quanto ulteriormente istruito nell'ordine di pagamento. Nel caso in cui l'utente non disponga di saldo sufficiente o abbia scelto un metodo di pagamento preferito, l'utente richiede a PayPal di ottenere denaro a suo nome dal metodo di pagamento applicabile e di emettere moneta elettronica al Conto di pagamento del saldo per effettuare il pagamento.

    4.3 Ordine di pagamento per un trasferimento. Ai sensi delle presenti Condizioni d'uso, l'ordine di pagamento dell'utente per un trasferimento dal proprio Conto costituisce un'autorizzazione a PayPal per riscuotere moneta elettronica dal Saldo dell'utente. La sezione 6 si applica anche a questo tipo di ordine di pagamento."

  1. Rimozione dei limiti (Invio, Ricezione e Trasferimento)
    Sono state apportate le seguenti modifiche:
    • nuova sezione 4.5 (Limiti di invio) (formata dalle sezioni 3.2 (Limiti di invio) e 3.3 (Rimozione del limite di invio) esistenti);
    • nuova sezione 5.1 (Rimozione del limite di ricezione) (formata dalla sezione 4.1 esistente); e
    • sezione 6.3 (Rimozione del limite di trasferimento),

    che stabiliscono quanto segue (le modifiche sono sottolineate):

    "4.5 Limiti di invio.Se sul Conto dell'utente è impostato un limite di invio periodico, può prenderne visione accedendo al Conto e cliccando "Vedi e rimuovi i limiti di invio, ricezione e trasferimento" nella sezione "Ti potrebbe interessare..." nella pagina di riepilogo del Conto. PayPal potrà, a propria discrezione (ad esempio, per limitare i rischi di frode o di credito), imporre dei limiti all'importo di denaro che l'utente può inviare tramite il Servizio. Per rimuovere il limite di invio, l'utente deve seguire la procedura di cui PayPal invierà notifica all'utente o che pubblicherà all'occorrenza (la notifica potrebbe essere riportata nella pagina di riepilogo del Conto).

    5.1 Rimozione del limite di ricezione. Se sul Conto dell'utente è impostato un limite di ricezione, può prenderne visione accedendo al Conto e cliccando "Vedi e rimuovi i limiti di invio, ricezione e trasferimento" nella sezione "Ti potrebbe interessare..." nella pagina di riepilogo del Conto. PayPal potrà, a propria discrezione (ad esempio, per limitare i rischi di frode o di credito), imporre dei limiti all'importo di denaro che l'utente può ricevere tramite il Servizio. Per rimuovere il limite di ricezione, l'utente deve seguire la procedura di cui PayPal invierà notifica all'utente o che pubblicherà all'occorrenza (la notifica potrebbe essere riportata nella pagina di riepilogo del Conto).

    6.3 Rimozione del limite di trasferimento. Per rimuovere il limite di trasferimento, l'utente deve seguire la procedura di cui PayPal invierà notifica all'utente o che pubblicherà all'occorrenza (la notifica potrebbe essere riportata nella pagina di riepilogo del Conto)".

  1. Rischi di storni, chargeback e reclami
    La nuova sezione 5.3 (Rischi di storni, chargeback e reclami (sezione 4.3 esistente)) è stata modificata per chiarire che quando l'utente riceve un pagamento è responsabile nei confronti di PayPal per l'intero importo, per eventuali spese da esso derivanti (ad esempio le spese bancarie per lo storno) e per eventuali tariffe qualora il pagamento venisse successivamente invalidato per qualsiasi motivo. La nuova sezione 5.3 stabilisce ora quanto segue (con i termini aggiunti sottolineati):

    "5.3 Rischi di storni, chargeback e reclami.. La ricezione di un pagamento nel Conto PayPal dell'utente non equivale all'accredito del relativo importo. Una notifica di invio di moneta elettronica non significa che l'importo corrispondente sia stato accreditato sul Conto, a meno che l'utente non abbia accettato il pagamento. L'utente riconosce e accetta che una transazione di pagamento si definisca completata e ricevuta dall'utente anche se successivamente può essere soggetta a storno o chargeback. Reclamo, riserva o blocco. Quando riceve un pagamento, l'utente è responsabile verso PayPal dell'intero importo, eventuali costi sostenuti da PayPal ed eventuali spese se tale pagamento viene successivamente invalidato per qualsiasi motivo. Oltre alle altre responsabilità, in caso di storno o di risoluzione del chargeback o del reclamo a sfavore dell'utente che non ha il diritto di ricevere un pagamento secondo il Programma di protezione vendite, l'utente è debitore nei confronti di PayPal di una somma equivalente allo storno, al chargeback o al reclamo e delle tariffe indicate nell'Allegato 1 (incluse, se applicabile, le spese di chargeback). Per recuperare tale importo, PayPal potrà effettuare un addebito sul saldo dell'utente stesso. Se il mittente di un pagamento presenta una richiesta di Chargeback, sarà la società emittente della carta di credito e non PayPal a deciderne l'esito. Per maggiori informazioni sui chargeback, consultare la Guida ai chargeback accessibile cliccando "Sicurezza" nel piè di pagina di qualsiasi pagina PayPal".

  1. Condizioni di reso, Informativa sulla privacy e Sicurezza dell'utente.
    È stata modificata la nuova sezione 5.7 (sezione 4.7 esistente (Condizioni di reso e Informativa sulla privacy dell'utente) per chiarire gli obblighi dell'utente in merito alla divulgazione della propria Informativa sulla privacy e in materia di standard di sicurezza nonché i diritti di PayPal nel caso in cui ritenga che sia esistita o esista una ragionevole probabilità di violazione della sicurezza del sito web o dei sistemi dell'utente che potrebbe comportare la divulgazione non autorizzata dei dati dei clienti. a nuova sezione 5.7 stabilisce ora quanto segue (con i termini aggiunti sottolineati):

    "5.7 Condizioni di reso, Informativa sulla privacy e Sicurezza dell'utente. Se l'attività dell'utente prevede la vendita di merci o servizi, PayPal consiglia di pubblicare le condizioni di reso e l'Informativa sulla privacy sul proprio sito web. L'informativa sulla privacy dell'utente deve indicare in modo chiaro ed esplicito che tutte le transazioni PayPal sono soggette all'Informativa sulla privacy di PayPal. L'utente è tenuto ad adottare ragionevoli misure amministrative, tecniche e materiali al fine di garantire la protezione e la riservatezza di tutti i dati e le informazioni PayPal, inclusi dati e informazioni relativi agli utenti PayPal e a PayPal stessa. In aggiunta ai diritti di PayPal descritti nella sezione 10.2, nel caso in cui PayPal ritenga che sia esistita o esista una ragionevole probabilità di violazione della sicurezza del sito web o dei sistemi dell'utente che potrebbe comportare la divulgazione non autorizzata dei dati dei clienti, PayPal può intraprendere le azioni ritenute necessarie e/o richiedere all'utente di fornire informazioni relative a eventuali violazioni."

  1. Chiusura del Conto
    La sezione 7 (Chiusura del Conto) è stata sostituita con una nuova sezione (che incorpora parti delle sezioni 10.3 (Chiusura del Conto e accesso limitato) e 15.6 (Contratto completo e diritti di terze parti) esistenti) per chiarire le modalità di chiusura del Conto e quello che avviene alla chiusura del Conto. La sezione 7 modificata chiarisce inoltre (tra le altre cose) che alla chiusura del Conto:
    • le Condizioni d'Uso PayPal vengono risolte, ad eccezione del caso in cui tale Contratto sopravviva alla risoluzione nella misura in cui e finché PayPal lo ritenga necessario ai fini della chiusura del Conto e nel rispetto delle leggi e normative applicabili;
    • l'utente continuerà a essere responsabile di tutti gli obblighi stabiliti dal presente Contratto e correlati al proprio Conto prima della chiusura;
    • PayPal ha il diritto di sospendere, limitare o interrompere l'accesso o l'utilizzo di servizi, siti, software, sistemi (inclusi eventuali reti e server utilizzati per fornire i servizi) di proprietà o operati da PayPal o a suo nome o alcuni o tutti i servizi;
    • PayPal ha la facoltà di conservare i dati del Conto dell'utente nei propri database allo scopo di ottemperare agli obblighi legali; e
    • PayPal potrebbe trattenere il saldo dell'utente dopo la chiusura nella misura in cui e per il tempo ragionevolmente richiesto per la tutela di PayPal e/o terze parti contro eventuali rischi di storni, chargeback, reclami, tariffe, penali e altre attribuzioni di responsabilità di qualsiasi natura. l'utente potrà trasferire in qualsiasi momento il denaro di pagamenti non contestati e trattenuto da PayPal.

    La sezione 7 sostituita stabilisce quanto segue:

    "7. Chiusura del Conto

    Le presenti Condizioni d'uso assumono validità a partire dal momento di avvenuta registrazione di un Conto PayPal e terminano alla chiusura del Conto per qualsivoglia motivo, ad eccezione del caso in cui il Contratto sopravviva alla risoluzione nella misura in cui e finché PayPal lo ritenga necessario ai fini della chiusura del Conto e nel rispetto delle leggi e normative applicabili (incluse, a titolo esemplificativo, le sezioni 1, 7, 8, 10 14, 15, 16 e l'Allegato 1).

    È possibile chiudere il Conto in qualsiasi momento, accedendovi, cliccando Profilo > Chiudi il tuo conto e seguendo le istruzioni. Per maggiori informazioni, consultare la sezione <Aiuto PayPal>.

    PayPal ha il diritto di chiudere il Conto dell'utente a propria discrezione con un preavviso di due mesi. PayPal può inoltre chiudere il Conto in qualsiasi momento se:

    • l'utente vìola i termini del presente Contratto e/o ai sensi di quanto riportato nella sezione 10.2;
    • l'utente non accede al Conto da tre anni; o
    • PayPal sospetta che sia avvenuto un accesso al Conto non autorizzato dall'utente.

    Qualora PayPal chiuda il Conto dell'utente, fornirà a quest'ultimo un avviso di chiusura del Conto e, ove fattibile, i motivi di tale chiusura, insieme alla possibilità di trasferire tutto il denaro non oggetto di pagamenti contestati trattenuto da PayPal.

    Alla chiusura del Conto:

    • qualsiasi transazione in sospeso verrà annullata ed eventuali saldi associati alle Soluzioni di pagamento speciali andranno perduti;
    • PayPal ha il diritto di sospendere, limitare o interrompere l'accesso o l'utilizzo di servizi, siti, software, sistemi (inclusi eventuali reti e server utilizzati per fornire i servizi) di proprietà o operati da PayPal o a suo nome o alcuni o tutti i servizi;
    • l'utente continuerà a essere responsabile di tutti gli obblighi stabiliti dal presente Contratto e del proprio Conto prima della chiusura;
    • PayPal ha la facoltà di conservare i dati del Conto dell'utente nei propri database allo scopo di ottemperare agli obblighi legali; e
    • PayPal potrebbe trattenere il saldo dell'utente dopo la chiusura nella misura in cui e per il tempo ragionevolmente richiesto per la tutela di PayPal e/o terze parti contro eventuali rischi di storni, chargeback, reclami, tariffe, penali e altre attribuzioni di responsabilità di qualsiasi natura. Trascorso questo periodo, l'utente potrà trasferire il denaro di pagamenti non contestati e trattenuti da PayPal. Per eventuali domande sul denaro trattenuto sul Conto alla chiusura, contattare l'Assistenza clienti PayPal.

    I rappresentanti legali di un titolare di Conto inabile o deceduto possono contattare PayPal per richiedere assistenza attraverso la sezione Aiuto."

  1. Attività non consentite
    Le sezioni 9.1w, 9.1x, 9.1z e 9.1ab sono state modificate per chiarire in che modo le attività non consentite possono scaturire da azioni od omissioni dell'utente in merito a infrastruttura, siti, software o sistemi (inclusi eventuali reti e server utilizzati per fornire i servizi PayPal) operati da PayPal o a suo nome, servizi o altro uso dell'utente di qualsiasi servizio, dato o informazione.
    La nuova sezione 9.1.aj viene aggiunta per indicare le attività che comportano, o che PayPal ritiene possano comportare, un livello di esposizione a una violazione della sicurezza del sito o dei sistemi dell'utente che potrebbe comportare la divulgazione non autorizzata dei dati dei clienti".
    Le sezioni 9.1w, 9.1x, 9.1z e 9.1ab modificate e la nuova sezione 9.1aj stabiliscono quanto segue (inserite nel contesto della clausola di origine e con i termini aggiunti sottolineati):

    "9.1 Attività non consentite. In relazione all'uso del sito PayPal, del Conto o dei Servizi o durante le interazioni con PayPal, altri utenti o terze parti, non è consentito:

    w. Intraprendere attività che impongono un irragionevole o sproporzionato sovraccarico a servizi, infrastruttura, siti, software o sistemi (inclusi eventuali reti e server utilizzati per fornire i servizi) di proprietà o operati da PayPal o a suo nome;

    x. Agevolare la diffusione di virus, cavalli di Troia, malware, worm o altri programmi che possono danneggiare, interrompere, corrompere, causare uso improprio, interferire, intercettare o alterare un sistema, nonché consentire l'accesso non autorizzato a sistemi, dati, informazioni o servizi;

    z. usare strumenti, software o procedure per aggirare il codice di esclusione dei robot, interferire, interrompere o tentare di interferire o interrompere infrastruttura, siti, software, sistemi (inclusi eventuali reti e server utilizzati per fornire i servizi) operati da PayPal o a suo nome, servizi o uso dei servizi da parte dell'utente;

    ab. Intraprendere azioni che possono causare la perdita dell'erogazione dei servizi da parte dei fornitori di servizi Internet, dei sistemi di elaborazione pagamenti o di altri fornitori o fornitori di servizi;

    aj. subire (o stabilire che esista una ragionevole probabilità di subire) una violazione della sicurezza del sito o dei sistemi dell'utente che potrebbe comportare la divulgazione non autorizzata dei dati dei clienti."

  1. Azioni di PayPal
    La sezione 10.2 è stata modificata per:
    • chiarire che PayPal può sospendere l'idoneità dell'utente al programma Protezione vendite e/o Protezione acquisti PayPal retroattivamente e conformemente alla sottosezione j; e
    • inserire una nuova sottosezione k che consente a PayPal di sospendere, limitare o interrompere l'accesso o l'utilizzo di servizi, siti, software, sistemi (inclusi eventuali reti e server utilizzati per fornire i servizi) di proprietà o operati da PayPal o a suo nome, alcuni o tutti i servizi e, nella misura e per il periodo consentito dalla legge in vigore, ai dati dell'utente.

    Le parti modificate della sezione 10.2 stabiliscono ora quanto segue (inserite nel contesto della clausola di origine e con i termini aggiunti sottolineati):

    "10.2 Azioni intraprese da PayPal. Se l'utente compie attività non consentite, PayPal può intraprendere varie azioni per proteggere PayPal, un altro utente, una terza parte o l'utente in questione da storni, chargeback, reclami, spese, penali, sanzioni e qualsiasi altra attribuzione di responsabilità. Le azioni cui potremo fare ricorso includono ma non sono limitate solo a quanto segue:

    j. L'idoneità dell'utente per la Protezione vendite e/o la Protezione acquisti PayPal può essere sospesa (anche retroattivamente).

    k. PayPal ha il diritto di sospendere, limitare o interrompere l'accesso a servizi, siti, software, sistemi (inclusi eventuali reti e server utilizzati per fornire i servizi) di proprietà o operati da PayPal o a suo nome e, nella misura e per il periodo consentito dalla legge in vigore, ai dati dell'utente; "

  1. Blocco dei pagamenti
    Dal momento che un aumento del rischio o dell'esposizione per i clienti di PayPal e/o i suoi fornitori di servizi (oltre a PayPal) può mettere a rischio l'accesso sicuro e/o l'utilizzo dello strumento di pagamento, del Conto o del servizio in generale, proprio e degli altri utenti PayPal, la sezione 10.5 a è stata modificata per chiarire che PayPal prenderà in considerazione tali fattori di rischio (oltre al rischio o all'esposizione di PayPal) al momento di stabilire il livello di rischio o esposizione associato al Conto dell'utente al fine di decidere di bloccare un pagamento. La nuova sezione 10.5 stabilisce ora quanto segue (con i termini aggiunti sottolineati):
    "10.5 Blocco dei pagamenti
    a. L'utente accetta che in caso di:

    i. l'utente dovesse ricevere un pagamento che comporta un rischio relativo alla transazione o

    ii. un livello di rischio o esposizione potenziale maggiore rispetto a quello accettabile associato al proprio Conto (in base alle informazioni di cui PayPal dispone al momento e tenendo conto del criterio di esclusiva discrezione riguardo al livello accettabile di rischio o di esposizione per PayPal,, i suoi clienti e/o i fornitori di servizi in tutte le circostanze).


    PayPal può, a sua propria discrezione e ragionevolmente, stabilire un blocco su un pagamento specifico o su tutti i pagamenti. Qualora PayPal blocchi il denaro presente sul Conto dell'utente, comunicherà all'utente la durata del blocco; il denaro sarà trasferito sul Conto di riserva e comparirà come "In sospeso" nel saldo PayPal. PayPal può notificare il blocco all'utente attraverso terze parti autorizzate (tra cui piattaforme partner su cui l'utente effettua transazioni).

    …”

  1. Divulgazione delle motivazioni alla base delle azioni di PayPal
    La nuova sezione 10.7 è stata aggiunta al fine di definire le situazioni in cui PayPal può decidere di non condividere con l'utente informazioni in merito alle decisioni relative ai rapporti tra PayPal e l'utente. La nuova sezione 7 stabilisce quanto segue:

    "10.7 Divulgazione delle motivazioni alla base delle azioni di PayPal

    Le decisioni di PayPal in merito alle azioni indicate nella presente sezione 10 ed eventuali altre azioni adottate conformemente alle presenti Condizioni d'uso, che limitino o estendano l'accesso dell'utente a servizio, infrastruttura, siti web, software e sistemi (inclusi eventuali reti e server utilizzati per fornire i servizi) di proprietà o operati da PayPal o a suo nome (tra cui, a titolo esemplificativo, blocchi, limitazioni, sospensioni, risoluzioni, trattenute o riserve) possono essere basate su criteri confidenziali, essenziali per la gestione del rischio e la tutela di PayPal, dei suoi clienti e/o fornitori di servizi. Inoltre, PayPal potrebbe essere soggetta a restrizioni normative o da parte di autorità governative che impediscono la divulgazione all'utente di determinate informazioni in merito a tali decisioni. PayPal non ha alcun obbligo di divulgare all'utente i dettagli della propria gestione dei rischi, delle procedure di sicurezza o le informazioni riservate."

  1. Protezione vendite PayPal
    La sezione 11.10 è stata modificata al fine di indicare che gli articoli, le transazioni e i reclami seguenti non sono idonei alla Protezione vendite PayPal:

    1. pagamenti effettuati per beni in oro (sia in forma fisica sia in forma di negoziazione in borsa); e

    2. transazioni di Pagamento cumulativo PayPal.

    Le nuove sezioni 11.10.f e 11.10.g stabiliscono quanto segue (inserite nel contesto all'interno della sezione 11.10 con i termini aggiunti sottolineati):

    "11.10 Quali sono alcuni esempi di articoli, transazioni e reclami non idonei alla Protezione vendite?

    f. pagamenti effettuati per beni in oro (sia in forma fisica sia in forma di negoziazione in borsa).

    g. transazioni di Pagamento cumulativo PayPal".

  1. Protezione acquisti PayPal
    La sezione 13.3 è stata modificata per escludere i seguenti tipi di transazioni dalla copertura della Protezione acquisti PayPal:
    1. acquisti aziendali di qualsiasi tipo (inclusi, senza limitazioni, oggetti o servizi che fanno parte di un'acquisizione aziendale);
    2. pagamenti a favore di enti statali, (fatta eccezione per le imprese statali) o di commercianti che operano su mandato di enti statali;
    3. pagamenti effettuati per beni in oro (sia in forma fisica sia in forma di negoziazione in borsa); e
    4. transazioni di Pagamento cumulativo PayPal.

    La sezione 13.3 modificata stabilisce ora quanto segue (con i termini aggiunti sottolineati):

    "13.4 Quali tipi di pagamento sono idonei al rimborso in base alla Protezione acquisti PayPal?

    Gli acquisti della maggior parte di merci e servizi sono idonei (compresi biglietti di viaggio e beni intangibili come i diritti di accesso a contenuti digitali e altre licenze), fatta eccezione per le seguenti transazioni:

    • pagamenti a favore di enti statali (fatta eccezione per le imprese statali) di commercianti che operano su mandato di enti statali;

    • 16. pagamenti effettuati per beni in oro (sia in forma fisica sia in forma di negoziazione in borsa); e
    • 17. transazioni di Pagamento cumulativo PayPal."
  1. Legge applicabile
    La nuova sezione 15.1 (sezione 14.3 esistente) è stata modificata per chiarire che la legge inglese scelta come legge applicabile delle Condizioni d'uso PayPal è soggetta ai diritti obbligatori locali dell'utente. La sezione 15.1 ora stabilisce quanto segue (le modifiche sono sottolineate):

    "15.1 Legge applicabile e giurisdizione. Le presenti Condizioni d'uso e i rapporti tra i sottoscriventi sono regolamentati dalle leggi dell'Inghilterra e soggetti ai diritti obbligatori locali dell'utente. Tuttavia, qualora l'utente sia un consumatore, nulla di quanto contenuto nel presente Contratto lo priverà delle tutele garantite dalle disposizioni obbligatorie della legge italiana (in particolare, quelle relative ai diritti del consumatore)".

  1. Assenza di Garanzia
    La nuova sezione 15.4 (sezione 14.6 esistente) è stata modificata per chiarire la portata dei diritti dell'utente in merito a prestazioni e disponibilità di servizi, infrastruttura , siti, software o sistemi (inclusi eventuali reti e server utilizzati per fornire i servizi) di proprietà o operati da PayPal o a suo nome. La nuova sezione 15.4 stabilisce ora quanto segue (con i termini aggiunti sottolineati):

    "15.4 Assenza di Garanzia. PayPal fornisce all'utente servizi, infrastruttura, siti, software e sistemi (inclusi eventuali reti e server utilizzati per fornire i servizi PayPal) operati da PayPal o a suo nome nel rispetto dei diritti previsti dalla legge ma senza alcuna garanzia o condizione espressa o implicita, a meno che non sia specificamente indicata nelle presenti Condizioni d'uso. PayPal non ha alcun controllo sui prodotti e i servizi pagati mediante il proprio servizio e non può garantire che l'acquirente o il venditore completi la transazione o sia autorizzato a farlo. PayPal non garantisce all'utente accesso continuo, ininterrotto o sicuro ai propri servizi, infrastruttura, siti, software o sistemi (inclusi eventuali reti e server utilizzati per fornire i servizi PayPal) operati da PayPal o a suo nome. PayPal non sarà responsabile per eventuali ritardi o disfunzioni nella fornitura di servizi, infrastruttura, siti, software o sistemi (inclusi eventuali reti e server utilizzati per fornire i servizi) di proprietà o operati da PayPal o a suo nome. L'utente accetta che l'accesso a servizi, infrastruttura, siti, software o sistemi (inclusi eventuali reti e server utilizzati per fornire i servizi PayPal) operati da PayPal o a suo nome possa occasionalmente venire bloccato per consentire l'esecuzione di attività di riparazione o manutenzione o l'introduzione di nuove funzionalità o servizi. PayPal farà tutto il possibile per garantire l'elaborazione tempestiva delle richieste relative a transazioni elettroniche di addebito e accredito che riguardano carte di credito e prepagate e conti bancari. PayPal farà tutto il possibile per garantire che le informazioni contenute in corrispondenza, report, siti web e fornite oralmente da dirigenti, funzionari e personale PayPal siano precise al meglio delle proprie conoscenze nel momento in cui vengono fornite. Tuttavia, PayPal non può garantire l'accuratezza di tutte le informazioni in tutte le circostanze e contesti e l'utente non deve fare affidamento su tali informazioni. È necessario verificare attentamente la propria corrispondenza e comunicare tempestivamente a PayPal eventuali circostanze anomale o eventi non conformi alle istruzioni fornite.

    Nel caso in cui PayPal decida di interrompere i servizi PayPal o qualsiasi parte o funzionalità degli stessi per qualsiasi motivo, PayPal lo comunicherà all'utente con almeno due 2 mesi di anticipo prima di interrompere il servizio o la funzionalità, a meno che PayPal non stabilisca a proprio giudizio e in buona fede che: (1) tali servizi o funzionalità debbano essere interrotti in tempi più brevi conformemente alla legge o ai rapporti con terze parti; o (2) tale azione possa causare rischi alla sicurezza o sostanziali oneri economici o tecnici.

    L'utente in prima persona ha l'obbligo di comprendere e rispettare tutte le leggi, le regole e le normative applicabili nella propria giurisdizione relativamente all'uso dei servizi, compresi, a solo titolo di esempio, quelli relativi ad attività di esportazione o importazione, imposte o transazioni in valuta estera".

  1. Risarcimento/rimborso
    La nuova sezione 15.5 (sezione 14.7 esistente) è stata modificata per chiarire la portata degli obblighi dell'utente in merito all'uso (da parte dell'utente o da terzi che agiscano a suo nome) di servizi, infrastruttura, siti, software o sistemi (inclusi eventuali reti e server utilizzati per fornire i servizi) di proprietà o operati da PayPal o a suo nome. La nuova sezione 15.5 stabilisce ora quanto segue (con i termini aggiunti sottolineati):

    "15.5 Risarcimento/rimborso. L'utente accetta di difendere, rimborsare o compensare PayPal (in termini legali "risarcire") e mantenere PayPal, le altre aziende del gruppo societario, le persone che lavorano per PayPal o che sono autorizzate ad agire per conto di PayPal (inclusi, senza limitazioni, i nostri fornitori di servizi) indenni da qualsiasi reclamo o richiesta (incluse le spese legali) effettuati o sostenuti da terze parti derivanti da azioni o inazioni, violazioni delle presenti Condizioni d'uso, violazioni della legge, violazioni dei diritti di terze parti, uso del Conto PayPal dell'utente o dei servizi, infrastruttura, siti, software o sistemi (inclusi eventuali reti e server utilizzati per fornire i servizi) operati da PayPal o a suo nome da parte dell'utente, di dipendenti o dell'agente dell'utente , (o eventuali terze parti che agiscano per conto dell'utente e con la sua autorizzazione)".

  1. Proprietà intellettuale – Concessione di licenza sui contenuti
    La nuova sezione 15.7 (sezione 14.9 esistente) è stata modificata per aggiornare i termini della licenza che PayPal e altri licenzianti concedono all'utente per l'accesso e l'uso del software PayPal, come API, toolkit per sviluppatori o altre applicazioni software, che potrebbero includere il software fornito da o integrato con il software, i sistemi o i servizi dei fornitori di servizi si PayPal. La nuova sezione 15.7 stabilisce ora quanto segue (con i termini aggiunti sottolineati):

    "15.7 Proprietà intellettuale – Concessione di licenza del software. Se l'utente usa software PayPal, come API, strumenti per sviluppatori o altra applicazione software, che può includere software forniti da o integrati con il software, sistemi o servizi dei fornitori di servizi di PayPal, scaricati o altrimenti raggiunti tramite il computer, dispositivo o altra piattaforma dell'utente, PayPal e i suoi licenzianti concedono all'utente licenza revocabile non esclusiva, non sublicenziabile, non trasferibile, non soggetta a royalty e limitata per accedere e/o usare software di PayPal in conformità alla documentazione, inclusi tutti gli aggiornamenti, gli upgrade, le nuove versioni e i software di sostituzione, come descritto nelle presenti Condizioni d'uso a esclusivo uso personale dell'utente. L'utente non potrà concedere in affitto o trasferire in altro modo a terze parti i propri diritti relativi al software. L'utente dovrà rispettare i requisiti di implementazione, accesso e utilizzo contenuti in tutta la documentazione PayPal, nonché le eventuali istruzioni che PayPal fornirà di volta in volta insieme ai servizi (inclusi, a titolo esemplificativo, gli eventuali requisiti di implementazione e utilizzo che PayPal impone all'utente ai sensi delle leggi applicabili e delle regole e regolamenti applicati alle carte di pagamento). In caso di mancato rispetto delle istruzioni e dei requisiti di implementazione e utilizzo stabiliti da PayPal, l'utente sarà responsabile di tutti i danni subiti dall'utente, da PayPal o da terzi. PayPal può aggiornare o interrompere qualsiasi software previa notifica all'utente. Sebbene PayPal possa (1) integrare determinati materiali e tecnologie di terze parti in qualsiasi applicazione web o altra applicazione, incluso il proprio software e/o (2) accedere e usare determinati materiali e tecnologie di terze parti per agevolare la fornitura di servizi, tale diritto per o su tali materiali non è stato concesso all'utente, che non ne gode. L'utente non può modificare, alterare, manomettere, riparare, copiare, riprodurre, adattare, distribuire, visualizzare, pubblicare, decodificare, tradurre, disassemblare, decompilare o tentare in altro modo di creare il codice sorgente derivato dal software o da altri materiali o tecnologie di terze parti, o altrimenti creare lavori derivati dal software o da materiali o tecnologie di terze parti. L'utente riconosce che tutti i diritti, titoli e interessi relativi al software di PayPal sono di proprietà di PayPal e qualsiasi materiale di terze parti in esso integrato è di proprietà di fornitori di servizi esterni di PayPal. Qualsiasi altra applicazione software di terze parti utilizzata sul sito PayPal è soggetta alla licenza concessa all'utente dalla terza parte che ha fornito il software in questione. L'utente accetta che PayPal non possiede, controlla né si assume alcuna responsabilità per eventuali applicazioni software di terze parti che l'utente sceglie di usare sui siti, software e/o in connessione con i servizi di PayPal. Se l'utente usa i servizi sul sito PayPal o su altri siti o piattaforme ospitate da PayPal o da terze parti e non scarica il software di PayPal o usa applicazioni software di terzi sul sito PayPal, questa sezione non si applica all'uso da parte dell'utente dei servizi ospitati".

  1. Tariffe - Tariffe fisse per la ricezione di pagamenti per transazioni commerciali
    PayPal sta implementando una tariffa per la ricezione di pagamenti internazionali (Vendita) da mittenti negli Stati Uniti e Canada pari all'1,0%. PayPal sta inoltre implementando una tariffa per la ricezione di pagamenti internazionali (Vendita) da mittenti nel resto del mondo pari al 2,0%. Le relative voci nella tabella delle tariffe per i pagamenti internazionali, sezione A2.3 dell'Allegato 1 (Tabella delle tariffe) (inserita nel contesto con le intestazioni di colonna) ora stabilisce quanto segue:

    Paese del mittente

    Tariffa di ricezione pagamenti internazionali

    Stati Uniti/Canada

    1,0%

    Resto del mondo

    2,0%

  1. Limiti sulle commissioni - Invio di pagamenti tramite l'opzione Pagamento cumulativo PayPal

    PayPal sta aumentando il limite sulle tariffe per transazione nazionali di Pagamenti cumulativi PayPal nella sezione A3.5.2 dell'Allegato 1 (Tabella delle tariffe) e il limite sulla tariffa per altre transazioni di Pagamento cumulativo PayPal nella sezione A3.5.2 dell'Allegato 1 (Tabella delle tariffe). I limiti sulle tariffe sono ora stabiliti come segue (con le sezioni A3.5.2 e A3.5.3 inserite nel contesto della clausola di origine, sezione A3.5 e testo aggiunto sottolineato):

    "

    A3.5 Invio di pagamenti tramite l'opzione Pagamento cumulativo PayPal

    A3.5.1 Tariffa

     2% dell'importo totale del pagamento

    A3.5.2 Tariffa massima per le transazioni nazionali di Pagamento cumulativo PayPal

     Per le transazioni nazionali si applica una tariffa massima per ciascun pagamento come indicato di seguito (in base alla valuta del pagamento):

    Dollaro australiano:

    16,00 AUD

    Real brasiliano:

    24,00 BRL

    Dollaro canadese:

    14,00 CAD

    Corona ceca:

    280,00 CZK

    Corona danese:

    84,00 DKK

    Euro:

    12,00 EUR

    Dollaro di Hong Kong:

    110,00 HKD

    Fiorino ungherese:

    3080,00 HUF

    Shekel israeliano:

    50,00 ILS

    Yen giapponese:

    1200,00 JPY

    Ringgit malese:

    50,00 MYR

    Peso messicano:

    170,00 MXN

    Dollaro neozelandese:

    20,00 NZD

    Corona norvegese:

    90,00 NOK

    Peso filippino:

    640,00 PHP

    Zloty polacco:

    46,00 PLN

    Rublo russo:

    480,00 RUB

    Dollaro di Singapore:

    20,00 SGD

    Corona svedese:

    100,00 SEK

    Franco svizzero:

    16,00 CHF

    Nuovo dollaro di Taiwan:

    440,00 TWD

    Baht tailandese:

    460,00 THB

    Sterlina inglese:

    10,00 GBP

    Dollaro USA:

    14,00 USD



    A3.5.3 Tariffa massima per altre transazioni di Pagamento cumulativo PayPal

     Per tutte le altre transazioni si applica una tariffa massima per singolo pagamento come indicato di seguito (in base alla valuta del pagamento):

    Dollaro australiano:

    100,00 AUD

    Real brasiliano:

    150,00 BRL

    Dollaro canadese:

    90,00 CAD

    Corona ceca:

    1.700,00 CZK

    Corona danese:

    500,00 DKK

    Euro:

    70,00 EUR

    Dollaro di Hong Kong:

    660,00 HKD

    Fiorino ungherese:

    18.500,00 HUF

    Shekel israeliano:

    320,00 ILS

    Yen giapponese:

    8.000,00 JPY

    Ringgit malese:

    300,00 MYR

    Peso messicano:

    1.080,00 MXN

    Dollaro neozelandese:

    120,00 NZD

    Corona norvegese:

    540,00 NOK

    Peso filippino:

    3.800,00 PHP

    Zloty polacco:

    280,00 PLN

    Rublo russo:

    2.800,00 RUB

    Dollaro di Singapore:

    120,00 SGD

    Corona svedese:

    640,00 SEK

    Franco svizzero:

    100,00 CHF

    Nuovo dollaro di Taiwan:

    2.700,00 TWD

    Baht tailandese:

    2.800,00 THB

    Sterlina inglese:

    60,00 GBP

    Dollaro USA:

    90,00 USD


    Nota: ai pagamenti internazionali in euro o corone svedesi effettuati tra Conti registrati nell'Unione europea o nello Spazio Economico Europeo (SEE), si applica la tariffa delle transazioni nazionali.

    "

  1. Altre modifiche
    Alcune sezioni delle Condizioni d'uso PayPal sono state modificate:
    • per chiarire e riorganizzare i testi esistenti, incluse le seguenti sezioni esistenti:

    Sezione

    Modifica

    • 1.1 (PayPal è solo un fornitore di servizi di pagamento)

    Il riferimento alla Association pour la Garantie des Dépôts Luxembourg (AGDL) è stato sostituito con il Conseil de protection des déposants et des investisseurs.

    • 2.1 (Idoneità)

    Questa sezione diventa la nuova sezione 1.7

    • 1.7 (Cronologia transazioni);
    • 2.2 (Conti Personale e Business); e
    • 5. (Dettagli saldi e transazioni).

    Queste sezioni costituiscono una nuova sezione 2 (Conto e saldi) con ulteriori modifiche del contesto.

    • 3.10 (Pagamenti avviati da terze parti (compresi i Pagamenti ricorrenti)); e

     

    Questa sezione diventa la nuova sezione 4.8 (Pagamenti preautorizzati) con ulteriori modifiche del contesto.

    • 3.11 (Annullamento dei pagamenti ricorrenti)

    Questa sezione diventa la nuova sezione 4.9 (Annullamento dei pagamenti preautorizzati) con ulteriori modifiche del contesto.

    • 10.1d (Blocco temporaneo dele transazioni contestate)

    Questa sezione è stata modificata per chiarire i diritti dell'utente di annullamento dell'autorizzazione dei pagamenti effettuati a favore di eBay ai sensi di questa sezione.

    • 2.3 (Stato Verificato)

    Questa sezione diventa la nuova sezione 10.6b (Come ottenere lo stato "Verificato")

    • 14.3 (Legge applicabile e giurisdizione),
    • 14.4 (Nessuna rinuncia), 14.5 (Limitazioni di responsabilità)
    • 14.6 (Assenza di Garanzia)
    • 14.7 (Risarcimento/rimborso)
    • 14.8 (Contratto completo e diritti di terze parti)
    • 14.9 (Concessione di licenza)
    • 1.3 (Proprietà intellettuale)
    • 14.10 (Autorizzazioni a terzi)
    • 2.4 PayPal come metodo di accesso (Login con PayPal) e
    • 14.11 (Clienti aziendali).

     

    Insieme, queste sezioni costituiscono la nuova sezione 15 (Generale)

    • 14.2 (ECC-Net, Financial Ombudsman Service e CSSF)

    Questa sezione viene aggiornata per mostrare il nuovo indirizzo della Commission de Surveillance du Secteur Financier (CSSF) in Lussemburgo, la nostra Autorità di regolamentazione.

    • 15 (Definizioni)

    Questa sezione diventa la nuova sezione 16, con:

    • chiarimenti in merito alle seguenti definizioni: Ricarica conto, Autorizzare, Pagamento finanziato tramite conto bancario, Metodi di pagamento predefiniti, Metodo di pagamento e Procedura di collegamento e conferma della carta; e
    • le nuove definizioni dei termini che seguono sostituiscono i termini definiti tra parentesi: Procedura di conferma del conto corrente (Procedura di accredito casuale), Pagamenti preautorizzati (Pagamenti ricorrenti), Soluzioni di pagamento speciali (Metodi di pagamento speciali).
    • Allegato 1 (Tabella delle tariffe)

    Sono stati aggiunti dei link alle pagine del sito PayPal contenenti maggiori informazioni sulle tariffe.

    ; e

    • sono state apportate correzioni tipografiche di lieve entità.

 

Notifica di modifiche all'Informativa sulla privacy PayPal

Data di entrata in vigore: 27 aprile 2017


L'Informativa sulla privacy PayPal modificata è disponibile di seguito alla versione dell'Informativa attualmente in vigore, cliccando qui oppure selezionando il link "Accordi legali" nel piè di pagina delle pagine del sito PayPal, scegliendo il Paese di residenza e cliccando "Informativa sulla privacy".

A. Le seguenti modifiche vengono introdotte per tutte le Informative sulla privacy nell'UE.

1. Uso e divulgazione dei dati (sezione 3)

PayPal salva i dati dei clienti in centri dati presenti in tutto il mondo. Il riferimento ai "luoghi in cui sono ubicati i centri PayPal" è stato pertanto eliminato.

2. Condivisione dei dati con altre terze parti (sezione 6)

PayPal fornisce servizi di pagamento in tutto il mondo tramite una rete di numerose entità diverse nel gruppo aziendale di proprietà della PayPal Holdings, Inc. L'entità PayPal che fornisce i servizi PayPal all'utente dipende dalla regione del mondo in cui l'utente risiede. Pertanto, se PayPal elabora un pagamento inviato o ricevuto da un utente di un altro Paese, i dettagli della transazione devono essere resi disponibili all'entità PayPal che elabora il pagamento per questo utente. La legislazione locale potrebbe imporre la divulgazione dei dettagli delle transazioni di entrambi i partner coinvolti. PayPal ha pertanto aggiunto il seguente paragrafo alla sezione 6:

"Al fine di fornire i servizi PayPal, alcuni dei dati raccolti (ai sensi della sezione 2) possono essere trasferiti ad altre entità del gruppo PayPal o altre entità, incluse quelle indicate nella sezione 6 come fornitori di servizi di pagamento, sistemi di elaborazione di pagamenti o titolari di conto (o simili). L'utente riconosce che, ai sensi della normativa locale, tali entità potrebbero essere soggette a leggi, normative, inchieste, indagini o ordini che possono richiedere la divulgazione di dati alle autorità competenti del Paese pertinente. L'utilizzo dei servizi PayPal costituisce consenso da parte dell'utente al trasferimento di tali dati al fine della fornitura dei servizi PayPal".

3. Condivisione dei dati con altre terze parti (sezione 6.a.)

PayPal deve conformarsi e inviare comunicazioni in base agli obblighi fiscali internazionali, tra cui, senza limitazioni, le leggi del Lussemburgo del 24 luglio 2015 sulla legge FATCA (Foreign Account Tax Compliance Act) degli Stati Uniti e la legge CRS del 18 dicembre 2015 sugli standard di segnalazione comuni dell'OCSE. Dal momento che PayPal è un istituto finanziario con obbligo di comunicazione ai sensi di tali normative, se un utente si qualifica come individuo degli Stati Uniti specificato ai sensi della normativa FATCA e/o come individuo ai sensi della legge CRS e posto che le leggi FATCA e CRS impongono obblighi a PayPal (in entrambi i casi in qualità di "Titolare del Conto da segnalare"), questi dati verranno automaticamente scambiati tra PayPal e le autorità fiscali del Lussemburgo. Queste invieranno i dati all'IRS (Ufficio delle entrate) statunitense in caso di applicazione della legge FACTA o, qualora si applichi la legge CRS, alle autorità competenti o alle autorità del Paese o Paesi di residenza fiscale dell'utente che rappresentano giurisdizioni partecipanti ai sensi della legge CRS. 

Nella sezione 6.a. dell'Informativa sulla privacy è stata inserita una clausola per consentire l'incorporazione della procedura di divulgazione indicata sopra. Inoltre, PayPal sta pubblicando un avviso specifico e la spiegazione di tale clausola "FATCA", accessibile dal relativo link nella sezione 6.a.

4. Condivisione dei dati con altre terze parti (sezione 6.b.)

Una nuova sezione 6.b. è stata introdotta nell'Informativa sulla privacy PayPal.

PayPal è tenuta a divulgare i dati del Conto ai titolari di diritti di proprietà intellettuale se, ai sensi della legge nazionale vigente nel Paese membro dell'UE, hanno aperto un reclamo nei confronti di PayPal per divulgazione extragiudiziale di informazioni personali dovuta a una violazione dei propri diritti di proprietà intellettuale per cui siano stati utilizzati i servizi PayPal.

"b. Divulgare i dati del Conto ai titolari di diritto di proprietà intellettuale se, ai sensi della legge nazionale vigente nel paese membro dell'UE, hanno aperto un reclamo nei confronti di PayPal per divulgazione extragiudiziale di informazioni personali dovuta a una violazione dei propri diritti di proprietà intellettuale per cui siano stati utilizzati i servizi PayPal (ad es., senza limitazioni, la Sez. 19, paragrafo 2, sottosezione 3 del Trademark Act o Sez. della Germania o la Sez. 101, paragrafo 2, sottosezione 3 del Copyright Act della Germania)."

 

Notifica di modifica agli Accordi legali PayPal

Data di pubblicazione: 16 agosto 2016 (per le date di entrata in vigore, vedere ogni singolo accordo riportato di seguito)

 

Si invita l'utente a leggere il presente documento.

 

PayPal ha apportato alcune modifiche agli accordi legali che disciplinano il rapporto con l'utente. 

 

Al fine di acquisire familiarità con le future modifiche, si consiglia di leggere con attenzione il presente avviso.

 

Non sono richieste operazioni per accettare le modifiche, poiché queste entreranno automaticamente in vigore alle date sotto indicate. Qualora l'utente decida di non accettare le modifiche apportate, potrà inviare una comunicazione a PayPal entro la data riportata sopra per chiudere il proprio conto (https://www.paypal.com/it/cgi-bin/?&cmd=_close-account) immediatamente e senza costi aggiuntivi.

 

Ci auguriamo, tuttavia, che l'Utente continui a utilizzare PayPal e a usufruire dei seguenti vantaggi:

 

È rapido

 

Non devi digitare i dati della carta ogni volta che paghi con PayPal, quindi la procedura di pagamento è più rapida.

 

È semplice

 

PayPal è il sistema di pagamento online preferito in Italia perché è sicuro, rapido e facile da usare. Tutto ciò che serve è l'indirizzo email e la password.

 

Si invita l'utente a consultare gli Accordi legali attualmente in vigore
 


Notifica di modifica alle Condizioni d'uso Paypal

Data di entrata in vigore: 19 novembre 2016

 

Le Condizioni d'uso modificate sono disponibili al di sotto della versione delle Condizioni attualmente in vigore cliccando qui oppure cliccando il link "Accordi legali" nel piè di pagina delle pagine del sito PayPal.

 

  1. Proprietà intellettuale

 

Verrà aggiunto un nuovo paragrafo alla sezione 1.3 (Proprietà intellettuale) per le aziende che usano PayPal. Il nuovo paragrafo descrive la licenza riconosciuta dall'utente a PayPal e alle società del gruppo PayPal per l'uso della sua ragione sociale, dei suoi marchi commerciali e dei suoi loghi per mostrare informazioni sulla sua attività, i suoi prodotti e suoi servizi.  Il nuovo paragrafo della sezione 1.3 stabilisce quanto segue:

 

"L'utente concede al gruppo PayPal il diritto di usare e riportare in tutto il mondo la ragione sociale, i marchi commerciali e i loghi della sua azienda sul sito PayPal e sulle applicazioni mobili e online allo scopo di mostrare informazioni sulla sua attività, i suoi prodotti e i suoi servizi."

 

 

  1. Disincentivo all'uso

 

PayPal ha modificato la sezione 4.4 (Disincentivo all'uso) per descrivere gli standard che le aziende devono adottare presso i loro punti vendita per quanto riguarda l'uso di PayPal da parte dei loro clienti. La sezione 4.4 stabilisce ora quanto segue (le modifiche sono sottolineate):

 

"4.4 Disincentivo all'uso .

 

Nelle comunicazioni ai clienti o in altre comunicazioni pubbliche, l'utente accetta di non qualificare negativamente o denigrare PayPal come soluzione di pagamento.

 

In tutti i suoi punti vendita (in qualunque forma):

 

  1. l'utente non dissuaderà o impedirà ai suoi clienti di utilizzare PayPal; e
  2. nel caso in cui consenta ai clienti di pagare con PayPal, dovrà trattare il marchio PayPal almeno alla pari degli altri metodi di pagamento offerti.

 

PayPal non incoraggia l'applicazione di un sovrapprezzo perché è una pratica commerciale che può penalizzare il consumatore e creare confusione inutile, frustrazione e abbandono al momento del pagamento. L'utente accetta di applicare un sovraprezzo per l'uso di PayPal solo se è consentito dalla normativa applicabile. L'utente accetta inoltre che, se dovesse applicare un sovraprezzo a un acquirente, sarà compito dell'utente e non di PayPal informare l'acquirente dell'importo richiesto. PayPal non si assume alcuna responsabilità nei confronti degli acquirenti qualora l'utente non li abbia informati circa l'eventuale sovraprezzo. Il mancato rispetto delle disposizioni precedenti costituisce una violazione del presente Contratto e dà diritto a PayPal di risolvere il Contratto sulla base di quanto indicato nella sezione 10.3."

 

  1. Compensazione dei saldi

 

La sezione 5.4 (Compensazione dei saldi) è stata modificata per chiarire che PayPal può dedurre tariffe, costi o altri importi dovuti al gruppo PayPal per i servizi forniti da qualsiasi saldo del conto PayPal di proprietà o controllato dall'utente. La sezione 5.4 ora stabilisce quanto segue (le modifiche sono sottolineate):

 

"5.4 Compensazione dei saldi. L'utente accetta che PayPal possa compensare qualsiasi importo presente sui conti di proprietà o controllati dall'utente con qualsiasi tariffa, costo o altro importo dovuto a PayPal e (a meno che non sia vietato dalla disciplina concorsuale) con qualsiasi importo dovuto dall'utente ad altre società del gruppo PayPal (inclusi i casi, senza limitazioni, di importi relativi ai servizi forniti da qualsiasi società del gruppo PayPal). Per sintetizzare, tale diritto consente a PayPal di compensare le tariffe, i costi e gli altri importo indicati in questa sezione dal saldo di un conto PayPal di proprietà o controllato dall'utente."

 

  1. Trasferimento di denaro in valute diverse

 

La sezione 6.4 (Trasferimento di denaro in valute diverse) è stata modificata per chiarire che le tariffe della conversione di valuta verranno applicate ai trasferimenti di fondi da saldi in valuta diversa dalla valuta locale. Le modifiche inoltre indicano come possano essere applicate alcune tariffe e determinate misure di conversione di valuta per i trasferimenti su alcune carte di credito (se tale funzionalità è disponibile) usate per la transazione. La sezione 6.4 ora stabilisce quanto segue (le modifiche sono sottolineate):

 

"6.4 Trasferimento di denaro in valute diverse. Se il saldo include più valute, l'utente potrà trasferire denaro scegliendo una qualsiasi di queste, tuttavia, se non altrimenti concordato, il trasferimento avverrà nella valuta locale. Valuta Se il trasferimento viene effettuato da un conto con una valuta diversa da quella locale, verranno applicate le tariffe di conversione di valuta indicate nell'Allegato 1 delle presenti Condizioni d'uso. Se l'utente è in grado di effettuare un trasferimento usando la sua carta MasterCard o Visa, potrebbe essere applicata la tariffa indicata nell'Allegato 1 delle presenti Condizioni d'uso. Il trasferimento potrebbe essere effettuato nella valuta locale a seconda se PayPal sia in grado o meno di eseguire la transazione nella valuta base della carta."

 

 

  1. Protezione vendite PayPal

 

La Sezione 11.10.a è stata modificata per indicare che ai seguenti oggetti/transazioni/pratiche non potrà mai essere applicata la protezione vendite PayPal, se non altrimenti concordato in forma scritta con PayPal:

 

1. Oggetti equivalenti ai contanti (inclusi, senza limitazioni, gli oggetti di valore predefinito, come carte regalo e carte prepagate);

2. Pagamenti effettuati per prodotti finanziari e investimenti; e

  1. donazioni;

 

La sezione 11.10.a ora stabilisce quanto segue (all'interno della sezione 11.10 con le parole aggiunte sottolineate):

 

"11.10 Quali sono alcuni esempi di articoli, transazioni e reclami non idonei alla Protezione vendite?

 

a. Oggetti non tangibili, licenze per beni e servizi digitali. Sebbene PayPal, a sua propria discrezione, possa rendere idonei determinati beni non tangibili, licenze per beni e/o servizi digitali di tanto in tanto, se non altrimenti concordato in forma scritta con PayPal, i seguenti casi rimarranno sempre non idonei:

 

  1. oggetti equivalenti ai contanti (inclusi, senza limitazioni, oggetti di valore predefinito, come carte regalo e carte prepagate);

 

  1. pagamenti per investimenti e prodotti finanziari;

 

  1. donazioni."

 

  1. Protezione acquisti PayPal

 

La sezione 13 è stata modificata per includere gli aggiornamenti alle Regole della Protezione acquisti PayPal:

 

  1. i seguenti tipi di transazioni sono ora esclusi dalla copertura della protezione acquisti PayPal (la sezione 13.3 è stata modificata di conseguenza):

 

  1. acquisti aziendali di qualsiasi tipo (inclusi, senza limitazioni, oggetti o servizi che fanno parte di un'acquisizione aziendale);
  2. acquisti di veicoli (inclusi, senza limitazioni, veicoli a motore, motociclette, caravan, aeroplani e imbarcazioni), fatta eccezione per veicoli leggeri personalmente portatili usati per scopi ricreativi come biciclette e monopattini a motore;
  3. pagamenti su piattaforme di crowdfunding e/o crowdlending;
  4. acquisti di oggetti equivalenti ai contanti (inclusi, senza limitazioni, oggetti di valore predefinito, come carte regalo e carte prepagate);
  5. scommesse, giochi e/o attività che danno la possibilità di vincere un premio;
  6. pagamenti per investimenti e prodotti finanziari;
  7. pagamenti a favore di enti statali, fatta eccezione per le imprese statali;
  8. donazioni; e
  9. acquisti di oggetti ritirati di persona dall'utente oppure ritirati da altri a nome dell'utente (anche presso un punto vendita) e che l'utente indica come non ricevuti;

 

  1. alle transazioni pagate a rate può ora applicarsi la Protezione acquisti PayPal, secondo quanto disposto nella parte rimanente delle Condizioni d'uso PayPal (la sezione 13.2a è stata modifica di conseguenza);

 

  1. tutti gli acquirenti ora devono attendere almeno 7 giorni dalla data del pagamento per inoltrare una controversia per un acquisto indicato come Non ricevuto (NR), a meno che non diversamente specificato da PayPal (la sezione 13.5b è stata modifica di conseguenza); e

 

 

Le sezioni 13.3 e 13.5 ora stabiliscono quanto segue (con le parole aggiunte sottolineate):

 

"

13.3 Quali sono i tipi di pagamento idonei a ricevere un rimborso in base alla Protezione acquisti PayPal?

Gli acquisti della maggior parte di merci e servizi sono idonei (compresi biglietti di viaggio e beni intangibili come i diritti di accesso a contenuti digitali e altre licenze), fatta eccezione per le seguenti transazioni:

 

  • acquisti aziendali di qualsiasi tipo;

 

  • acquisti di veicoli (inclusi, senza limitazioni, veicoli a motore, motociclette, caravan, aeroplani e imbarcazioni), fatta eccezione per veicoli leggeri personalmente portatili usati per scopi ricreativi come biciclette e monopattini a motore;

 

  • pagamenti su piattaforme di crowdfunding e/o crowdlending;

 

  • acquisti di oggetti personalizzati (a meno che non vengano indicati come non ricevuti);

 

  • acquisti di beni e servizi vietati in base alle Regole sull'utilizzo consentito di PayPal;

 

  • acquisti di macchinari industriali utilizzati nella produzione;

 

  • acquisti di apparecchiature per ufficio o fabbrica;

 

  • acquisti di oggetti equivalenti ai contanti (inclusi, senza limitazioni, oggetti di valore predefinito, come carte regalo e carte prepagate);

 

  • acquisti di beni e servizi tramite Zong, Pagamenti avanzati su sito web o Soluzione di pagamento telefonico (se disponibili);

 

  • transazioni personali;

 

  • scommesse, giochi e/o attività che danno la possibilità di vincere un premio;

 

  • pagamenti per investimenti e prodotti finanziari;

 

  • pagamenti a favore di enti statali, fatta eccezione per le imprese statali;

 

  • donazioni;

 

  • acquisti di oggetti ritirati di persona dall'utente oppure ritirati da altri a nome dell'utente (anche presso un punto vendita) e che l'utente indica come non ricevuti.

 

13.5 Come posso risolvere il problema?

Se non è possibile risolvere la contestazione direttamente con il venditore, sarà necessario andare al Centro risoluzioni e seguire l'apposita procedura descritta di seguito:

 

a. Aprire una contestazione

Aprire una contestazione entro 180 giorni dalla data di invio del pagamento per l'oggetto da contestare. PayPal può decidere di non accettare una Contestazione relativa all'oggetto in questione e aperta dopo la data di scadenza del suddetto periodo (tenerlo presente se si accetta una data di consegna con il venditore successiva alla scadenza del periodo).

 

b. Convertire la contestazione in reclamo

Se l'acquirente e il venditore non riescono a raggiungere un accordo, è necessario convertire la contestazione in un reclamo entro 20 giorni dalla data di apertura della contestazione. È responsabilità dell'utente verificare e rispettare i limiti di tempo indicati nella presente sezione. L'utente deve attendere almeno 7 giorni dalla data del pagamento per convertire una contestazione per oggetto non ricevuto (INR), se non diversamente concordato con PayPal. Se la contestazione non viene convertita in reclamo entro 20 giorni, PayPal chiuderà la contestazione e l'acquirente perderà l'idoneità per il pagamento in base ai termini della Protezione acquisti PayPal. L'utente può modificare un reclamo dopo averlo inviato solo se intende aggiungere ulteriori informazioni o se intende cambiare la motivazione della contestazione o del reclamo da "Oggetto non ricevuto" a "Notevolmente non conforme alla descrizione" (purché in relazione ad un pagamento unico). In caso contrario, non sarà possibile modificare o cambiare il reclamo dopo averlo presentato.

 

c. Risposta tempestiva alle richieste di informazioni ricevute da PayPal

Nel corso dell'esame del reclamo, PayPal può richiedere all'utente di fornire la documentazione a sostegno della propria posizione. Potrà venire richiesto di fornire ricevute, valutazioni di terzi, verbali di polizia o altro specificato da PayPal.

 

d. Risposta tempestiva alle richieste di spedizione di PayPal

Per i reclami "Notevolmente non conforme alla descrizione" (SNAD), PayPal può richiedere all'utente di rispedire l'oggetto al venditore a un indirizzo ricevuto da PayPal durante la revisione del reclamo o a PayPal o a una terza parte a proprie spese e di fornire la Prova di avvenuta consegna. I requisiti della Prova di avvenuta consegna sono delineati nella precedente sezione 11.9. Adottare tutte le precauzioni del caso per ridurre il rischio di danni durante la nuova spedizione. PayPal potrà anche richiedere di distruggere l'oggetto e di fornire prova dell'avvenuta distruzione.

 

  1. Tariffe - Turchia

 

Purtroppo PayPal non offrirà più i propri servizi agli utenti residenti in Turchia. Pertanto tutti i riferimenti a tariffe per pagamenti a favore di e da utenti turchi e/o espressi in lire turche sono stati rimossi dalle Condizioni d'uso di PayPal.

 

  1. Tariffe - Pagamenti a titolo di transazione personale e conti registrati in Brasile

 

L'Allegato 1 (Tabella delle tariffe) è stato modificato per chiarire che i conti registrati in Brasile non possono essere usati per inviare o ricevere pagamenti a titolo di transazione personale. Non è pertanto possibile inviare pagamenti a titolo di transazione personale a conti registrati in Brasile. La sezione 4.2.2. dell'Allegato 1 (Tabella delle tariffe) è stata modificata di conseguenza come segue (inserita nel contesto con le parole base, con i termini aggiunti sottolineati):

 

"A4.2 Una "transazione personale" prevede l'invio di denaro (dalla sezione "Amici e familiari" cliccando "Invia denaro") a familiari e amici e la ricezione di denaro sul proprio conto PayPal proveniente da familiari e amici senza effettuare una transazione commerciale (ovvero il pagamento non avviene a fronte dell'acquisto di beni o servizi o dell'esecuzione di altre transazioni commerciali).

 

Se l'utente effettua una transazione commerciale (ad esempio la vendita di beni o servizi), non può chiedere all'acquirente di inviare un pagamento a titolo di transazione personale per l'acquisto. In tal caso, PayPal potrà annullare la possibilità di accettare pagamenti personali. Si prega inoltre di ricordare che:

 

 

A4.2.2 I conti registrati in Brasile e India non possono essere usati per inviare o ricevere pagamenti a titolo di transazione personale. Non è pertanto possibile inviare pagamenti a titolo di transazione personale a conti registrati in Brasile o India; e

 

…”

 

Altre conseguenti modifiche sono state apportate alla sezione A1.2 dell'Allegato 1 (Tabella delle tariffe)).

 

 

  1. Tariffe fisse per la ricezione di pagamenti per transazioni commerciali

 

La tariffa fissa per la ricezione di pagamenti per transazioni commerciali in real brasiliani (BRL) aumenterà da 0,40 a 0,60 BRL. La relativa voce nella tabella delle tariffe fisse nella sezione A4.6 dell'Allegato 1 (Tabella delle tariffe) (inserita nel contesto delle intestazioni della colonna) ora stabilisce quanto segue:

 

Valuta:

Tariffa:

Real brasiliano:

0,60 BRL

 

  1. Altre modifiche

 

Alcune sezioni delle Condizioni d'uso PayPal sono state modificate per rendere più comprensibili i testi esistenti (in particolare, la sezione 13 (Protezione acquisti PayPal) e l'Allegato 1 (Tabella delle tariffe)) e correggere eventuali errori tipografici.

 

 

Notifica del lancio di Interchange Plus

Data di emissione: 23 giugno 2016

 

Con riferimento alle sezioni 2.5 e 2.7 del Contratto per l'uso di PayPal Pro e della Soluzione di pagamento telefonico, PayPal implementerà il piano tariffario Interchange Plus per PayPal Pro e per la Soluzione di pagamento telefonico il 23 giugno 2016. Al momento dell'implementazione e successivamente, sarà applicato il piano tariffario Interchange Plus secondo i termini e le condizioni del contratto in questione (se l'utente ha selezionato tale piano tariffario).

 

 

Avviso di modifica del "Contratto per l'utilizzo di PayPal Pro e della Soluzione di pagamento telefonico"

Data di pubblicazione: 4 aprile 2016

Data di entrata in vigore: 9 giugno 2016
 

Si invita l'utente a leggere il presente documento.

Il "Contratto per l'utilizzo di PayPal Pro e della Soluzione di pagamento telefonico" sarà modificato a breve. Al fine di acquisire familiarità con le future modifiche, si consiglia di leggere con attenzione il presente avviso.

Il Contratto per l'utilizzo di PayPal Pro e della Soluzione di pagamento telefonico modificato è disponibile al di sotto della versione del Contratto attualmente in vigore cliccando qui oppure accedendovi tramite il link "Accordi legali" presente in qualsiasi pagina del sito PayPal.

Non è richiesta alcuna operazione per accettare le modifiche, in quanto entreranno automaticamente in vigore alla data riportata sopra. Se l'utente decide di non accettarle, può inviare una comunicazione a PayPal prima della data riportata sopra per chiudere il proprio conto (https://www.paypal.com/it/cgi-bin/?&cmd=_close-account) immediatamente o per rescindere il Contratto per l'uso di PayPal Pro e della Soluzione di pagamento telefonico senza costi aggiuntivi.

 

Informazioni importanti sulle modifiche:

Verrà introdotto un nuovo piano tariffario denominato "Interchange Plus" per la ricezione di pagamenti tramite carta di credito e di debito (bancomat) utilizzando PayPal Pro e la Soluzione di pagamento telefonico. Tale modifica fa seguito al nuovo regolamento europeo in materia di commissioni interbancarie ed entrerà in vigore il 9 giugno 2016 o successivamente.

Il piano tariffario Interchange Plus prevede che le tariffe dipendano dal tipo di carta usato e dal Paese di emissione della carta; inoltre, potrebbe verificarsi un lieve ritardo nella contabilizzazione dei pagamenti ricevuti. Le tariffe per la ricezione dei pagamenti PayPal standard non subiranno modifiche.

L'attuale piano tariffario sarà d'ora in avanti definito "piano tariffario misto". Sarà presto possibile confermare il piano tariffario attuale o passare al nuovo piano tariffario Interchange Plus sul proprio conto PayPal.  Nel mese di aprile verranno inviati ulteriori dettagli su come procedere.

 

1. Tariffe

La clausola 2 includerà il testo che illustra i piani tariffari misto e Interchange Plus e chiarirà le relative tariffe. Le nuove clausole dalla 2.1 alla 2.9 saranno le seguenti (e il testo dell'attuale clausola 2.4 verrà spostato alla nuova clausola 2.10):

2. Tariffe

2.1 Modalità di pagamento delle tariffe. L'utente accetta di pagare le tariffe previste da questo Contratto appena risultino dovute senza alcun compenso o detrazione. L'utente autorizza PayPal a (e PayPal ha facoltà di) riscuotere le Tariffe mensili dal saldo disponibile sul conto dell'utente in primo luogo, quindi dai metodi di pagamento collegati al conto dell'utente; l'utente autorizza altresì PayPal a (e PayPal ha facoltà di) riscuotere le tariffe per la ricezione di pagamenti dall'importo degli stessi pagamenti ricevuti, prima che tali fondi siano accreditati sul conto dell'utente. Se PayPal non è in grado di riscuotere una tariffa insoluta tramite il conto dell'utente e i relativi metodi di pagamento, PayPal ha facoltà di intraprendere qualsiasi azione nei confronti dell'utente in base a quanto previsto nelle Condizioni d'uso in relazione alle tariffe insolute. 

Fatta eccezione per quanto diversamente stabilito nel presente Contratto, l'utente accetta di pagare le tariffe definite nelle Condizioni d'uso.

Le tariffe verranno addebitate nella valuta del pagamento ricevuto.

Per maggiori informazioni, vedere il Glossario alla clausola 2.6.

2.2 Tariffe mensili

Prodotto

Tariffa mensile

PayPal Pro

29,00 EUR

Solo Soluzione di pagamento telefonico

29,00 EUR

 

2.3 Tariffe per transazione per i pagamenti PayPal standard

Tipo di pagamento

Tariffa standard PayPal

Calcolo tariffa per commercianti PayPal

Importo monetario aggregato dei pagamenti ricevuti sul conto PayPal nel precedente mese solare

Tariffa per commercianti PayPal (soggetta a ulteriori condizioni in questa sezione 2.8)

Pagamento PayPal standard

3,4% + tariffa fissa

0 - 2.500 EUR

3,4%
+ Tariffa fissa

2.500,01 - 10.000,00 EUR

2,7%
+ Tariffa fissa

10.000,01 - 50.000,00 EUR

2,2%
+ Tariffa fissa

50.000,01 - 100.000,00 EUR

2,2%
+ Tariffa fissa

Oltre 100.000,00 EUR

1,8%
+ Tariffa fissa

 

2.4 Tariffe per transazione per i pagamenti tramite carta con il piano tariffario misto

Tipo di pagamento

Tariffa standard PayPal

Calcolo tariffa per commercianti PayPal

Importo monetario aggregato dei pagamenti ricevuti sul conto PayPal nel precedente mese solare

Tariffa per commercianti PayPal (soggetta a ulteriori condizioni in questa sezione 2.8)

Tramite carta (Visa o MasterCard) usufruendo dei Servizi di pagamento con carta online

2,5%
+ Tariffa fissa

0 - 2.500 EUR

2,5%
+ Tariffa fissa

2.500,01 - 10.000,00 EUR

2,0%
+ Tariffa fissa

Oltre 10.000,00 EUR

1,7%
+ Tariffa fissa

 

2.5 Tariffe per transazione per i pagamenti tramite carte con il piano tariffario Interchange Plus

Tipo di pagamento

Tariffa standard PayPal

Calcolo tariffa per commercianti PayPal

Importo monetario aggregato dei pagamenti ricevuti sul conto PayPal nel mese solare precedente

Tariffa per commercianti PayPal (soggetta a ulteriori condizioni in questa sezione 2.8)

Tramite carta (Visa o MasterCard) usufruendo dei Servizi di pagamento con carta online

Commissione interbancaria
(varia all'incirca tra lo 0,2% e il 2,0%)
+ 2,05%
+ Tariffa fissa

0 - 2.500 EUR

Commissione interbancaria
(varia all'incirca tra lo 0,20% e il 2,00%)
+ 2,05%
+ Tariffa fissa

2.500,01 - 10.000,00 EUR

Commissione interbancaria
+ 1,55%
+ Tariffa fissa

Oltre 10.000,00 EUR

Commissione interbancaria
+ 1,25%
+ Tariffa fissa

 

2.6 Glossario

a. Le commissioni interbancarie sono fissate da Visa e MasterCard. Variano all'incirca tra lo 0,20% e il 2,00% e dipendono dai tipi di carte (ad esempio, categoria e marchio). PayPal addebiterà sempre all'utente la commissione interbancaria fissata da Visa e MasterCard così come applicata dal proprio Acquirer. Le singole commissioni interbancarie possono cambiare di volta in volta. Per maggiori informazioni sulle commissioni interbancarie visitare i siti di MasterCard e Visa e le nostre informazioni generali.

b. Le tariffe percentuali (ad esempio, 3,4%) fanno riferimento a un importo pari alla percentuale dell'importo del pagamento.

c. Le tariffe fisse dipendono dalla valuta ricevuta, come segue:
 

Peso argentino:

2,00 ARS

Dollaro neozelandese:

0,45 NZD

Dollaro australiano:

0,30 AUD

Corona norvegese:

2,80 NOK

Real brasiliano:

0,60 BRL

Peso filippino:

15,00 PHP

Dollaro canadese:

0,30 CAD

Zloty polacco:

1,35 PLN

Corona ceca:

10,00 CZK

Rublo russo:

10,00 RUB

Euro:

0,35 EUR

Dollaro di Singapore:

0,50 SGD

Corona danese:

2,60 DKK

Corona svedese:

3,25 SEK

Dollaro di Hong Kong:

2.35 HKD

Franco svizzero:

0,55 CHF

Fiorino ungherese:

90 HUF

Nuovo dollaro di Taiwan:

10,00 TWD

Nuovo Shekel israeliano:

1,20 ILS

Baht tailandese:

11,00 THB

Yen giapponese:

40 JPY

Lira turca:

0,45 TRY

Ringgit malese:

2 MYR

Sterlina inglese:

0,20 GBP

Peso messicano:

4,00 MXN

Dollaro americano:

0,30 USD

2.7 Piano tariffario misto e Interchange Plus

Quando si ricevono pagamenti con carta tramite uno dei nostri servizi di pagamento online con carta utilizzando PayPal Pro o la Soluzione di pagamento telefonico:

  1. il piano tariffario misto verrà applicato fino a quando PayPal non implementerà il piano tariffario Interchange Plus (che, come sarà comunicato più avanti da PayPal nella pagina Aggiornamenti delle Regole accessibile tramite il link Accordi legali presente in tutte le pagine del sito PayPal, avverrà il 9 giugno 2016 o successivamente) ("Lancio di Interchange Plus");
  2. l'utente può scegliere il piano tariffario applicabile al proprio caso al momento del lancio di Interchange Plus o successivamente tramite i metodi o le procedure che PayPal metterà a disposizione prima e dopo il Lancio di Interchange Plus. Se l'utente non effettua una scelta, manterrà il piano tariffario precedente.

L'utente deve scegliere il piano tariffario, il quale verrà applicato solo alle transazioni future, non alle transazioni passate.

2.8 Tariffa per commercianti

La tariffa per commercianti si applica solo ai conti con lo stato Tariffa per commercianti. Tale stato è soggetto a idoneità, richiesta e approvazione da parte di PayPal. PayPal valuterà le richieste caso per caso utilizzando, senza limitazioni, i seguenti criteri: volume di vendite mensili, carrello medio e conto in regola.

2.9 Tariffa aggiuntiva per transazione per ricevere pagamenti internazionali

Quando riceve un pagamento internazionale, l'utente accetta di pagare una tariffa percentuale aggiuntiva secondo la tabella seguente (in base al Paese del mittente).

 Paese del mittente

Importo monetario aggregato dei pagamenti per transazioni commerciali ricevuti tramite PayPal nel precedente mese solare

 

0 – 2.500 EUR

2.500,01 - 10.000 EUR

10.000,01 – 100.000 EUR

Oltre
100.000 EUR

Europa settentrionale*

0,4%

0,6%

0,9%

0,5%

Europa I**/USA/Canada

0,5%

0,7%

1,0%

0,6%

Europa II***

1,3%

1,5%

1,8%

1,4%

Resto del mondo

1,8%

2,0%

2,3%

1,9%

*Danimarca, Finlandia, Groenlandia, Islanda, Isole Aland, Isole Faroe, Norvegia, Svezia.

** Austria, Belgio, Cipro, Estonia, Francia (incluse Guiana francese, Guadalupa, Martinica, Reunion e Mayotte), Germania, Gibilterra, Grecia, Irlanda, Isole della Manica, Isola di Man, Italia, Lussemburgo, Malta, Monaco, Montenegro, Paesi Bassi, Portogallo, San Marino, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Regno Unito e Città del Vaticano.

***Andorra, Albania, Bosnia-Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Georgia, Ungheria, Kosovo, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Macedonia, Moldavia, Polonia, Romania, Federazione Russa, Serbia, Svizzera, Turchia, Ucraina.

Questa tariffa non si applica ai seguenti tipi di pagamento:

  • pagamenti internazionali in euro o corone svedesi effettuati (i) tra conti registrati nell' o (ii) con carte emesse nell'Unione europea o nello Spazio Economico Europeo;
  • pagamenti ricevuti tramite carte che utilizzano i Servizi di pagamento online tramite carta all'interno del piano tariffario Interchange Plus.

2.10 Report mensili sulle transazioni e relative tariffe. PayPal rende disponibili regolari report mensili sulle transazioni tramite carta elaborate con PayPal Pro e la Soluzione di pagamento telefonico e le relative tariffe (incluse le commissioni interbancarie). Tali report possono essere scaricati direttamente dal conto PayPal dell'utente. I report non includono i pagamenti PayPal standard.

2. Contabilizzazione dei pagamenti tramite carta

Verrà aggiunta una nuova clausola 3 che illustra come vengono contabilizzati i pagamenti applicando il piano tariffario Interchange Plus. Tutte le clausole successive nel Contratto per l'utilizzo di PayPal Pro e della Soluzione di pagamento telefonico verranno rinumerate. La nuova clausola 3 stabilisce quanto segue:

3. Contabilizzazione dei pagamenti tramite carta in base al piano tariffario Interchange Plus

L'utente accetta che, quando riceve un pagamento PayPal tramite carta, PayPal può trattenere l'importo sul conto di riserva dell'utente e l'utente invia un ordine di pagamento che autorizza PayPal ad accreditare il denaro sul suo conto di pagamento nel giorno lavorativo in cui PayPal riceve le informazioni sulla commissione interbancaria applicabile al pagamento con carta; a quel punto, il denaro sarà disponibile sul conto di pagamento dell'utente. Mentre il denaro viene trattenuto sul conto di riserva dell'utente, la transazione risulterà "In sospeso" nei dettagli del conto. PayPal non considera l'importo del pagamento con carta sul conto di riserva dell'utente disponibile per l'utente fino a quando PayPal non avrà ricevuto le informazioni sulla commissione interbancaria applicabile dalla propria società di elaborazione pagamenti (ciò può avvenire entro il giorno lavorativo successivo al giorno in cui il pagamento con carta è stato inviato dal titolare della carta).

 

3. Parità tra i metodi di pagamento

La clausola 1.3 sulla parità tra i metodi di pagamento verrà rimossa.

 

4. Definizioni

L'attuale clausola 9 (Definizioni) (che diventerà la nuova clausola 10) verrà modificata con l'aggiunta di una definizione dei pagamenti PayPal standard. Le nuove definizioni sono le seguenti:

Pagamenti PayPal standard: tutti i pagamenti ricevuti da un altro conto PayPal o effettuati tramite un Conto PayPal opzionale.

 

Notifica di modifica agli Accordi legali PayPal

Data di emissione: 06 gennaio 2016 (per le date di entrata in vigore, consultare le singole voci di seguito)
 

Si invita l'utente a leggere il presente documento.

PayPal ha apportato alcune modifiche agli accordi legali che disciplinano il rapporto con l'utente. 

Al fine di acquisire familiarità con le future modifiche, si consiglia di leggere con attenzione il presente avviso.

Non è richiesta alcuna operazione per accettare le modifiche, in quanto entreranno automaticamente in vigore alla data riportata sopra. Qualora l'utente decida di non accettare le modifiche apportate, potrà inviare una comunicazione a PayPal entro la data riportata sopra per chiudere il proprio conto (https://www.paypal.com/it/cgi-bin/?&cmd=_close-account) immediatamente e senza costi aggiuntivi.

Ci auguriamo, tuttavia, che l'Utente continui a utilizzare PayPal e a usufruire dei seguenti vantaggi:

 

È rapido

Non devi digitare i dati della carta ogni volta che paghi con PayPal, quindi la procedura di pagamento è più rapida.

 

È semplice

PayPal è il sistema di pagamento online preferito in Italia perché è sicuro, rapido e facile da usare. Tutto ciò che serve è l'indirizzo email e la password.

Si invita l'utente a consultare gli Accordi legali attualmente in vigore.
 


Notifica di modifica alle Condizioni d'uso Paypal

Data di entrata in vigore: 23 marzo 2016

 

Le Condizioni d'uso modificate sono disponibili al di sotto della versione delle Condizioni attualmente in vigore cliccando qui oppure cliccando il link "Accordi legali" nel piè di pagina delle pagine del sito PayPal.

  1. Informazioni per i rappresentanti legali dei titolari di conto inabili o deceduti

    La sezione 7.1 è stata modificata per chiarire che i rappresentanti legali dei titolari di conto inabili o deceduti possono contattare PayPal per richiedere assistenza in merito alla gestione dei conti in questione. La sezione 7.1 ora stabilisce quanto segue (le modifiche sono sottolineate):

    "7.1 Risoluzione e procedura per la chiusura del conto. Le presenti Condizioni d'uso hanno validità per un periodo di tempo a partire dall'apertura di un conto PayPal fino al momento in cui le presenti Condizioni d'uso vengono risolte per qualsivoglia motivo. In base a quanto previsto al paragrafo 7.2, è possibile chiudere il proprio Conto in qualsiasi momento accedendovi, cliccando l'icona Profilo > Chiudi il tuo conto e seguendo le istruzioni. Con la chiusura del Conto, qualsiasi transazione in sospeso verrà annullata ed eventuali saldi associati ai Metodi di pagamento speciali andranno perduti. L'utente è tenuto a trasferire il saldo non oltre la data di chiusura del conto e la rescissione del presente Contratto. Ulteriori informazioni sulla chiusura del conto sono disponibili nella sezione Aiuto, alla quale è possibile accedere tramite il sito PayPal. I rappresentanti legali di un titolare di conto inabile o deceduto possono contattare PayPal per richiedere assistenza attraverso la sezione Aiuto".
  2. Attività non consentite - Conti collegati

    Ai sensi della sezione 9.1k, controllare un conto collegato a un altro conto utilizzato per eseguire un'attività non consentita è in sé un'attività non consentita. Tale sezione è stata modificata per chiarire come più conti si intendono collegati tra loro. La sezione 9.1.k modificata ora stabilisce quanto segue (inserita nel contesto della parte rilevante della sezione 9.1, con le modifiche sottolineate):

    "9.1 Attività non consentite. In relazione all'uso del sito PayPal, del Conto o dei Servizi o durante le interazioni con PayPal, altri utenti o terze parti, non è consentito:


    k. Controllare un conto collegato a un altro conto utilizzato per eseguire una delle Attività non consentite citate (un conto si intende "collegato" a un altro conto in riferimento a quanto specificato nella presente sezione 9.1.k qualora PayPal abbia ragione di ritenere che entrambi i conti sono controllati dalla stessa personalità giuridica o dallo stesso gruppo di personalità giuridiche -compresi, senza alcuna limitazione, singoli individui -, eventualità particolarmente verosimile qualora i conti presentino determinati elementi in comune, tra cui lo stesso nome utente registrato, lo stesso indirizzo email, lo stesso metodo di pagamento, ad esempio il conto bancario, e/o lo stesso ID utilizzato al fine di usufruire dei servizi dei partner PayPal, ad esempio, l'utilizzo di un ID eBay)".
  3. Protezione vendite

    PayPal può ora escludere dalla copertura del programma di Protezione vendite qualsiasi pagamento non autorizzato avviato in un ambiente non ospitato da PayPal. La sezione 11.1.a è stata modificata al fine di definire tale esclusione e stabilisce ora quanto segue (inserita nel contesto della parte rilevante della sezione 11.1, con le modifiche sottolineate):

    "11.1 Che cosa è la Protezione vendite PayPal?

    Qualora l'utente sia il destinatario di un pagamento effettuato da un cliente ("Destinatario del pagamento"), PayPal potrà rimborsare all'utente un importo per reclami, chargeback o storni presentati nei confronti dell'utente per i seguenti motivi:

    a. un chargeback o storno presentato nei confronti dell'utente per "Pagamento non autorizzato" (fatta eccezione per eventuali "Pagamenti non autorizzati" avviati in un ambiente non ospitato da PayPal); oppure

    b. un chargeback o reclamo presentato nei confronti dell'utente per "Oggetto non ricevuto",

    sempre che PayPal riceva dall'utente la prova di avvenuta spedizione o consegna conformemente ai requisiti illustrati di seguito e soggetti alle ulteriori disposizioni della presente sezione 11 (inclusi, senza limitazioni, i Requisiti di idoneità riportati nella sezione 11.6)".
  4. Errori e transazioni non autorizzate

    Qualora l'utente segnali a PayPal un "Accesso non autorizzato al conto", godrà di determinati diritti ai sensi dei termini e delle condizioni specificati alla sezione 12. Un "Accesso non autorizzato al conto" comprende il caso in cui un estraneo abbia trasferito o possa trasferire denaro dal conto dell'utente senza l'autorizzazione di quest'ultimo, secondo quanto specificato alla sezione 12.1(v). PayPal ha modificato la sezione 12.1(v) affinché la definizione di "Accesso non autorizzato al conto" comprenda anche il caso in cui l'utente abbia collegato il proprio conto alla piattaforma di una terza parte al fine di effettuare pagamenti attraverso la suddetta piattaforma e tale piattaforma sia utilizzata per effettuare pagamenti senza l'autorizzazione dell'utente. La sezione 12.1(v) modificata stabilisce quanto segue (con la precedente formulazione mostrata al fine di definire il contesto e le modifiche apportate sottolineate):

    "12.1 Identificazione di errori e/o transazioni non autorizzate. L'utente può controllare la cronologia delle transazioni in qualsiasi momento accedendo al proprio Conto PayPal e cliccando "Cronologia". È importante avvertire immediatamente PayPal nei seguenti casi: (i) è stata eseguita una transazione non autorizzata dal conto dell'utente, (ii) si è verificato un accesso non autorizzato al conto dell'utente, (iii) la password o il PIN per il servizio PayPal mobile dell'utente è stato compromesso, (iv) qualsiasi dispositivo usato per accedere al Servizio è stato smarrito, rubato o disattivato oppure (v) qualcuno ha trasferito o potrebbe trasferire del denaro utilizzando il conto dell'utente senza la sua autorizzazione (compreso il caso in cui l'utente abbia collegato il proprio conto alla piattaforma di una terza parte, tra cui un sito o un'app, per effettuare pagamenti direttamente dalla piattaforma, ma tale piattaforma sia stata utilizzata per effettuare un pagamento dal conto dell'utente per una transazione non eseguita da quest'ultimo) (collettivamente, "Accesso non autorizzato al conto")..."
  5. Altre modifiche

    Alcune sezioni delle Condizioni d'uso PayPal (in particolare, l'Allegato 1 - Tabella delle tariffe) sono state modificate per rendere più comprensibili i testi esistenti e correggere eventuali errori tipografici.

 

Notifica di modifiche all'Informativa sulla privacy PayPal

Data di entrata in vigore: 23 febbraio 2016

 

L'Informativa sulla privacy PayPal modificata è disponibile di seguito alla versione dell'Informativa attualmente in vigore, cliccando qui, oppure selezionando il link "Accordi legali" nel piè di pagina delle pagine del sito PayPal.

  1. Modalità di condivisione delle informazioni con altri terzi

    La sezione 6 è stata modificata al fine di chiarire il motivo per cui PayPal include nell'Informativa sulla privacy un elenco dei fornitori e dei partner commerciali con cui PayPal potrebbe condividere i dati dell'utente.

    La sezione 6 è stata altresì modificata al fine di specificare le nuove modalità secondo cui PayPal aggiornerà l'elenco di tali terze parti. PayPal aggiornerà il suddetto elenco in una determinata data di ciascun trimestre (1 gennaio, 1 aprile, 1 luglio e 1 ottobre). Si consiglia di verificare l'elenco in ciascuna delle date trimestrali indicate. Le modifiche apportate saranno automaticamente considerate accettate dall'utente dopo 30 giorni da ciascuna di tali date. In caso di obiezioni in merito alle suddette modifiche, l'utente avrà il diritto di chiudere il proprio conto e interrompere l'utilizzo dei servizi offerti da PayPal.

    I primi tre paragrafi della sezione 6 stabiliscono ora quanto segue:

    "Come la maggior parte delle banche o dei fornitori di servizi finanziari o di pagamento, PayPal collabora con altri fornitori di servizi (i quali forniscono importanti funzionalità che consentono a PayPal di offrire un metodo di pagamento semplice, veloce e sicuro) e con altri partner commerciali. Al fine di fornire i suddetti servizi, PayPal deve periodicamente condividere i dati degli utenti con i fornitori e i partner menzionati.

    In generale, le leggi del Lussemburgo che regolamentano la gestione dei dati degli utenti da parte di PayPal (protezione dei dati e segreto bancario) richiedono un livello di trasparenza più alto rispetto alla maggior parte delle leggi dell'Unione europea. A tale scopo, a differenza della maggior parte dei fornitori di servizi Internet o finanziari nell'Unione europea, PayPal elenca nella propria Informativa sulla privacy tutti i fornitori di servizi esterni e tutti i partner commerciali con i quali potrebbe condividere i dati degli utenti, le finalità di tale condivisione e il tipo di dati forniti. Il link alle terze parti di cui sopra è disponibile qui e nei seguenti paragrafi a, b, d e g. Accettando la presente Informativa sulla privacy e mantenendo un conto PayPal, l'utente autorizza espressamente il trasferimento dei propri dati alle terze parti menzionate per i fini specificati.


    PayPal può aggiornare l'elenco delle terze parti di cui sopra ogni trimestre (1o gennaio, 1o aprile, 1o luglio e 1o ottobre). Le modifiche apportate all'Informativa sulla privacy (nuove tipologie di dati, nuove entità o nuovi scopi) saranno rese effettive solo dopo 30 giorni dalla pubblicazione del relativo aggiornamento. Si consiglia di verificare l'elenco sul sito PayPal in ciascuna delle date trimestrali indicate. Qualora l'utente non presenti obiezioni in merito alle nuove modalità di divulgazione entro 30 giorni dalla pubblicazione dell'elenco aggiornato, le eventuali modifiche all'elenco e all'Informativa sulla privacy saranno considerate automaticamente accettate. In caso di obiezioni in merito alle suddette modifiche, l'utente avrà il diritto di chiudere il proprio conto e interrompere l'utilizzo dei servizi offerti da PayPal".

    Il seguente grafico contiene informazioni in merito alle terze parti, alle nuove finalità o alle nuove tipologie di dati aggiunti all'elenco. L'elenco completo delle terze parti è disponibile qui.

Categoria

Nome della terza parte (giurisdizione tra parentesi)

Finalità

Dati divulgati

Marketing e pubbliche relazioni

ThreatMetrix Inc. (USA)

Recuperare i dati sul rischio relativi all'IP e al dispositivo dal quale i clienti accedono a PayPal e ricercare e verificare l'adeguatezza di nuovi prodotti e servizi.

IP e dati dell'hardware relativi al dispositivo (ID del dispositivo, indirizzo IP dell'utente e cookie). Indirizzo email e altre informazioni raccolte durante l'accesso.

Marketing e pubbliche relazioni

Akamai Technologies Inc. (USA)

Società di consegna contenuti: inviare i contenuti delle pagine PayPal dai server locali agli utenti Recuperare inoltre i dati sul rischio relativi all'IP e al dispositivo dal quale i clienti accedono a PayPal e ricercare e verificare l'adeguatezza di nuovi prodotti e servizi.

IP e dati dell'hardware relativi al dispositivo (ID del dispositivo, indirizzo IP dell'utente e cookie). Circostanze della gestione dell'IP.

Agenzie di ricerca creditizia e per la prevenzione delle frodi

Soda Software Labs Limited (UK), Aire Labs Limited (UK), Biz Equity LLC (USA), Bizequity Limited (UK), DueDil Limited (UK), Creditsafe (UK), Creditsafe USA Inc. (USA), MiiCard Limited (UK),Yodlee Inc. (USA)

Verificare l'identità, verificare il collegamento tra un cliente e il suo conto bancario o la sua carta di credito o di debito, prendere decisioni riguardo alla capacità di credito di un cliente (anche, senza limitazioni, rispetto ai prodotti di credito offerti da PayPal), effettuare valutazioni dei rischi sui clienti e controlli per la prevenzione e l'individuazione di crimini inclusi frode e/o riciclaggio di denaro, fornire assistenza nel recupero crediti, gestire i conti PayPal e condurre analisi statistiche, eseguire ricerche e test riguardanti il gradimento di nuovi prodotti e servizi e controlli di sistema.

Nome, indirizzo, numero di telefono, indirizzo email, data di nascita, durata della residenza presso l'indirizzo specificato, documento di identità, forma giuridica, durata dell'attività, numero di registrazione della società, partita IVA, metodo di pagamento, inclusi il conto bancario e i dati della carta di credito/debito (bancomat), se applicabile, e i dettagli rilevanti della transazione, se applicabile. Tutti i dati forniti al momento della richiesta di un prodotto o della funzionalità di un conto (inclusi dati ottenuti tramite gli account di social media o dati relativi alla reputazione online).

Agenzie di ricerca creditizia e per la prevenzione delle frodi

National Credit Bureau (Russia)

Ricevere informazioni commerciali per la valutazione del rischio e la conformità alle normative antiriciclaggio, quali stabilire la struttura societaria e il beneficiario effettivo. Ricevere informazioni per la valutazione del rischio e offrire assistenza nei processi decisionali relativi alla capacità di credito di un cliente (anche, senza limitazioni, in merito ai prodotti di credito offerti da PayPal), effettuare controlli per la prevenzione e l'individuazione di crimini inclusi frode e/o riciclaggio di denaro, assistere nell'attività di recupero crediti, gestire i conti PayPal ed eseguire analisi statistiche, svolgere ricerche e verifiche in merito all'adeguatezza di nuovi prodotti e servizi e condurre verifiche del sistema.

Numero di registrazione della società, nome e indirizzo dell'attività, nome, indirizzo e data di nascita dei direttori, eventuali nomi commerciali, elenco delle aziende presso cui i direttori hanno degli incarichi, data di costituzione/registrazione dell'azienda.

 

Intuit Inc. (USA), Intuit Limited (Regno Unito), The Sage Group plc (Regno Unito), Xero Limited (Regno Unito), Xero Inc. (USA)

Ricevere informazioni per la valutazione del rischio e offrire assistenza nei processi decisionali relativi alla capacità di credito di un cliente (anche, senza limitazioni, in merito ai prodotti di credito offerti da PayPal), effettuare controlli per la prevenzione e l'individuazione di crimini inclusi frode e/o riciclaggio di denaro, assistere nell'attività di recupero crediti, gestire i conti PayPal ed eseguire analisi statistiche, svolgere ricerche e verifiche in merito all'adeguatezza di nuovi prodotti e servizi e condurre verifiche del sistema.

Nome, indirizzo, numero di telefono, indirizzo email, data di nascita, durata della residenza presso l'indirizzo specificato, documento di identità, forma giuridica, durata dell'attività, numero di registrazione della società, partita IVA, metodo di pagamento, inclusi il conto bancario e i dati della carta di credito/debito (bancomat), se applicabile, e i dettagli rilevanti della transazione, se applicabile.

Agenzie di ricerca creditizia e per la prevenzione delle frodi

Yodlee Inc. (USA), Intuit Inc. (USA), Intuit Limited (Regno Unito), The Sage Group plc (Regno Unito), Xero Limited (Regno Unito), Xero Inc. (USA)

Ricevere informazioni per la valutazione del rischio e offrire assistenza nei processi decisionali relativi alla capacità di credito di un cliente (anche, senza limitazioni, in merito ai prodotti di credito offerti da PayPal), effettuare controlli per la prevenzione e l'individuazione di crimini inclusi frode e/o riciclaggio di denaro, assistere nell'attività di recupero crediti, gestire i conti PayPal ed eseguire analisi statistiche, svolgere ricerche e verifiche in merito all'adeguatezza di nuovi prodotti e servizi e condurre verifiche del sistema.

Nome, indirizzo, numero di telefono, indirizzo email, data di nascita, durata della residenza presso l'indirizzo specificato, documento di identità, forma giuridica, durata dell'attività, numero di registrazione della società, partita IVA, metodo di pagamento, inclusi il conto bancario e i dati della carta di credito/debito (bancomat), se applicabile, e i dettagli rilevanti della transazione, se applicabile.

Servizio di Assistenza clienti in outsourcing

Lithium Technologies Inc. (Stati Uniti)

Fornire servizi a seguito del contatto del cliente con PayPal sui social media.

Dati forniti dal cliente tramite i canali di social media che possono includere nome, indirizzo, numero di telefono, indirizzi email, nomi utente nei social media, dati sui metodi di pagamento troncati e limitati o completi (a seconda del caso), date di scadenza dei metodi di pagamento, tipo di conto PayPal, documento di identità, saldo del conto e dettagli sulle transazioni, estratti conto e report del cliente, corrispondenza del conto, dati di spedizione e informazioni promozionali.

Marketing

PaketPLUS Marketing GmbH

Gestire le campagne di marketing, distribuire volantini ai commercianti ed eseguire il follow-up delle campagne.

Nome dell'utente, località, natura e dimensioni della frode sul conto, ragione sociale.

Ricerche di mercato

Eye square GmbH (Germania)

Effettuare sondaggi sull'assistenza clienti e di marketing

Effettuare sondaggi sull'assistenza clienti e di marketing

Partnership commerciali

Harrow Council (Regno Unito)

Pagare il denaro dovuto ai beneficiari tramite PayPal.

Tutti i dati del conto.

Servizi operativi

eBay Enterprise (GSI Commerce) (USA)

Elaborazione dei pagamenti PayPal e assistenza clienti per conto dei commercianti.

Nome, indirizzo, numero di telefono, indirizzi email, dati sui metodi di pagamento troncati e limitati o completi (a seconda del caso), date di scadenza del metodo di pagamento, tipo di conto PayPal, stato del conto, ultime quattro cifre del conto associato ai metodi di pagamento, sort code, saldo del conto e dettagli delle transazioni del conto.

Servizi operativi

Globalcollect (Paesi Bassi)

Elaborare le transazioni PayPal, semplificare la liquidazione di denaro al di fuori del sistema PayPal e attività di report.

Nome, indirizzo, numero di telefono, indirizzi email, dati sui metodi di pagamento troncati e limitati o completi (a seconda del caso), date di scadenza del metodo di pagamento, tipo di conto PayPal, stato del conto, ultime quattro cifre del conto associato ai metodi di pagamento, sort code, saldo del conto e dettagli delle transazioni del conto.

Marketing e pubbliche relazioni

Google Inc., Google Ireland, Ltd. (Irlanda), DoubleClick Europe Ltd (Regno Unito), DoubleClick, una divisione di Google, Inc

Contribuire a identificare i comportamenti sui siti e sull'applicazione per dispositivi mobili di PayPal al fine di guidare le decisioni relative al marketing mirato; aiutare a gestire in modo efficiente e ottimizzare le campagne per computer desktop e dispositivi mobili sul web e realizzare campagne di re-targeting per offrire pubblicità personalizzate.

ID anonimo generato da cookie, pixel tag o tecnologie simili usate all'interno di pagine web, annunci pubblicitari ed email inviati agli utenti. ID pubblicitario e ID del dispositivo per segmentare i gruppi di utenti in base al comportamento delle app, indirizzo email crittografato associato agli utenti PayPal (senza indicare il rapporto con il conto).

Marketing e pubbliche relazioni

Appnexus, Inc. (USA), BlueKai, Inc. (USA), Adobe Systems Incorporated (USA), Mediamath Inc. (USA), Criteo SA (Francia)

Realizzare campagne di re-targeting per offrire pubblicità personalizzate.

ID anonimo generato da cookie, pixel tag o tecnologie simili usate all'interno di pagine web, annunci pubblicitari ed email inviati agli utenti.

Marketing e pubbliche relazioni

Facebook, Inc (USA), Facebook Ireland Limited (Irlanda), Twitter, Inc. (USA), AdRoll, Yahoo

Realizzare campagne di re-targeting per offrire pubblicità personalizzate.

ID pubblicitario e ID del dispositivo per segmentare i gruppi di utenti in base al comportamento delle app, indirizzo email crittografato associato agli utenti PayPal (senza indicare il rapporto con il conto). ID anonimo generato da cookie, pixel tag o tecnologie simili usate all'interno di pagine web, annunci pubblicitari ed email inviati agli utenti.

Marketing e pubbliche relazioni

Conversant Inc. (USA), Commission Junction (USA), Conversant GmbH (Germania), Conversant International Ltd. (Irlanda)

Realizzare e misurare campagne di retargeting per identificare i visitatori e reindirizzarli a campagne pubblicitarie personalizzate.

ID del conto PayPal con hash (se applicabile) e ID del dispositivo usato da una persona specifica, contenuto degli annunci pubblicitari da fornire e segmentazione in un gruppo di utenti ai fini della pubblicità.

Marketing e pubbliche relazioni

StrikeAd UK Ltd. (Regno Unito), Criteo Ltd. (Regno Unito), Criteo Singapore Pte. Ltd (SP), Tapjoy Inc (USA)., Supersonic Ltd., StrikeAd Inc. (USA), Exponential Interactive Inc (USA), InMobi (USA), MoPub Inc. (USA), AdMob Inc (USA), Millenial Media Inc (USA), Tapad Inc, Drawbridge Inc, Mobkoi, (Regno Unito) Fiksu, Inc. (USA), Nanigans, Inc. (USA), Eloqua, una divisione di Oracle Inc., Criteo SA (Francia), Rocket Fuel, StrikeAd Inc. (USA)

Eseguire e misurare le campagne di retargeting per segmentare gli utenti per le campagne di marketing PayPal.

ID anonimo dei cookie, ID pubblicitario e/o ID del dispositivo per segmentare i gruppi di utenti a scopo di marketing.

Marketing e pubbliche relazioni

Alliance Data FHC, Inc., con nome commerciale Epsilon International e/o Epsilon Communication Solutions, S.L

Eseguire campagne di comunicazione outbound, incluso, ad esempio, tramite email e notifiche push.

Informazioni di contatto incluso, tra l'altro, nome, indirizzo email e numero di telefono. ID anonimo dei cookie, ID pubblicitario. Contenuti delle comunicazioni da fornire a utenti specifici e, in base al caso, gruppo di segmentazione al quale la persona appartiene per scopi di comunicazione.

Marketing e pubbliche relazioni

Adjust GmbH (Germania)

Aiutare a identificare il comportamento nell'app per dispositivi mobili per guidare le decisioni sul marketing mirato; aiutare a gestire in modo efficiente e ottimizzare le campagne per dispositivi mobili su social network e sul web.

ID anonimo dei cookie, ID pubblicitario e ID del dispositivo usati da una persona specifica, eventi nell'app per dispositivi mobili sull'uso dell'app stessa da parte di un utente specifico (inclusi, senza limitazioni, accesso e completamento della transazione), ma nessun dato finanziario e sul pagamento. Contenuti pubblicitari da mostrare a utenti specifici e, in base al caso, gruppo di segmentazione al quale la persona appartiene per scopi pubblicitari.

Marketing e pubbliche relazioni

Visual IQ, Inc (USA)

Misurazioni cross-device e di canale.

ID pubblicitario e ID del dispositivo per segmentare i gruppi di utenti in base al comportamento delle app, indirizzo email crittografato associato agli utenti PayPal (senza indicare il rapporto con il conto). ID anonimo generato da cookie, pixel tag o tecnologie simili usate all'interno di pagine web, annunci pubblicitari ed email inviati agli utenti.

Partnership commerciali

VODAFONE SALES & SERVICES LIMITED (Regno Unito)

Attività di marketing e gestione per consentire a PayPal di interfacciarsi con prodotti di terzi come il servizio Vodafone Wallet

Nome, cognome, indirizzo di fatturazione (via, numero civico, città, provincia, CAP, Paese), ID del soggetto che effettua il pagamento, Nonce del metodo di pagamento, CMID/ID metadati del cliente, indirizzo email.

Sistema di elaborazione pagamenti.

Carta Financial Services Limited (Regno Unito)

Attività di elaborazione per consentire a PayPal di interfacciarsi con prodotti di terze parti come il servizio Vodafone Wallet

Nome, cognome, indirizzo di fatturazione (via, numero civico, città, provincia, CAP, Paese), ID del soggetto che effettua il pagamento, Nonce del metodo di pagamento, CMID/ID metadati del cliente, indirizzo email.

Partner

Cloud IQ (Regno Unito)

Fornire assistenza ai clienti business per i servizi PayPal.

Nome del cliente, ragione sociale, numeri di telefono, indirizzi email di contatto, sito, settore commerciale, numero di transazioni PayPal, volume delle transazioni con PayPal, percentuale nazionale/internazionale del volume delle transazioni, dettagli di spedizione, dettagli della carta per il pagamento.

Partner

WebInterpret (Francia)

Fornire assistenza ai clienti business per i servizi PayPal.

Nome del cliente, ragione sociale, numeri di telefono, indirizzi email di contatto, sito, settore commerciale, numero di transazioni PayPal, volume delle transazioni con PayPal, percentuale nazionale/internazionale del volume delle transazioni, dettagli di spedizione, dettagli della carta per il pagamento.

Marketing e pubbliche relazioni

TubeMogul Inc (USA), AdaptTV (Regno Unito)

Realizzare campagne di re-targeting per offrire pubblicità personalizzate.

ID anonimo generato da cookie, pixel tag o tecnologie simili usate all'interno di pagine web, annunci pubblicitari ed email inviati agli utenti.

Agenzie di ricerca creditizia e per la prevenzione delle frodi

Creditsafe UK

Ricevere informazioni commerciali per la valutazione del rischio e la conformità alle normative antiriciclaggio, quali stabilire la struttura societaria e il beneficiario effettivo.

Numero di registrazione della società, nome e indirizzo dell'attività, nome, indirizzo e data di nascita dei direttori

Agenzie

Agenzie per la protezione dei dati con sede in Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Slovacchia, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria.

Fornire alle agenzie indicate le informazioni nell'ambito delle rispettive competenze (a richiesta) e rispondere alle domande e/o richieste degli utenti o di altre parti coinvolte nei Paesi in cui hanno giurisdizione.

Tutti i dati del conto

 

  1. Altre modifiche

    La sezione 2 dell'Informativa sulla privacy PayPal è stata modificata per rendere più comprensibili i testi esistenti.

 

Notifica di modifiche ai Contratti per società commerciali

Data di entrata in vigore: 23 gennaio 2016

 

Sebbene PayPal non sia un contraente dei Contratti per società commerciali, tali contratti influiscono sulla modalità di ricezione dei pagamenti finanziati con carta mediante i servizi PayPal. I Contratti per società commerciali sono accordi diretti tra l'utente e i partner bancari di PayPal, i quali consentono di ricevere pagamenti PayPal finanziati tramite carta. I Contratti per società commerciali si applicano ai venditori di tutto il mondo, pertanto, non tutte le modifiche interessano i venditori residenti in Europa. PayPal ha informato l'utente esclusivamente in merito alle modifiche che interessano i venditori residenti in Europa. 

I Contratti per società commerciali modificati sono disponibili al di sotto della versione dei contratti attualmente in vigore cliccando qui o selezionando il link "Accordi legali" presente nel piè di pagina delle pagine del sito PayPal.

1. Contratto per società commerciali per i servizi di gestione delle carte di credito di HSBC Bank

Fino alla data di entrata in vigore, il contratto dell'utente è stipulato con HSBC Bank Plc (in qualità di Membro) e GPUK LLP (in qualità di Sistema di elaborazione pagamenti). A partire dalla data di entrata in vigore, il ruolo di Membro ai sensi del presente contratto e in relazione ai servizi di gestione carta forniti all'utente ai sensi dello stesso sarà invece assunto da GPUK LLP. Ciò significa che, a partire dalla data di entrata in vigore, GPUK LLP opererà in qualità di Membro e Sistema di elaborazione pagamenti ai sensi del presente contratto. L'utente non deve fare nulla per accettare la variazione.

Solo a titolo informativo, il presente contratto risulta modificato per i venditori non residenti in Europa (i venditori residenti in Europa non sono interessati dalle suddette modifiche).

2. Contratto con società commerciali per Servizi di elaborazione dei pagamenti PayPal eseguiti tramite carta (WorldPay)

Solo a titolo informativo, il presente contratto risulta modificato esclusivamente per i venditori non residenti in Europa. I venditori residenti in Europa non sono interessati dalle suddette modifiche.

 

Modifica al Contratto per l'utilizzo di PayPal Pro e della Soluzione di pagamento telefonico

Data di entrata in vigore: 9 dicembre 2015

 

Si invita l'utente a leggere il presente documento.

Non è richiesta alcuna operazione per accettare le modifiche, in quanto entreranno automaticamente in vigore alla data riportata sopra. Se l'utente decide di non accettarle, entro la data riportata sopra può richiedere a PayPal di chiudere il suo conto (https://www.paypal.com/it/cgi-bin/?&cmd=_close-account) immediatamente e senza costi aggiuntivi.

È stata aggiunta la seguente clausola al Contratto per l'utilizzo di PayPal Pro e della Soluzione di pagamento telefonico:

2.4 Report mensili sulle transazioni e relative tariffe

PayPal rende disponibili regolari report mensili sulle transazioni tramite carta elaborate con PayPal Pro e la Soluzione di pagamento telefonico e le relative tariffe (incluse le commissioni interbancarie). Tali report possono essere scaricati direttamente dal conto PayPal dell'utente. Il primo report sarà disponibile a gennaio 2016 (con i dati sulle transazioni del mese precedente). I report non includono i pagamenti effettuati dai clienti PayPal tramite il proprio conto PayPal.

 

Modifiche agli Accordi legali PayPal

Data di entrata in vigore: 1 luglio 2015

Consigliamo di esaminare con attenzione questi aggiornamenti delle regole per acquisire familiarità con le modifiche in corso di applicazione.

Non è richiesta alcuna operazione per accettare le modifiche, in quanto entreranno automaticamente in vigore alla data riportata sopra. Se l'utente decide di non accettarle, entro la data riportata sopra può richiedere a PayPal di chiudere il suo conto (https://www.paypal.com/it/cgi-bin/?&cmd=_close-account) immediatamente e senza costi aggiuntivi.

Ci auguriamo, tuttavia, che l'Utente continui a utilizzare PayPal e a usufruire dei seguenti vantaggi:

È più sicuro

Quando paghi con PayPal, i tuoi dati finanziari non vengono mai comunicati ai venditori, per garantirti maggiore protezione contro le frodi.

È più veloce

Non devi digitare i dati della carta ogni volta che paghi con PayPal, quindi la procedura di pagamento è più rapida.

È più semplice

PayPal è il sistema di pagamento online preferito in Italia perché è sicuro, rapido e facile da usare. Tutto ciò che serve è l'indirizzo email e la password.

Leggi le Condizioni d'uso attualmente in vigore.

 

Modifiche alle Condizioni d'uso PayPal

  1. Proprietà intellettuale

    È stato aggiunto un nuovo paragrafo alla sezione 1.3, che descrive la licenza e i diritti riconosciuti dall'Utente a PayPal e alle Società del gruppo PayPal (vedi il paragrafo 12 di seguito per la definizione di "Società del gruppo PayPal") di usare i contenuti inseriti per la pubblicazione tramite i Servizi PayPal. Con l'aggiunta di tale paragrafo alle Condizioni d'uso, viene rimosso un paragrafo simile presente nell'Informativa sulla privacy. Il nuovo paragrafo della sezione 1.3 stabilisce quanto segue:

    "Quando l'utente fornisce o inserisce un contenuto (per la pubblicazione online o offline) usando i Servizi, riconosce alle Società del gruppo PayPal il diritto non esclusivo, valido in tutto il mondo, perpetuo, irrevocabile, senza tariffe, sublicenziabile (tramite più livelli) di esercitare tutti i diritti di copyright, pubblicità, marchi e database e di proprietà intellettuale che l'utente ha sui contenuti, in qualsiasi supporto, al momento e nel futuro. Inoltre, nell'ambito massimo consentito dalla normativa applicabile, l'utente rinuncia a ogni diritto morale e si impegna a non rivendicarli nei confronti delle Società del gruppo PayPal, delle società affiliate o altri aventi diritto. L'utente dichiara e garantisce che nessuna delle seguenti attività rappresenta una violazione dei diritti di proprietà intellettuale: fornitura di contenuti a PayPal, pubblicazione dei contenuti usando i Servizi e utilizzo da parte delle Società del gruppo PayPal di tali contenuti (inclusi i lavori da esso derivati) in relazione ai Servizi".
     
  2. Idoneità e tipi di conto

    La sezione 2.2 è stata modificata per chiarire la gamma di tipi di conto offerti attualmente da PayPal. I conti noti in precedenza come conti Premier vengono ora offerti da PayPal come conti Personali. La sezione 2.2 modificata ora stabilisce quanto segue (con conseguenti modifiche apportate ovunque vi siano riferimenti ai conti Premier):

    "2.2 Conto Personale e Business. PayPal offre i seguenti tipi di conto: Personale e Business. Salvo diversi accordi, l'utente può essere titolare solo di un Conto Personale e un Conto Business. Ai titolari di determinati conti Personali potrebbe essere richiesto di modificare la categoria dei rispettivi conti (e in alcuni casi di fornire dati aggiuntivi a PayPal) al fine di usufruire di tutte le funzionalità attualmente disponibili in un conto Personale. Aprendo un conto Business e accettando le presenti Condizioni d'uso, l'utente conferma di non volere utilizzare il Conto principalmente per scopi personali. L'utente accetta che il Conto sia composto dal Conto di pagamento e dal Conto di riserva".
     
  3. Limiti di invio, ricezione e prelievo

    Le sezioni 3.2 (Limite di invio), 4.1 (Rimozione del limite di ricezione) e 6.2a. (Limiti di prelievo) sono state modificate per chiarire le informazioni relative alla rimozione del limite di invio, ricezione e prelievo. La sezioni modificate ora stabiliscono quanto segue:

    "3.2 Limiti di invio. Se l'utente ha un limite di invio periodico sul proprio conto, può visualizzarlo accedendo al conto e cliccando il link "Visualizza limiti" nella pagina "Informazioni generali sul conto". PayPal potrà, a propria discrezione (ad esempio, per limitare i rischi di frode o di credito), imporre dei limiti all'importo di denaro che l'utente può inviare tramite il Servizio.



    4.1 Rimozione del limite di ricezione. Se l'utente ha un limite di ricezione periodico sul proprio conto, può visualizzarlo accedendo al conto e cliccando "Visualizza limiti" nella pagina "Informazioni generali sul conto". PayPal potrà, a propria discrezione (ad esempio, per limitare i rischi di frode o di credito), imporre dei limiti all'importo di denaro che l'utente può ricevere tramite il Servizio. Per aumentare il limite di ricezione, l'utente dovrà attenersi alla procedura riportata di seguito.



    6.2

a. Limiti di prelievo. Per il prelievo di moneta elettronica, l'utente accetta di rispondere alle richieste di verifica dell'identità inoltrate da PayPal, allo scopo di ridurre i rischi di frode o di ottemperare agli obblighi in materia di antiriciclaggio o altri obblighi di legge. È possibile vedere i propri limiti di prelievo periodici, se presenti, accedendo al conto e cliccando sul link "Visualizza limiti" nella pagina "Informazioni generali sul conto". PayPal potrà, a propria discrezione (ad esempio, per limitare i rischi di frode o di credito), imporre dei limiti all'importo di denaro che l'utente può prelevare tramite il Servizio."

  1. Compensazione dei saldi

    La sezione 5.4 è stata modificata in modo che i diritti di compensazione previsti ai sensi della clausola siano estesi soltanto alle Società del gruppo PayPal (e non più a eBay). In breve, i diritti di compensazione stabiliti nella sezione 5.4 prevedono che PayPal possa dedurre tariffe, spese o altri importi citati dovuti a PayPal o alle Società del gruppo PayPal, come descritto in questa sezione, da qualsivoglia saldo del conto controllato dall'utente o di cui l'utente è titolare. La sezione 5.4 modificata ora stabilisce quanto segue:

    "5.4 Compensazione dei saldi. L'utente accetta l'addebito mediante trattenuta sui conti che controlla o di cui è titolare di qualsiasi tariffa, spesa o altro importo dovuto a PayPal e (salvo divieto ai sensi del diritto fallimentare) a qualsiasi altra società del gruppo PayPal. In breve, il diritto di compensazione consente a PayPal di dedurre tali tariffe, spese o altri importi citati in questa sezione da un saldo del conto controllato dall'utente o di cui l'utente è titolare".
     
  2. Sicurezza dello strumento di pagamento

    La sezione 9.2 è stata integrata con le nuove sottosezioni 9.2.h e 9.2.i, nonché con una dicitura aggiuntiva alla sottosezione 9.2j (che diventerà la nuova sottosezione 9.2l) con le quali, in generale, si richiede all'utente di eseguire le azioni indicate per preservare la sicurezza dello strumento di pagamento. La sezione 9.2 modificata stabilisce quanto segue:

    "9.2 Sicurezza dello strumento di pagamento. L'utente accetta di effettuare le azioni riportate di seguito per preservare la sicurezza dello strumento di pagamento:
    1. non effettuare alcuna attività non consentita;
    2. tenere i dettagli dei propri metodi di pagamento, password e PIN al sicuro;
    3. non consentire a terzi di ottenere o utilizzare i dettagli dei propri metodi di pagamento, password o PIN;
    4. non divulgare i dettagli dei propri metodi di pagamento, password o PIN tranne che per l'uso del servizio;
    5. non scrivere mai la password o il PIN in un modo che possa consentirne la comprensione da parte di terzi;
    6. evitare di scegliere una password o un PIN troppo facile da ricordare per l'utente, ad esempio una sequenza di lettere o numeri facile da indovinare;
    7. assicurarsi che nessuno veda la password o il PIN quando li si utilizza;
    8. assicurarsi di disconnettersi da tutte le applicazioni associate al pagamento sul proprio dispositivo quando lo si utilizza per accedere al Servizio e/o quando altri potrebbero accedervi (ad esempio, in caso di dispositivo condiviso con altri individui o di utilizzo del dispositivo attraverso connessioni Internet pubbliche e non sicure, come le tipiche aree "free-WiFi");
    9. evitare l'utilizzo di funzionalità che salvino o memorizzino la password o il PIN sul dispositivo di accesso;
    10. rispettare tutte le istruzioni ragionevoli che PayPal può emettere in relazione alla sicurezza dello strumento di pagamento;
    11. mantenere aggiornati i dati personali del proprio conto. PayPal può non essere in grado di rispondere se viene contattata dall'Utente in merito al suo conto da un indirizzo, numero di telefono o indirizzo email non registrato su PayPal; e
    12. intraprendere tutte le azioni ragionevoli per proteggere la sicurezza del dispositivo elettronico personale con il quale si accede ai Servizi (inclusi, tra gli altri, l'uso di un dispositivo personalmente configurato con protezione con PIN e/o password per accedere ai Servizi). Qualora l'utente smarrisca il proprio dispositivo, deve informare immediatamente PayPal ed eliminare il dispositivo dalle impostazioni del conto PayPal".
       
  3. Responsabilità dell'utente - Blocco temporaneo per transazioni e pagamenti contestati a eBay o ad acquirenti, derivante dalla procedura di risoluzione di eBay

    Il secondo paragrafo della sezione 10.1 è stato modificato per chiarire:
    • le condizioni in base alle quali PayPal può decidere di bloccare temporaneamente il conto dell'utente per coprire l'importo del pagamento da questi ricevuto per un acquisto per cui è stato presentato un reclamo nell'ambito della procedura di risoluzione di eBay;
    • le istruzioni fornite dall'utente a PayPal per il pagamento a eBay o all'acquirente (a seconda dei casi) degli importi dovuti al destinatario in questione in conformità ai termini della procedura di risoluzione di eBay.
    La sezione 10.1.d modificata stabilisce quanto segue:

    "d. Blocco temporaneo per le transazioni contestate. Se un acquirente presenta un reclamo, chargeback o storno per un pagamento ricevuto dall'utente, PayPal bloccherà temporaneamente i fondi sul conto a copertura dell'intero importo del reclamo, del chargeback o dello storno. Tale blocco non implica una limitazione dell'utilizzo del Conto in relazione ai fondi non associati al reclamo, chargeback o storno, a meno che non sussistano altre motivazioni. Se la contestazione viene decisa a favore dell'utente o se il pagamento è valido in base alle condizioni della Protezione vendite PayPal, il blocco sarà rimosso e l'accesso ai fondi in questione sarà ripristinato. Se la contestazione non viene decisa a favore dell'utente, PayPal rimuoverà il denaro in questione dal Conto dell'utente.

    Tale processo si applica inoltre a qualsiasi reclamo presentato da un acquirente a eBay attraverso la procedura di risoluzione di eBay, a patto che l'utente abbia autorizzato eBay a utilizzare il proprio conto PayPal per pagare gli importi dovuti a eBay o all'acquirente (a seconda dei casi) ai sensi dei termini della procedura di risoluzione di eBay ("Importi autorizzati") e che eBay abbia notificato PayPal in merito al reclamo. Nella misura in cui le precedenti disposizioni siano rispettate, l'utente autorizza e incarica PayPal per l'elaborazione dei pagamenti di tutti gli Importi autorizzati dal proprio conto PayPal a eBay o all'acquirente (a seconda dei casi) secondo le istruzioni inviate da eBay a PayPal, tuttavia accetta che PayPal possa considerare tale autorizzazione al pagamento per eventuali Importi autorizzati come cancellata e che PayPal non sarà obbligata a portare a termine il pagamento qualora PayPal, (a propria discrezione) decida che il reclamo sarebbe stato risolto a favore dell'utente qualora fosse stato presentato come reclamo a PayPal. Tutti i reclami presentati direttamente a eBay sono disciplinati esclusivamente dalle regole di eBay. I termini del programma Protezione venditori PayPal non copre i venditori rispetto ai reclami presentati dagli acquirenti direttamente a eBay".
     
  4. Azioni di PayPal

    La sezione 10.2 è stata modificata per:
    • rimuovere i riferimenti a eBay come parte tutelata dalle diverse azioni che PayPal può intraprendere ai sensi della sezione stessa;
    • inserire la nuova sottosezione j che consente a PayPal di sospendere l'idoneità dell'utente alla Protezione venditori PayPal e/o alla Protezione acquisti PayPal ai sensi della presente sezione (con rimozione del paragrafo "Sospensione dell'idoneità" nella sezione 11.6 (Programma di protezione venditori - Requisiti per l'idoneità)).
    Le parti modificate della sezione 10.2 ora stabiliscono quanto segue (inserite nel contesto della parte rilevante della sezione 10.2):

    "10.2 Azioni di PayPal. Se l'utente compie attività non consentite, PayPal può intraprendere varie azioni per proteggere PayPal, un altro utente, una terza parte o l'utente in questione da storni, chargeback, reclami, spese, penali, sanzioni e qualsiasi altra attribuzione di responsabilità. Le azioni cui potremo fare ricorso includono ma non sono limitate solo a quanto segue:



    j. L'idoneità dell'utente per la Protezione venditori PayPal e/o la Protezione acquisti PayPal può essere sospesa".
     
  5. Blocco dei pagamenti

    È stata aggiunta una breve frase al secondo paragrafo della sezione 10.5a.ii per indicare che PayPal può notificare all'utente il blocco dei pagamenti applicato ai sensi della sezione 10.5 attraverso terze parti autorizzate. La sezione 10.5a modificata ora stabilisce quanto segue:

    "10.5 Blocco dei pagamenti

    a. L'utente accetta che in caso di:

i. l'utente dovesse ricevere un pagamento che comporta un rischio relativo alla transazione o

ii. fosse presente un livello di rischio o esposizione più elevato di quello ritenuto accettabile associato al conto dell'utente (sulla base delle informazioni a disposizione di PayPal al momento opportuno e al livello di rischio o di esposizione ritenuto accettabile da PayPal in qualsiasi circostanza),

PayPal può, a sua propria discrezione e ragionevolmente, stabilire un blocco su un pagamento specifico o su tutti i pagamenti. Qualora PayPal blocchi il denaro presente sul Conto dell'utente, comunicherà all'utente la durata del blocco; il denaro sarà trasferito sul Conto di riserva e comparirà come "In sospeso" nel saldo PayPal. PayPal può notificare il blocco all'utente attraverso terze parti autorizzate (tra cui piattaforme partner su cui l'utente effettua transazioni)".

  1. Errori e transazioni non autorizzate - Identificazione degli errori e/o di transazioni non autorizzate

    La sezione 12.1 è stata modificata per chiarire che è molto importante avvertire immediatamente PayPal se si ha motivo di credere che un dispositivo utilizzato per accedere ai Servizi sia stato smarrito, rubato o disattivato. La sezione chiarisce inoltre che l'utente sarà ritenuto responsabile in caso di uso non autorizzato del conto se dovesse emergere che è stato coinvolto nelle attività elencate al termine della sezione. La sezione 12.1 modificata ora stabilisce quanto segue:

    "12.1 Identificazione degli errori e/o transazioni non autorizzate. L'utente può controllare la cronologia delle transazioni in qualsiasi momento accedendo al proprio Conto PayPal e cliccando "Cronologia". È importante avvertire immediatamente PayPal nei seguenti casi: (i) è stata eseguita una transazione non autorizzata dal conto dell'utente, (ii) si è verificato un accesso non autorizzato al conto dell'utente, (iii) la password o il PIN per servizio PayPal mobile dell'utente è stato compromesso, (iv) qualsiasi dispositivo usato per accedere al Servizio è stato smarrito, rubato o disattivato oppure (v) qualcuno ha trasferito o potrebbe trasferire del denaro utilizzando il conto dell'utente senza la sua autorizzazione ("Accesso non autorizzato al conto"). L'utente deve anche avvertire immediatamente PayPal se ha motivo di ritenere che si siano verificati errori sul proprio Conto. Al fine di notificare a PayPal immediatamente gli eventi sopra elencati, è vivamente consigliato controllare regolarmente il conto. L'utente non sarà ritenuto responsabile in caso di uso non autorizzato del proprio conto da parte di terzi, a condizione che sia in grado di dimostrare di non avere deliberatamente consentito a soggetti terzi di accedere al proprio ID e/o alla propria password PayPal o al proprio dispositivo mentre era connesso ai Servizi PayPal. PayPal riterrà l'utente responsabile per uso non autorizzato del conto se dovesse essere in possesso di prove che suggeriscono: che l'utente ha deliberatamente agito al fine di consentire a un terzo di ottenere l'accesso al nome utente PayPal e/o a password/PIN; che l'utente ha agito con dolo o con evidente negligenza in relazione agli obblighi previsti circa l'utilizzo dello strumento di pagamento come stabilito dalle presenti Condizioni d'uso".
     
  2. Protezione venditori PayPal

    La sezione 11 è stata modificata per includere gli aggiornamenti alla Protezione venditori PayPal:
    1. Aggiunta della definizione di Destinatario del pagamento (con conseguente modifica della sezione 11.1)
    2. Rimozione della distinzione tra acquisti effettuati da un acquirente su eBay o al di fuori (con conseguente modifica della sezione 11.2)
    3. Modifica dei criteri di sospensione della Protezione venditori PayPal (con conseguente modifica della sezione 11.3).

    Le parti modificate della sezione 11 stabiliscono quanto segue:

    "11.1 Che cosa è la Protezione venditori PayPal?

    Qualora l'utente sia il destinatario di un pagamento effettuato da un cliente ("Destinatario del pagamento"), PayPal rimborserà all'utente un importo per reclami, chargeback o storni eseguiti sul conto dell'utente per i seguenti motivi: (...)"

    "11.2 La Protezione venditori PayPal è disponibile per:

    Venditori con un conto PayPal registrato in Italia che ricevono pagamenti PayPal da acquirenti che fanno acquisti idonei (in tutto il mondo e ovunque PayPal sia accettato)".

    "11.3 In che misura PayPal protegge il venditore? 

    PayPal corrisponderà l'intero importo di un pagamento valido oggetto di reclami, chargeback o storni e rinuncerà all'addebito di spese di chargeback, se applicabili.

    1. PayPal può sospendere l'idoneità dell'utente alla Protezione vendite PayPal qualora ritenga ragionevolmente che esista un maggiore rischio associato al conto di quest'ultimo. Al fine di valutare tale rischio, PayPal terrà conto dei seguenti fattori:
      • l'importo totale e/o il numero oggetto di reclami chargeback o storni emessi a discapito del conto PayPal dell'utente;
      • il ragionevole rischio che il conto dell'utente comporta ai fini dell'integrità di PayPal e dei rispettivi sistemi;
      • le potenziali perdite per PayPal o per i rispettivi utenti.
    2. PayPal può sospendere l'idoneità dell'utente alla Protezione vendite PayPal qualora sia collegata o associata a un altro conto sospeso.
    3. PayPal può revocare la sospensione in questione qualora non rilevi più l'esistenza di un maggiore rischio associato al conto dell'utente".
  1. Protezione acquisti PayPal

La sezione 13 è stata modificata per includere gli aggiornamenti alle Regole della Protezione acquisti PayPal.  Le modifiche:

  1. migliorare le condizioni dei rimborsi ai sensi della Protezione acquisti PayPal per utenti PayPal (con conseguente modifica delle sezioni 13.2 e 13.3) tramite:
    1. estendendo la gamma di acquisti idonei per tutti gli utenti, al fine di coprire:
      1. oggetti non tangibili (ad esempio diritti di accesso a contenuti digitali e altre licenze);
      2. servizi;
      3. biglietti di viaggio;
    2. interrompendo l'attuazione di alcuni risultati delle regole e/o azioni di eBay (come elencato nella sezione 13.3.b, eliminata di conseguenza);
    3. non rendendo più condizione necessaria per il rimborso l'uso del pulsante di eBay "Paga adesso" o del pulsante "Invia denaro" (con conseguente eliminazione della sezione 13.2.c. i et ii);
  2. chiarire la responsabilità dell'utente verso PayPal qualora PayPal si pronunci a favore dell'acquirente (con conseguente modifica della sezione 13.6);
  3. chiarire i diritti dell'utente in base alla Protezione acquisti PayPal se (come acquirente) l'utente ha già ricevuto un rimborso per l'acquisto direttamente dal Destinatario del pagamento o da un'altra terza parte (con conseguente modifica della sezione 13.12).

Le parti modificate della sezione 13 (come sopra descritto) stabiliscono quanto segue:

"13.2 Quali sono i requisiti di idoneità per usufruire della Protezione acquirenti PayPal? 

Sono necessari tutti i requisiti elencati di seguito:

  1. Il pagamento deve riguardare un oggetto idoneo ed essere effettuato dal conto PayPal dell'utente (vedere la sezione 13.3 per ulteriori dettagli sugli oggetti idonei);
  2. Pagare l'intero importo dell'oggetto idoneo con un unico pagamento. Gli oggetti acquistati con più pagamenti, ad esempio un deposito seguito da un saldo finale, non sono idonei.
  3. Invio del pagamento al venditore mediante:
    1. per i reclami "Notevolmente non conforme alla descrizione" (SNAD) relativi agli acquisti idonei effettuati: la sezione "Invia denaro" del sito PayPal cliccando "Acquisto di beni o servizi" o il flusso di pagamento PayPal del venditore (inclusa, senza limitazione, la funzionalità "Pagamenti nei negozi", se utilizzata dal venditore);
  4. Apertura di una contestazione entro 180 giorni dalla data di invio del pagamento, seguendo la procedura di risoluzione delle contestazioni online descritta in "Come posso risolvere il mio problema?" nella sezione 13.5".

"13.3 Quali tipi di pagamento sono idonei a ricevere un rimborso in base alla Protezione acquirenti PayPal?

  1. Gli acquisti della maggior parte di merci e servizi sono idonei (compresi biglietti di viaggio e i beni intangibili come i diritti di accesso a contenuti digitali e altre licenze), fatta eccezione per l'acquisto dei seguenti beni:
    • immobili (incluse, senza alcuna limitazione, proprietà residenziali)
    • aziende
    • veicoli (inclusi, tra gli altri, veicoli a motore, motociclette, caravan, aeroplani e imbarcazioni)
    • oggetti personalizzati (a meno che non vengano indicati come non ricevuti)
    • oggetti vietati dalle Regole sull'utilizzo consentito di PayPal
    • macchinari industriali utilizzati nella produzione
    • apparecchiature per ufficio o fabbrica
    • oggetti equivalenti a contanti (inclusi, tra gli altri, i buoni regalo)
    • oggetti acquistati tramite la funzionalità Zong, Pagamenti avanzati su sito web o Soluzione di pagamento telefonico (se disponibili)
    • Pagamenti a titolo di transazione personale.

    Destinatario del pagamento? Qualora PayPal adotti una decisione definitiva a favore dell'acquirente in merito al problema dell'acquirente stesso, l'utente sarà responsabile verso PayPal per l'importo che PayPal può rimborsare all'acquirente. PayPal non sarà obbligata a rimborsare le tariffe PayPal dell'utente associate alla transazione in questione o qualsiasi altra tariffa addebitata dal conto PayPal dell'utente da una terza parte associata alla transazione (ad esempio le tariffe addebitate dalla piattaforma di una terza parte su cui l'utente effettua la propria vendita). In alcuni casi (ad esempio, se un reclamo SNAD si conclude a sfavore dell'utente perché emerge che l'oggetto venduto è contraffatto), l'utente potrebbe non vedersi restituito l'oggetto (ad esempio, le autorità competenti potrebbero prendere il controllo e/o il possesso dell'oggetto o quest'ultimo potrebbe essere altrimenti distrutto definitivamente).

    "13.6 In che modo viene risolto il reclamo?

    Dopo che una contestazione è stata convertita in reclamo, PayPal prende la decisione finale a favore dell'acquirente o del venditore. Potrà venire richiesto di fornire ricevute, valutazioni di terzi, verbali di polizia o altro specificato da PayPal per indagare sul reclamo. La decisione finale a favore dell'acquirente o del venditore è a completa discrezione di PayPal e viene presa in base a qualsiasi criterio ritenuto appropriato da PayPal. Nel caso in cui PayPal si pronunci a favore dell'acquirente o del venditore, le parti devono attenersi alla decisione di PayPal. PayPal può richiedere all'acquirente di rispedire al venditore l'oggetto reputato "Notevolmente non conforme alla descrizione" a un indirizzo fornito da PayPal durante la revisione del reclamo (con spese a carico dell'acquirente) e PayPal può richiedere a un venditore di accettare la restituzione dell'oggetto e di rimborsare l'acquirente per l'intero prezzo di acquisto più le spese di spedizione iniziali. Se il venditore rifiuta di accettare l'oggetto, PayPal può concludere il reclamo in favore dell'acquirente, sempre che quest'ultimo abbia fornito prove soddisfacenti a PayPal che l'oggetto è stato inviato al venditore a un indirizzo fornito all'acquirente da PayPal durante la revisione del reclamo. Nel caso in cui il reclamo fosse risolto a sfavore del venditore, il venditore non avrà diritto ad alcun rimborso in relazione alle tariffe PayPal associate alla transazione in questione o qualsiasi altra tariffa addebitata dal conto PayPal dell'utente da una terza parte associata alla transazione (ad esempio le tariffe addebitate dalla piattaforma di una terza parte su cui l'utente effettua la propria vendita)".

    "13.12 Doppie richieste di rimborso non consentite

    All'utente non è consentito aprire una contestazione o inviare reclamo né ricevere un rimborso in base alla Protezione acquisti PayPal se ha già ricevuto un rimborso per lo stesso acquisto direttamente dal Destinatario del pagamento o da un'altra terza parte"

  1. Contratto completo e diritti di terze parti

La sezione 14.8 è stata aggiornata per chiarire che sono i diritti delle Società del gruppo PayPal (non di eBay), come specificato nelle Condizioni d'uso, a poter essere esercitati contro l'utente ai sensi delle Condizioni d'uso. La sezione 14.8 modificata ora stabilisce quanto segue:

"14.8 Contratto completo e diritti di terze parti. Le presenti Condizioni d'uso (incluso qualsiasi Allegato)costituiscono l'intero accordo tra l'utente e PayPal per quanto riguarda il Servizio. Le sezioni 1, 7, 8, 10, 14, 15 e l'Allegato 1, nonché eventuali altri termini che per la loro natura sono destinati a rimanere in vigore, avranno validità anche dopo la rescissione del presente accordo. Se una qualsiasi disposizione delle presenti Condizioni d'uso dovesse essere ritenuta non valida o non applicabile, tale disposizione verrà eliminata; le disposizioni rimanenti verranno comunque applicate. Ai sensi del Contracts (Rights of Third Parties) Act 1999, un soggetto che non rappresenta una delle parti vincolate dalle presenti Condizioni d'uso non ha il diritto di avvalersi o di applicare i termini delle presenti Condizioni d'uso (ad eccezione delle Società del gruppo PayPal nel rispetto dei rispettivi diritti previsti dalle presenti Condizioni d'uso), senza che ciò incida sugli eventuali diritti o rimedi per le terze parti esistenti o disponibili fatto salvo quanto stabilito dal Contracts Act".

  1. Definizioni

La sezione 15 è stata modificata per includere i seguenti termini, nuovi o aggiornati, e le relative definizioni:

  • "Evento" indica quanto descritto alla sezione 13.13.
  • "Destinatario del pagamento" indica quanto descritto alla sezione 11.1.
  • "Società del gruppo PayPal" indica PayPal Holdings Inc. e le società affiliate e collegate (tra cui, senza limitazioni, PayPal) a seconda dei casi".
  • "Servizi" indica tutti i prodotti, servizi, contenuti, caratteristiche, tecnologie o funzioni offerte da PayPal e dai siti, dalle applicazioni e dai servizi associati".
  1. Tariffe per le transazioni personali internazionali

La tariffa per l'invio o la ricezione di una Transazione personale internazionale ricevuta da un destinatario residente in Brasile, il cui pagamento sia effettuato in tutto o in parte tramite carta di debito o di credito, è stata ridotta dal 7,4% + tariffa fissa al 5,99% + tariffa fissa. La voce pertinente nella tabella delle tariffe per le transazioni personali internazionali in "Allegato 1. Tabella delle tariffe" (nel contesto delle intestazioni della colonna) ora stabilisce quanto segue:

Paese del destinatario

Paese del mittente

Tariffa per pagamenti completamente finanziati tramite il saldo PayPal o il conto bancario

Tariffa per pagamenti completamente o parzialmente finanziati tramite carta di debito (bancomat) o carta di credito

Brasile

Qualsiasi Paese

1,0%^

5,99% + tariffa fissa^

  1. Tariffe per  la ricezione di transazioni commerciali nazionali

Il link alla pagina della Tariffa per commercianti è stato rimosso e la Tariffa per commercianti è stata aggiunta alla tabella:

Ricezione (vendita) di pagamenti nazionali

3,4% + tariffa fissa (vedere la tabella riportata di seguito)

Tariffa per commercianti (soggetta a richiesta e approvazione preventiva da parte di PayPal. Valutata caso per caso, compresi, senza limitazioni, i seguenti criteri: volume di vendite mensili, carrello medio e conto in regola):


 

Importo monetario cumulativo dei pagamenti per transazioni commerciali ricevuti nel precedente mese solare

Tariffa per transazione

€ 0,00 - € 2.500,00

3,4% + tariffa fissa

€ 2.500,01 - € 10.000,00

2,7% + tariffa fissa

€ 10.000,01 - €100.000,00

2,2% + tariffa fissa

oltre € 100.000,00

1,8% + tariffa fissa

 

 

  1. Tariffe per la ricezione di eCheque

Le tariffe per la ricezione di eCheque sono state eliminate poiché tale funzionalità non è più attivata per l'Italia.

  1. Altre modifiche

Alcune sezioni delle Condizioni d'uso PayPal sono state modificate per rendere più comprensibili i testi esistenti e correggere eventuali errori tipografici.

 

Modifica all'Informativa sulla privacy PayPal

Data di entrata in vigore: 1 luglio 2015

 

La presente notifica ha lo scopo ti informare l'utente che PayPal sta modificando la propria Informativa sulla Privacy, anche per riflettere il nuovo rapporto che PayPal avrà con eBay Inc. e le società del gruppo ("eBay") in seguito al fatto che non sono più affiliate da un controllo societario comune. L'aggiornamento dell'Informativa sulla privacy di PayPal entrerà in vigore il 1° luglio 2015, e le modifiche comprenderanno quanto segue:

  1. Informazioni generali

    È stata aggiunta una nuova definizione di "informazioni", perché PayPal tutela i dati personali dei propri utenti (persone fisiche) nello stesso modo con cui tutela le informazioni dei commercianti (soggetti giuridici). La nuova definizione stabilisce quanto segue:

    "Ai fini della presente Informativa sulla privacy, il termine "informazione" indica qualsiasi informazione riservata e/o personalmente identificabile o altre informazioni relative agli utenti dei Servizi PayPal, inclusi, a titolo esemplificativo, clienti e venditori (soggetti giuridici)".
     
  2. Regolamenti aziendali vincolanti

    PayPal si impegna a proteggere i dati personale dell'utente a prescindere dal luogo in cui risiedono. In quanto soggetto a sé stante, PayPal si affiderà a una serie di metodi per garantire l'adeguato trasferimento all'estero delle informazioni, compresi meccanismi contrattuali. Il titolo della sezione "Regolamenti aziendali vincolanti" è stato modificato in "Trasferimento internazionale dei dati personali" e formulazione della sezione è stata aggiornata per riflettere la situazione. La nuova sezione stabilisce quanto segue:

    "PayPal si impegna a proteggere le informazioni dell'utente a prescindere dal luogo in cui risiedono i dati e a fornire una protezione adeguata delle informazioni nel caso in cui tali dati siano trasferiti al di fuori dello Spazio Economico Europeo".
     
  3. Dati raccolti

    Informazioni ottenute da terzi

    È stato aggiunto un nuovo paragrafo che stabilisce che PayPal può raccogliere informazioni sull'utente da membri appartenenti al gruppo aziendale di PayPal, da altre aziende e altri conti che PayPal ha ragione di credere siano controllati dallo stesso utente. Il nuovo paragrafo stabilisce quanto segue:

    "Informazioni sull'utente da altre fonti: PayPal può anche raccogliere informazioni sull'utente da altre fonti, inclusi i membri appartenenti al gruppo aziendale di PayPal, altre aziende (in base alla loro informativa sulla privacy e alle leggi vigenti), e altri conti che PayPal ha ragione di credere siano controllati dallo stesso utente (in parte o del tutto)".
     
  4. Uso di cookie, web beacon, archiviazione locale e tecnologie simili da parte di PayPal

    La sezione è stata semplificata e alcune delle frasi sono state spostate per creare regole separate in materia di cookie, web beacon e tecnologie simili (che saranno accessibili tramite un link). Tali regole illustrano più dettagliatamente l'uso che PayPal fa di tali tecnologie per scopi di mitigazione dei rischi e rilevamento delle frodi. La nuova sezione stabilisce quanto segue:

    "Quando l'utente accede al sito Web o usa i Servizi di PayPal, PayPal (incluse le aziende con cui PayPal stessa lavora) può posizionare file di dati di piccole dimensioni sul computer o su altri dispositivi dell'utente. Questi file di dati possono essere cookie, pixel tag, "flash cookie" o altri archivi locali forniti dal browser dell'utente o da applicazioni associate (definiti collettivamente "Cookie"). PayPal usa i cookie per riconoscere i propri clienti, personalizzare i Servizi, i contenuti e la pubblicità di PayPal, misurare l'efficacia delle promozioni, garantire la sicurezza dei conti, contenere i rischi e prevenire le frodi, nonché promuovere la fiducia e la sicurezza nei confronti dei siti e dei Servizi PayPal. L'utente può rifiutare i Cookie di PayPal se il browser o gli add-on del browser lo consentono, a meno che i Cookie di PayPal non siano richiesti per prevenire le frodi o per garantire la sicurezza dei siti web che PayPal stessa controlla. Tuttavia, il rifiuto dei cookie potrebbe interferire con l'utilizzo del sito web e dei Servizi PayPal. Per informazioni più dettagliate sull'uso di tali tecnologie fare riferimento alle regole di PayPal su Cookie, Web beacon e Tecnologie simili".

    È stata inoltre aggiunta una frase in materia di comunicazioni con l'utente (ad es., per l'assistenza clienti) ed è stato chiarito che PayPal può archiviare le risposte fornite tra i dati del conto. La nuova frase stabilisce quanto segue:

    "Comunicazioni: quando l'utente comunica con PayPal, tramite l'Assistenza clienti o con altri mezzi (come, ad esempio, e-mail, fax, telefono, tweet, ecc.), PayPal può archiviare tali informazioni, incluse le risposte fornite, tra i dati del conto".
     
  5. Destinatari che non hanno un conto PayPal e richieste

    È stata inoltre modificata la formulazione riguardante gli utenti che interagiscono con persone fisiche che non sono utenti registrati dei Servizi PayPal. Tale sezione illustra come PayPal possa raccogliere i dati personali di utenti non registrati ai Servizi PayPal, se tali utenti non registrati interagiscono con un utente registrato dei Servizi PayPal. La nuova formulazione stabilisce quanto segue:

    "Persone fisiche che non sono Utenti registrati dei Servizi PayPal e relative Richieste: quando un utente registrato dei Servizi PayPal cerca di portare a termine una transazione con una persona fisica che non è un utente registrato dei Servizi PayPal (inviando, ad esempio, un pagamento, utilizzando un altro tipo di servizio oppure richiedendo un pagamento da tale persona fisica), PayPal archivierà le informazioni che l'utente registrato dei Servizi PayPal invia a PayPal, tra cui, ad esempio, l'indirizzo e-mail della controparte, il numero di telefono e/o il nome. Sebbene questi dati siano archiviati per un determinato periodo di tempo in conformità alle leggi vigenti, PayPal non userà tali dati per relazionarsi con la persona non registrata. Inoltre, tali soggetti usufruiscono degli stessi diritti di accesso e correzione dei dati personali (presupponendo che i dati forniti siano corretti) riconosciuti a tutti gli altri utenti dei Servizi PayPal".
     
  6. Uso e divulgazione dei dati da parte di PayPal

    È stata aggiunta una nuova definizione di Dati del conto (le informazioni associate al conto PayPal di un utente). La nuova definizione è:

    "Dati del conto: ai fini della presente Informativa sulla privacy, tra i dati del conto ("Dati del conto") sono inclusi, a titolo esemplificativo: nome, indirizzo, indirizzo email, numero di telefono, nome utente, fotografia, indirizzo IP, ID del dispositivo, informazioni di localizzazione, numero di conto, tipo di conto, dettagli degli strumenti di finanziamento associati al conto, dati su pagamenti e transazioni commerciali, rapporti ed estratti conto dei clienti, preferenze conto, dati sull'identità raccolti nell'ambito delle verifiche sul cliente eseguite sull'utente e sulla sua corrispondenza".

    Inoltre, tale sezione è stata aggiornata ed evidenzia gli scopi per cui PayPal utilizza i dati personali, inclusa la verifica dell'identità personale, l'esecuzione e la personalizzazione dei Servizi PayPal e i motivi e i metodi di PayPal per contattare l'utente.

    "PayPal raccoglie, archivia ed elabora le informazioni dell'utente sui server negli Stati Uniti e in altri paesi del mondo in cui sono ubicati i centri PayPal. L'obiettivo principale della raccolta di dati personali è fornire all'utente un'esperienza d'uso sicura, semplice, efficace e personalizzata. L'utente acconsente che PayPal possa utilizzare i propri dati personali ai seguenti scopi:
    • elaborare le transazioni e fornire i Servizi PayPal;
    • verificare l'identità dell'utente, anche durante i processi di creazione del conto e di reimpostazione della password;
    • risolvere contestazioni, riscuotere tariffe e risolvere problemi;
    • gestire i rischi o individuare, prevenire e/o porre rimedio a frodi o ad altre attività potenzialmente illegali o proibite;
    • individuare, prevenire o porre rimedio a violazioni delle regole o dei relativi accordi con gli utenti;
    • fornire all'utente i servizi di assistenza clienti;
    • migliorare i Servizi PayPal personalizzando l'esperienza dell'utente;
    • misurare le prestazioni dei Servizi PayPal e migliorare contenuti e relativa presentazione;
    • gestire e proteggere l'infrastruttura IT;
    • inviare comunicazioni marketing e pubblicitarie mirate, aggiornamenti del servizio e offerte promozionali in base alle preferenze di comunicazione definite nel conto PayPal (fare riferimento alla sezione "Contatti con i clienti PayPal" riportata di seguito) e alle attività dell'utente durante l'uso dei Servizi PayPal; e
    • eseguire verifiche sulla solvibilità, confrontare le informazioni per stabilirne l'accuratezza, nonché verificarle con terzi".

Viene inoltre spiegato che, se l'utente sceglie di rispondere a sondaggi o questionari opzionali di PayPal, quest'ultima può utilizzare tali dati per migliorare i propri Servizi o inviare all'utente informazioni di marketing o pubblicitarie.

"Questionari, lotterie, sondaggi e dati dei profili: se l'utente sceglie di rispondere a sondaggi o questionari opzionali di PayPal, quest'ultima può utilizzare tali dati per migliorare i propri Servizi, inviare all'utente informazioni di marketing o pubblicitarie, gestire le lotterie o per altri scopi descritti in dettaglio nel sondaggio stesso".

Sono state apportate modifiche riguardo al modo il cui gli utenti possono limitare la condivisione dei propri dati personali, anche tramite il proprio dispositivo mobile.

PayPal può altresì condividere con altri utenti l'informazione che l'Utente si trova nella loro stessa area. La nuova aggiunta stabilisce quanto segue: "Se l'utente non desidera che queste informazioni vengano condivise, può accedere, visualizzare e verificare le impostazioni relative a tali dati sul proprio dispositivo mobile".

  1. Divulgazione a terzi non utenti PayPal

Sono state apportate modifiche alla sezione che illustra le prassi attuate da PayPal per la condivisione dei dati con terze parti, incluse le forze dell'ordine, le società emittenti carte di credito e le società partner. Per agevolare gli utenti nella consultazione, l'elenco completo delle terze parti è stato spostato dall'Informativa sulla privacy a un documento a sé stante accessibile tramite link separati che indirizzano gli utenti all'elenco completo (vedere il paragrafo 8 di seguito per maggiori dettagli). La sezione è stata inoltre modificata per riflettere la diversa natura del rapporto tra PayPal e eBay. Benché diventino soggetti separati, entrambe le parti intendono continuare a offrire agli utenti le esperienze che ormai si aspettano. Le modifiche apportate a questa sezione riflettono la condivisione, da parte di PayPal, dei dati del conto con eBay e con altre terze parti a scopo di prevenzione delle frodi e gestione del rischio, assistenza clienti, spedizione e conformità alle normative.  Come sempre, tali terze parti non potranno utilizzare queste informazioni per finalità di marketing senza esplicito consenso dell'utente stesso.

"PayPal non venderà o cederà i dati personali degli utenti a terzi per finalità di marketing senza esplicito consenso dell'utente e divulgherà tali dati solo in circostanze limitate e per le finalità descritte nella presente Informativa sulla privacy. È incluso il trasferimento di dati agli stati non membri dell'SEE.

In modo specifico, l'utente autorizza PayPal a eseguire tutte le seguenti operazioni con i propri dati personali:

  1. Divulgare le informazioni necessarie a: polizia o ad altri organismi preposti all'applicazione della legge; forze di sicurezza; enti governativi, intergovernativi o sopranazionali competenti; agenzie competenti (a parte le autorità fiscali), dipartimenti, autorità normative, autorità oppure organizzazioni autodisciplinate (tra cui, a titolo esemplificativo, le Agenzie a cui si fa riferimento nella sezione "Agenzie" qui) e altre società terze, incluse le Società del gruppo PayPal, alle quali PayPal ritenga opportuno fornire la propria collaborazione per le indagini relative a frode o ad altre attività illegali o potenzialmente illegali, o per condurre indagini sulla violazione delle Condizioni d'uso (tra cui, a titolo esemplificativo, il metodo di pagamento o la società emittente della carta di credito o di debito (bancomat) dell'utente).

PayPal e altre organizzazioni, incluse le parti che accettano PayPal, possono anche condividere, accedere e usare le informazioni (comprese quelle provenienti da altri paesi) necessarie (incluse, a titolo esemplificativo, le informazioni registrate dalle agenzie di prevenzione delle frodi) per aiutare PayPal, nonché valutare e gestire eventuali rischi (tra cui, a titolo esemplificativo, la prevenzione di frodi, il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo). Per maggiori informazioni sulle agenzie di prevenzione delle frodi, è possibile contattarci. Per maggiori informazioni su tali Agenzie, sulle agenzie di prevenzione delle frodi e su altre terze parti, fare clic qui.

  1. Divulgare informazioni necessarie in risposta alle richieste da parte delle società emittenti di carte di credito o in virtù di un processo civile o penale.
  2. Se un commerciante usa una terza parte per accedere o integrare PayPal, PayPal può comunicare a detto partner qualsiasi informazione necessaria per agevolare e mantenere tale accordo (incluse, a titolo esemplificativo, le informazioni relative allo stato dell'integrazione di PayPal del commerciante, sia che questi abbia un conto PayPal attivo sia che già collabori con un altro partner responsabile dell'integrazione (Integration Partner) PayPal).
  3. Divulgare le informazioni necessarie a sistemi di elaborazione pagamenti, revisori, fornitori dei servizi di assistenza clienti, agenzie di controllo su credito e frodi, fornitori di prodotti finanziari, partner commerciali, aziende di marketing e pubbliche relazioni, fornitori di servizi operativi, compagnie del gruppo, agenzie, mercati e altre terze parti elencate qui. Lo scopo di tale divulgazione è consentire ai Servizi PayPal di fornire i propri servizi agli utenti. Nell'elenco delle terze parti, sotto ogni "Categoria", sono illustrati alcuni esempi, a titolo informativo, di terze parti (che possono includere anche aventi diritto e successori) a cui PayPal comunica attualmente i dati del conto, oppure ai quali è possibile che PayPal li divulghi in futuro, insieme alla relativa finalità, e i dati effettivamente divulgati (a meno che non diversamente stabilito, alle terze parti è fatto divieto per legge o in virtù di un contratto di usare i dati per scopi diversi da quelli per i quali vengono condivisi).
  4. Divulgare dati all'agente o al rappresentante legale dell'utente (ad esempio, il possessore di una procura concessa dall'utente oppure un tutore nominato per l'utente).
  5. Condividere dati statistici aggregati con i propri partner commerciali o per pubbliche relazioni. Ad esempio, PayPal potrebbe rendere nota la percentuale dei propri utenti che risiede a Milano. Tuttavia, queste informazioni aggregate non sono collegate ad informazioni personali.
  6. Condividere i Dati del conto necessari con terzi non affiliati (elencati qui) per impiegarli ai seguenti fini:
    1. Prevenzione delle frodi e gestione del rischio: per contribuire alla prevenzione di frodi o per valutare e gestire i rischi. Ad esempio, se l'utente utilizza i Servizi PayPal per comprare o vendere beni tramite eBay Inc. o sue affiliate ("eBay"), PayPal può condividere i Dati del conto con tali piattaforme per proteggere i conti da attività fraudolente, avvisare l'utente nel caso in cui tali attività si manifestino sul conto o valutare il rischio di credito. 

Come parte dell'impegno che PayPal dedica alla prevenzione delle frodi e alla gestione del rischio, è possibile che i Dati del conto ritenuti necessari vengano condivisi con eBay nei casi in cui PayPal abbia bloccato o abbia imposto altre restrizioni sul conto dell'utente in seguito a contestazioni, reclami, rimborsi o altre situazioni riguardanti l'acquisto o la vendita di beni. Inoltre, nell'ambito delle iniziative di PayPal volte alla prevenzione delle frodi e alla gestione del rischio, è possibile che i Dati del conto vengano condivisi con eBay per consentire a eBay stesso di attuare i propri programmi di valutazione di acquirenti o venditori.

  1. Assistenza clienti: per gli scopi dell'assistenza clienti, incluso il servizio relativo ai conti o la risoluzione delle contestazioni (relative a fatturazioni o transazioni). 
  2. Spedizione: relativamente alla spedizione e ai servizi correlati per gli acquisti effettuati tramite PayPal. 
  3. Conformità alle normative: per contribuire a garantire la conformità ai requisiti delle procedure di verifica finanziarie contro il terrorismo e il riciclaggio.
  4. Fornitori di servizi: per consentire ai fornitori di servizi che hanno stipulato un contratto con PayPal di supportare l'operatività di PayPal stessa, come, ad esempio, la prevenzione delle frodi, la riscossione delle fatture, il marketing, l'assistenza clienti e i servizi tecnologici. In base ai contratti stipulati da PayPal, tali fornitori di servizi possono usare solo le informazioni legate ai servizi forniti per PayPal e non per se stessi".
  1. Modalità di condivisione delle informazioni con altri terzi

Come la maggior parte delle banche o dei fornitori di servizi finanziari o di pagamento, PayPal collabora con altri fornitori di servizi, che ci forniscono importanti funzionalità grazie alle quali possiamo offrire un metodo di pagamento semplice, veloce e sicuro, e con altri partner commerciali. Ci viene richiesto di divulgare periodicamente i dati degli utenti a tali enti per essere in grado di fornire i servizi.

In generale, le leggi del Lussemburgo che regolamentano la gestione dei dati degli utenti da parte di PayPal (protezione dei dati e segreto bancario) richiedono un livello di trasparenza più alto rispetto alla maggior parte delle leggi dell'Unione europea. Questo è il motivo per cui, a differenza della maggior parte dei fornitori di servizi Internet o finanziari nell'Unione europea, PayPal ha elencato nella propria Informativa sulla privacy tutti i fornitori di servizi esterni e tutti i partner commerciali ai quali divulga i dati degli utenti, le finalità della divulgazione e il tipo di dati forniti.

L'attuale paragrafo d della parte della sezione 4 dal titolo "Divulgazione a terzi non utenti PayPal" sarà spostato in una tabella disponibile in una pagina Web separata, collegata e incorporata nell'Informativa sulla privacy, e ulteriormente modificato per consentire a PayPal di divulgare alcuni dati degli utenti PayPal ad altre terze parti oppure per scopi aggiuntivi agli scopi riportati nella tabella che segue, o per modificare l'ambito degli scopi e dei dati condivisi descritti nella stessa tabella.

Categoria

Nome della terza parte (giurisdizione tra parentesi)

Finalità

Dati divulgati

Società di elaborazione pagamenti

 

Global Payments UK LLP (Regno Unito)

Consentire l'elaborazione dei pagamenti, il controllo delle frodi e la gestione delle contestazioni per le transazioni degli utenti PayPal effettuate con commercianti che usano il servizio PayPal tramite il servizio Global Payments.

Nome, indirizzo, dettagli sui metodi di pagamento dell'utente, dettagli delle transazioni

 

WorldPay (UK) Limited, Worldpay AP Limited, (UK) Worldpay. (Paesi Bassi)

Consentire l'elaborazione dei pagamenti, il controllo delle frodi e la gestione delle contestazioni per le transazioni degli utenti PayPal effettuate con commercianti che usano il servizio PayPal tramite il servizio Worldpay.

Tutti i dati del conto tranne i dettagli dei metodi di pagamento dell'utente

 

 American Express Travel Related Services Company, Inc.

Consentire i servizi di liquidazione per elaborare i pagamenti e il controllo delle frodi.

Codice del venditore univoco

MCC del venditore

Nome commerciale del venditore

Firmatario autorizzato

Indirizzo, codice di avviamento postale e del paese

Numero di telefono del venditore

Indirizzo email del venditore

URL del venditore

Data di nascita (solo per imprese individuali)

Solo per commercianti sponsorizzati non quotati in borsa (ad es., società a capitale privato, imprese individuali), le informazioni indicate di seguito per un socio con quote rilevanti (Significant Owner, come da definizione di seguito):

  • Nome e cognome
  • Indirizzo di casa, codice di avviamento postale e codice del paese
  • Data di nascita o SSN

Per socio con quote rilevanti (Significant Owner) si intende una persona fisica che detiene almeno il 25% delle quote di un'azienda.

Codice del venditore univoco*

MCC del commerciante sponsorizzato

Nome commerciale del commerciante sponsorizzato

Ubicazione del commerciante sponsorizzato (città, via, codice di avviamento postale e codice del paese)

Numero di telefono del commerciante sponsorizzato

 

JPMorgan Chase Bank, N.A., Filiale di Londra

Controlli contro il riciclaggio di denaro, controlli dell'elenco dei soggetti sanzionati e controlli di conformità

Nome del commerciante, paese di residenza e attività commerciale

 

Adyen B.V. (Paesi Bassi)

Consentire i servizi di elaborazione dei pagamenti e di liquidazione a livello globale.

Nome, indirizzo, dettagli sugli strumenti di pagamento, dettagli delle transazioni.

 

Allied Irish Bank PLC (Regno Unito)

Consentire i servizi di elaborazione dei pagamenti e di liquidazione in Europa.

 

Nome, indirizzo, dettagli sugli strumenti di pagamento, dettagli delle transazioni.

 

Cardinal Commerce Corporation (USA)

Agevolare i controlli 3DSecure per l'elaborazione dei pagamenti a livello globale.

Dati standard della transazione per 3DSecure.

 

Coinbase Inc. (USA)

Consentire i servizi di elaborazione dei pagamenti e di liquidazione a livello globale.

Nome, indirizzo, dettagli sugli strumenti di pagamento, dettagli delle transazioni.

 

Heartland Payment Systems, Inc. (USA)

Consentire i servizi di elaborazione dei pagamenti e di liquidazione negli Stati Uniti.

Nome, indirizzo, dettagli sugli strumenti di pagamento, dettagli delle transazioni.

 

Merchant e-Solutions, Inc. (USA)

Consentire i servizi di elaborazione dei pagamenti e di liquidazione negli Stati Uniti.

Nome, indirizzo, dettagli sugli strumenti di pagamento, dettagli delle transazioni.

 

Moneris Solutions Corporation (Canada)

Consentire i servizi di elaborazione dei pagamenti e di liquidazione in Canada.

Nome, indirizzo, dettagli sugli strumenti di pagamento, dettagli delle transazioni.

 

National Australia Bank Ltd. (Australia)

Consentire i servizi di elaborazione dei pagamenti e di liquidazione in Australia.

Nome, indirizzo, dettagli sugli strumenti di pagamento, dettagli delle transazioni.

 

Network Merchants, LLC. (USA); Network Merchants Inc. (USA)

Consentire i servizi di elaborazione dei pagamenti e di liquidazione negli Stati Uniti.

Nome, indirizzo, dettagli sugli strumenti di pagamento, dettagli delle transazioni.

 

Stockholms Enskilda Bank AB (Svezia)

Consentire i servizi di elaborazione dei pagamenti e di liquidazione in Europa.

Nome, indirizzo, dettagli sugli strumenti di pagamento, dettagli delle transazioni

 

WorldPay, Inc. (USA); WorldPay Ltd. (Regno Unito)

Consentire i servizi di elaborazione dei pagamenti e di liquidazione a livello globale.

Nome, indirizzo, dettagli sugli strumenti di pagamento, dettagli delle transazioni.

Servizio di Assistenza clienti in outsourcing

 

LatentView Analytics Pte. Ltd

Fornire ai clienti servizi relativi ai pagamenti a livello globale.

Nome, indirizzo, numero di telefono, indirizzi email, dati sul metodo di pagamento - troncati e limitati o completi - (a seconda dei casi), data di scadenza del metodo di pagamento, tipo di conto PayPal, documento di identità, saldo del conto e dettagli transazioni, segnalazioni degli utenti, corrispondenza intercorsa tramite il conto, dati di spedizione e informazioni promozionali.

 

Authentify Inc.

Servizio di autenticazione basato su telefonia

Numeri di telefono fissi e cellulari

 

CallPoint New Europe AD dba TELUS International Europe (Bulgaria)

 

Attuare

il servizio di reso gratuito.

Nome, indirizzo email, ID transazione PayPal, informazioni sul reso (categoria dell'oggetto reso, importo del reso, valuta, paese del reso, tipo di reso) e prova della documentazione di spedizione.

 

Key Performance Group SAS, Francia

Amministrazione del programma PayPal di presentazione degli utenti

Nome, cognome, indirizzo email, ID cliente, dettagli della transazione correlata ai premi per la presentazione

 

New Relic, Inc. (USA)

Fornire statistiche utili a PayPal per risolvere gli errori del servizio a livello globale.

Dati di registro e dati aggregati delle prestazioni del servizio.

 

PagerDuty, Inc. (USA)

Avvisare i tecnici on-call che è arrivata un'email a livello globale.

Oggetto dell'email in questione.

 

Sumologic, Inc. (USA)

Fornire statistiche utili a PayPal per risolvere gli errori del servizio a livello globale.

Dati di registro e dati aggregati delle prestazioni del servizio.

Agenzie di valutazione solvibilità e prevenzione frodi

Ricordare che, oltre agli scopi indicati di seguito, PayPal usa i dati personali dell'Utente per rilevare, prevenire e/o risolvere frodi o illeciti oppure per rilevare, prevenire o risolvere violazioni delle discipline o delle condizioni d'uso applicabili.

 

SCHUFA Holding AG (Germania), infoscore Consumer Data GmbH (Germania)

Verificare l'identità e l'indirizzo di un cliente, eseguire controlli per la prevenzione e l'identificazione di pagamenti con addebito diretto non andati a buon fine e di reati quali frodi e/o riciclaggio di denaro. Ciò include i controlli sul collegamento tra il cliente e il suo conto bancario, per stabilire l'affidabilità creditizia di clienti (se questi sono titolari di conto PayPal tedesco e hanno espressamente acconsentito a tale controllo) e commercianti, nonché per ricerche e verifiche sull'adeguatezza di prodotti e servizi.

La classificazione dell'affidabilità creditizia richiesta a dette agenzie include i punteggi calcolati usando procedure matematico-statistiche.

PayPal ha espressamente richiesto tali informazioni e i dati relativi a eventuali scoperti del conto, divulgati in tali database in relazione ai titolari di un conto PayPal tedesco, potrebbero essere:

• conservati nel database per finalità di controllo e per classificare l'affidabilità creditizia di tali clienti;
• tale classificazione può essere divulgata a terzi al fine di ottenere una valutazione

e
• trasferiti al di fuori dell'Unione europea a livello globale.

Inoltre, in relazione ai titolari di un conto PayPal tedesco, i dettagli relativi a un addebito diretto non riuscito possono essere:

• conservati nel database Infoscore per finalità di controllo; e

• (senza alcun collegamento con l'identità del cliente) divulgati a terzi allo scopo di prevenire gli addebiti diretti non andati a buon fine.

Nome, indirizzo, indirizzo email, data di nascita, sesso, dati del conto bancario, dati relativi a pagamenti diretti da un conto bancario non riusciti (senza alcun collegamento con l'identità del cliente) e, qualora consentito dalla legge, dati relativi a eventuali scoperti di un conto PayPal tedesco.

 

AuthenticID LLC

Verificare l'identità; estrazione automatica dei dati da immagini di documenti e convalida dei documenti/rilevazione di documenti falsi. Ricerca e verifica dell'adeguatezza di nuovi prodotti e servizi.

Nome, indirizzo, indirizzo email, data di nascita, tipo di società, numero di registrazione della società, partita IVA, documenti di identità e indirizzo, titolarità di uno strumento di pagamento o altri documenti richiesti da PayPal e dati in essi contenuti per finalità di controlli antirischio, garanzia di conformità e affidabilità creditizia.

 

Zoot Enterprises, Inc. (USA), Zoot Deutschland GmbH (Germania), Zoot Enterprises Limited (Regno Unito)

Elaborare le applicazioni tecniche e fornire un gateway di dati e documenti per la revisione e la verifica dello stato del conto, nonché scambiare i dati degli utenti e le immagini dei documenti per dimostrare l'identità, l'indirizzo e la titolarità dello strumento di pagamento con le agenzie di ricerca creditizia e per la prevenzione delle frodi. Anche aggregare dati da fonti interne ed esterne e fornire analisi statistiche dei dati per valutare il rischio di frode.

Tutti i dati e i documenti del conto forniti dai clienti, quali documenti di identità e di verifica dell'indirizzo, titolarità di un metodo di pagamento o altri documenti richiesti da PayPal e i dati in essi contenuti ai fini della valutazione del rischio/conformità/solvibilità creditizia. I dati possono includere anche gli indirizzi IP.

 

Kount, Inc. (USA)

Agevolare i controlli contro le frodi per l'elaborazione dei pagamenti a livello globale.

Nome, indirizzo, dati delle impronte digitali sul dispositivo, dettagli sugli strumenti di pagamento, dettagli delle transazioni.

 

Artefacts Solutions LLC (USA)

Rilevare le frodi e ridurre i rischi legati all'elaborazione delle transazioni.

Numero della carta troncato, importo della transazione, rapporto di chargeback, di credito e di rifiuto.

 

Experian Information Solutions, Inc. (USA)

Verificare l'identità, assistere nelle decisioni riguardo alla capacità di credito di un cliente, effettuare controlli per la prevenzione e la rilevazione di crimini inclusa la frode e/o il riciclaggio di denaro.

I dati divulgati a queste organizzazioni possono essere conservati dalle agenzie di valutazione solvibilità e prevenzione frodi per effettuare controlli o allo scopo di prevenire frodi.

Nome, indirizzo, Social Security Number, data di nascita, nome commerciale, ragione sociale, codice fiscale/P. IVA, numero di telefono aziendale.

 

 

Trulioo Information Services, Inc. (USA)

Verificare l'identità degli utenti, effettuare controlli per la prevenzione e il rilevamento di crimini inclusi frode e/o riciclaggio di denaro.

I dati divulgati a queste organizzazioni possono essere conservati dalle agenzie di valutazione solvibilità e prevenzione frodi per effettuare controlli o allo scopo di prevenire frodi.

Nome, data di nascita, indirizzo, numero ID (se fornito).

Partner commerciali

 

Stubhub Services S.à.r.l. (Lussemburgo)

Ai fini degli obblighi in materia di antiriciclaggio e identificazione cliente.

Nome e cognome, data di nascita, indirizzo di residenza, nazionalità, numero di carta d'identità/passaporto

Marketing e pubbliche relazioni

 

TNS Deutschland GmbH (Germania)

Realizzare sondaggi sull'Assistenza clienti e inchieste di marketing.

Nome, indirizzo email, numero di telefono, tipo di conto, tipo e natura dei servizi PayPal offerti o utilizzati e dati delle transazioni pertinenti.

 

Rapp (Francia), Antics (USA), Partner Path

Sviluppare, misurare ed eseguire campagne di marketing.

Nome, ragione sociale, indirizzo e numero di registrazione del commerciante/partner, nome, professione, titolo, indirizzo email, numero di telefono della persona di contatto, URL del sito web del commerciante, numero di conto PayPal, applicazioni di terze parti usate dal commerciante e comportamento sul sito web dei Servizi PayPal.

 

Adobe Systems Incorporated.

Realizzare campagne di re-targeting per offrire pubblicità personalizzate.

ID anonimi generati da cookie, pixel tag o tecnologie simili usate all'interno delle pagine web

 

Oracle Corporation UK Ltd

Sviluppare, misurare ed eseguire campagne di marketing.

Nome, ragione sociale, indirizzo e numero di registrazione del commerciante, nome, occupazione, indirizzo email, numero di telefono della persona di contatto, URL del sito del commerciante, numero di conto PayPal, applicazioni terze usate dal commerciante e comportamento sul sito PayPal.

 

Iris (Germania)

Sviluppare, misurare ed eseguire campagne di marketing.

Nome, ragione sociale, indirizzo e numero di registrazione del commerciante/partner, nome, occupazione, indirizzo email, numero di telefono della persona di contatto, URL del sito web del commerciante, numero di conto PayPal, applicazioni terze usate dal commerciante e comportamento sul sito PayPal.

 

OC&C Strategy Consultants Limited (Regno Unito)

Condurre ricerche di mercato e trarre approfondimenti

Account reso anonimo e dettagli transazione

Servizi operativi

 

Gothia AS (Norvegia)

Recuperare crediti, gestire la reportistica per le agenzie di ricerca creditizia sui clienti morosi.

Nome, indirizzo, numero di telefono, numero di conto, data di nascita, indirizzo email, tipo di conto, stato del conto, ultime quattro cifre del conto degli strumenti finanziari, Sort Code, saldo del conto, dettagli sulle transazioni del conto e responsabilità, nome del fornitore del metodo di pagamento, dati sui movimenti del conto e copia di tutta la corrispondenza (inclusa, senza limitazioni, quella relativa alla reportistica per le agenzie di ricerca creditizia) in ogni caso relativa agli importi dovuti dall'utente (o da un'altra persona) a PayPal.

 

Salesforce.com, Inc. (USA), Oracle America Inc. (USA), Adobe Systems Incorporated (USA), Teradata Corporation

Eseguire operazioni di posta elettronica in relazione ai Servizi PayPal (inclusi, a titolo esemplificativo, i servizi di assistenza clienti, le raccolte, i programmi e le promozioni marketing).

Nome, indirizzo, indirizzo email, ragione sociale, dettagli di contatto dell'azienda, nome del dominio, stato del conto, tipo di conto, preferenze del conto, tipo e natura dei Servizi PayPal offerti o utilizzati, e altri dati rilevanti delle transazioni e del conto.

 

Zoot Enterprises, Inc. (USA), Zoot Deutschland GmbH (Germania), Zoot Enterprises Limited (Regno Unito)

Elaborare le applicazioni tecniche e fornire un gateway di dati e documenti per la revisione e la verifica dello stato del conto, nonché scambiare i dati degli utenti e le immagini dei documenti per dimostrare l'identità, l'indirizzo e la titolarità dello strumento di pagamento con le agenzie di ricerca creditizia e per la prevenzione delle frodi.

Tutti i dati e i documenti del conto forniti dai clienti, quali documenti di identità e di verifica dell'indirizzo, titolarità di un metodo di pagamento o altri documenti richiesti da PayPal e i dati in essi contenuti ai fini della valutazione del rischio/della solvibilità creditizia.

 

Lattice Engines, Inc.

Sviluppare e ottimizzare modelli predittivi.

Nome del commerciante, nome della persona di contatto, indirizzo, indirizzo email, URL del sito web del commerciante

 

Interact CC Ltd (Regno Unito)

Fornire assistenza ai clienti per i servizi PayPal

Nome cliente, ragione sociale, numeri di telefono, email di contatto, sito web, settore commerciale, dettagli di spedizione, dettagli della carta per il pagamento

 

The unbelievable Machine Company GmbH

 

Eseguire l'hosting dell'applicazione BillSafe sui propri server

Tutti i dati del conto.

Società del gruppo

 

PayPal Inc. (USA)

Agire a nome di PayPal o memorizzare ed elaborare le informazioni sul conto.

Tutti i dati del conto.

 

PayPal Europe Services Limited (Irlanda), PayPal Malaysia Services Sdn Bhd (Kuala Lumpur), PayPal Israel Ltd (Israele), PayPal India Private Limited (India), PayPal (UK) Ltd (Regno Unito), PayPal France S.A.S. (Francia), PayPal Deutschland GmbH (Germania), PayPal Spain SL (Spagna), PayPal Italia Srl (Italia), PayPal Nederland BV (Paesi Bassi), PayPal European Marketing SA (Svizzera), PayPal Polska Sp Zoo (Polonia), PayPal Bilisim Hizmetleri Limited Sirketi (Turchia), PayPal International Sarl (Lussemburgo), PayPal SE (Regno Unito), Bill Me Later Inc. (Germania), PayPal Information Technologies (shanghai) Co., (Cina), PayPal Australia Pty Limited (Australia), PayPal Charitable Giving Fund (USA), PayPal Giving Fund UK (Regno Unito), Tradera AB (Svezia)

Agire a nome di PayPal ai fini dell'assistenza clienti, della valutazione del rischio, dell'adeguamento alle normative e/o di altre attività di back office.

Tutti i dati del conto.

 

PayPal Pte. Ltd. (Singapore)

Agire per conto di PayPal siglando ed eseguendo contratti non con i clienti che hanno come oggetto i dati dei clienti.

Tutti i dati del conto.

 

Partner commerciali

 

 

 

eBay Inc. (USA), eBay Europe S.à r.l. (Lussemburgo), eBay Services S. à r.l. (Lussemburgo), eBay International AG (Svizzera), eBay Corporate Services GmbH (Germania), eBay France SAS (Francia), eBay (UK) Limited (Regno Unito), eBay CS Vancouver Inc. (Canada), eBay Partner Network Inc. (USA), eBay Internet Support (Shanghai) Co Ltd (Cina), eBay Enterprise Marketing Solutions (USA) (in precedenza GSI Commerce, Inc (USA), VendorNet Inc (USA), PepperJam Network (USA), GSI Media Inc. (USA), M3 Mobile Co., Ltd. (Corea), MBS (USA), ClearSaleing (USA), True Action Network (USA), True Action Studio (USA)), GumTree.com Limited (Regno Unito), Kijiji International Limited (Irlanda), Kijiji US Inc. (USA), mobile.de & eBay Motors GmbH (Germania), Shopping.com Inc. (USA), Shopping Epinions International Limited (Irlanda), Marktplaats B.V. (Paesi Bassi), Private Sale GmbH (Germania), StubHub, Inc. (USA), Viva Group, Inc. (USA), StubHub Europe S.à r.l. (Lussemburgo), StubHub Services S.à r.l. (Lussemburgo), Viva Group, Inc. (USA), ProStores Inc. (USA), MicroPlace, Inc. (USA), Internet Auction Co., Ltd. (Corea), Via-Online GmbH (Germania), Zong Inc.(USA) e X.commerce, Inc. (USA). eBay Europe Services Limited (Irlanda), eBay GmbH (Germania)

Fornire a clienti congiunti contenuti e servizi (inclusi, senza limitazioni, registrazione, transazioni, failover per la fatturazione dell'operatore telefonico e assistenza clienti) per valutare il rischio o aiutare a rilevare, prevenire e/o risolvere frodi o altre azioni potenzialmente illecite e violazioni di regole e guidare decisioni su prodotti, servizi e comunicazioni.

Tutti i dati del conto.

  1. Altre modifiche

Alcune sezioni dell'Informativa sulla privacy PayPal sono state modificate per rendere più comprensibili i testi esistenti e correggere eventuali errori tipografici.

 

 

 

Modifica alle Regole sull'utilizzo consentito di PayPal

Data di entrata in vigore: 1 luglio 2015

Consigliamo di esaminare con attenzione i presenti Aggiornamenti delle regole per acquisire familiarità con tutte le modifiche apportate alle Regole sull'utilizzo consentito.

  1. Prodotti contenenti tabacco, sigarette elettroniche e prodotti o dispositivi farmaceutici soggetti a ricetta medica

Attualmente le Regole sull'utilizzo consentito vietano l'uso di PayPal per attività che violino le leggi applicabili o le normative del settore in relazione alla vendita di prodotti contenenti tabacco o prodotti o dispositivi farmaceutici soggetti a ricetta medica. Tale divieto verrà sostituito con una nuova formulazione delle regole, che includerà tali tipi di articoli e le sigarette elettroniche. In base alla nuova formulazione, sarà vietato utilizzare PayPal per transazioni che comprendano sigarette. Inoltre, ai commercianti sarà consentito utilizzare PayPal per la vendita di prodotti contenenti tabacco (non sigarette), sigarette elettroniche e prodotti o dispositivi farmaceutici soggetti a ricetta medica solo su approvazione preventiva di PayPal.

Le modifiche saranno come segue: 

  • In Attività vietate, sarà rimossa la Sezione 5, che include le disposizioni correnti in materia di prodotti contenenti tabacco e prodotti o dispositivi farmaceutici soggetti a ricetta medica. 
  • In Attività vietate, la nuova Sezione 2(c) stabilirà quanto segue:
    • "È vietato l'utilizzo del servizio PayPal per le attività che: … 2. sono relative alle vendite di … (c) sigarette …"
  • In Attività che richiedono approvazione, le parti pertinenti della tabella saranno revisionate perché stabiliscano quanto segue:
    • "PayPal richiede un'approvazione preventiva per l'accettazione dei pagamenti relativi a determinati servizi, come indicato nella tabella sottostante.

Servizi che richiedono l'approvazione preventiva

Informazioni di contatto

… vendita di … prodotti contenenti tabacco (non sigarette), sigarette elettroniche e prodotti o dispositivi farmaceutici soggetti a ricetta medica.

È necessario inviare le informazioni di contatto, l'URL del sito web aziendale e una breve presentazione dell'azienda all'indirizzo aup@paypal.com.

  1. Odio, violenza e intolleranza razziale e sfruttamento economico di attività criminose

Sono sottoposte a revisione le disposizioni delle Regole sull'utilizzo consentito in materia di odio, violenza e intolleranza razziale e sfruttamento economico di attività criminose. Tali disposizioni verranno spostate dalla Sezione 2(e) alla Sezione 2(f) in Attività vietate e stabiliranno quanto segue:

"È vietato l'utilizzo del servizio PayPal per le attività che: … 2. sono correlate a transazioni che prevedono … (f) la promozione di odio, violenza, intolleranza razziale o sfruttamento economico di attività criminose …"

  1. Corruzione

Nelle Regole sull'utilizzo consentito è stato aggiunto un divieto esplicito verso l'uso di PayPal per pagamenti legati alla corruzione. In Attività vietate, la nuova Sezione 3(k) stabilirà quanto segue:

"È vietato l'utilizzo del servizio PayPal per le attività che: … 3. sono correlate a transazioni che … (k) prevedono l'offerta o la ricezione di pagamenti con finalità di corruzione".

  1. Gioco d'azzardo

Attualmente le Regole sull'utilizzo consentito vietano l'uso di PayPal per attività correlate al gioco d'azzardo, a meno che esse non siano legali nei luoghi ove si trovano l'operatore e i clienti e l'operatore non abbia ricevuto l'approvazione preventiva di PayPal. Sono state apportate alcune modifiche per presentare le regole in modo più chiaro, inclusa la specifica che tali regole sono valide anche per gli sport di fantasia.

Di seguito sono riportati alcuni dettagli relativi alle modifiche. Le nostre regole per le attività correlate al gioco d'azzardo sono attualmente esposte nella Sezione 6, in Attività vietate, e alla stessa Sezione 6 fa riferimento la prima frase di Attività che richiedono approvazione. È stata spostata la Sezione 6 e il relativo riferimento incrociato. In Attività che richiedono approvazione, è stata aggiunta una nuova riga alla tabella che espone le regole di PayPal per le attività correlate al gioco. 

Nella nuova riga è stata conservato l'elenco non esaustivo delle attività correlate al gioco d'azzardo contenuto nelle attuali Regole sull'utilizzo consentito, con due modifiche. Primo, l'elenco è stato integrato per chiarire che sono inclusi gli sport di fantasia.  Secondo, è stata modificata la formulazione delle attuali Regole sull'utilizzo consentito correlate ai giochi di abilità. La formulazione attuale indica che i giochi di abilità sono inclusi, che siano legalmente definiti come lotterie o meno. La versione rivista farà riferimento al gioco d'azzardo invece che alle lotterie. Vale a dire, indicherà che i giochi di abilità sono inclusi, che siano legalmente definiti come gioco d'azzardo o meno.

In Attività che richiedono approvazione, le parti pertinenti della tabella saranno revisionate perché stabiliscano quanto segue:

"PayPal richiede un'approvazione preventiva per l'accettazione dei pagamenti relativi a determinati servizi, come indicato nella tabella sottostante.

Servizi che richiedono l'approvazione preventiva

Informazioni di contatto

Le attività che prevedono gioco d'azzardo e/o qualunque altra attività con una tariffa di ingresso ed un premio, inclusi, ma non solo, giochi da casinò, scommesse sportive, corse ippiche o similari, sport di fantasia, biglietti della lotteria, altre iniziative che incitino al gioco d'azzardo, giochi di abilità (che siano legalmente definiti o meno come gioco d'azzardo) e concorsi, se l'operatore e i clienti siano residenti in una giurisdizione in cui tali attività siano consentite dalla legge.

È necessario inviare le informazioni di contatto, l'URL del sito web aziendale e una breve presentazione dell'azienda all'indirizzo aup@paypal.com.

            …”

 

  1. Transazioni su eBay

In Transazioni su eBay, le Regole sull'utilizzo consentito attualmente includono disposizioni correlate all'utilizzo di PayPal a supporto delle transazioni eBay. Tali disposizioni richiedono, rispetto a tale utilizzo di PayPal, la conformità sia alle Regole sull'utilizzo consentito, sia alle regole di eBay correlate agli oggetti vietati e sottoposti a particolari condizioni di vendita esposti sul sito web di eBay. Nel quadro della futura separazione delle aziende eBay e PayPal in società quotate indipendenti, tali disposizioni sono state rimosse dalle Regole sull'utilizzo consentito.

 

 

 

Modifiche alle Condizioni d'uso PayPal

Data di entrata in vigore: 29 gennaio 2015

Si invita l'utente a leggere il presente documento.

Non è richiesta alcuna operazione per accettare le modifiche, in quanto entreranno automaticamente in vigore alla data riportata sopra. Se l'Utente decide di non accettarle, può inviare una comunicazione a PayPal entro la data riportata sopra per chiudere il proprio conto (https://www.paypal.com/it/cgi-bin/?&cmd=_close-account) immediatamente e senza costi aggiuntivi.

Ci auguriamo, tuttavia, che l'Utente continui a utilizzare PayPal e a usufruire dei seguenti vantaggi:

È più sicuro

Quando paghi con PayPal, i tuoi dati finanziari non vengono mai comunicati ai venditori, per garantirti maggiore protezione contro le frodi.

È più veloce

Non devi digitare i dati della carta ogni volta che paghi con PayPal, quindi la procedura di pagamento è più rapida. Inoltre, puoi ricevere gli oggetti eBay più velocemente, perché il venditore riceve il pagamento in tempo reale.

È più semplice

PayPal è il sistema di pagamento online preferito in Italia perché è sicuro, rapido e facile da usare. Tutto ciò che serve è l'indirizzo email e la password.

Invitiamo l'Utente a leggere le Condizioni d'uso attualmente in vigore.



Modifiche alle Condizioni d'uso PayPal

  1. Proprietà intellettuale

    La sezione 1.3 è stata modificata per chiarire le condizioni per l'uso dei loghi HTML forniti da PayPal tramite gli strumenti di vendita, gli strumenti per le aste online o i programmi di affiliazione. La sezione 1.3 modificata ora stabilisce quanto segue:

    "1.3 Proprietà intellettuale. Gli URL dei siti PayPal, "PayPal", e tutti i loghi dei prodotti e dei servizi descritti in tali siti sono protetti dal copyright di PayPal e sono marchi o marchi registrati di PayPal o dei relativi licenzianti. Anche i titoli di tutte le pagine, le immagini personalizzate, le icone dei pulsanti e gli script sono protetti dal copyright di PayPal e sono marchi di servizio, marchi e/o vesti commerciali di PayPal. Tali elementi non possono pertanto essere copiati, imitati, modificati, alterati, cambiati o utilizzati senza previo consenso scritto di PayPal. In qualità di commerciante, l'Utente può usare i loghi HTML forniti da PayPal tramite gli strumenti di vendita, gli strumenti per le aste online o i programmi di affiliazione senza il preventivo consenso scritto al solo scopo di identificarsi sul proprio sito come commerciante che accetta pagamenti tramite il Servizio e indirizzare il traffico da tale sito al Servizio. Tuttavia, PayPal può limitare o revocare tale autorizzazione in qualunque momento e per qualunque motivo a sua sola discrezione. L'utente non è autorizzato ad apportare alcuna alterazione, modifica o cambiamento ai logo HTML, a utilizzarli in modo denigratorio nei confronti di PayPal o del Servizio o a mostrarli in modo da suggerire la sponsorizzazione o l'approvazione da parte di PayPal. Tutti i diritti, i titoli e gli interessi nel sito PayPal e in qualunque suo contenuto sono di esclusiva proprietà di PayPal e dei suoi licenzianti".

  1. Invio di denaro - Esecuzione degli ordini di pagamento da parte di PayPal

    L'ultima frase dell'ultimo paragrafo della sezione 3.1 è stata modificata e ora include un ulteriore dettaglio che chiarisce la misura degli obblighi di PayPal in merito alla liquidazione delle transazioni di rimborso. La nuova frase ora stabilisce quanto segue (con i termini aggiunti sottolineati):

    “... PayPal si riserva il diritto di non elaborare un pagamento eseguito dall'Utente fino a quando non avrà ricevuto il denaro (ciò significa inoltre, senza limitazioni, che PayPal non è obbligata a finalizzare una transazione di rimborso prima di aver ricevuto il denaro per la transazione originale).”

  1. Metodi di pagamento speciali

    La parte della sezione 3.4 relativa ai "Metodi di pagamento speciali" è stata arricchita di ulteriori dettagli su come usare i metodi di pagamento speciali. I paragrafi della parte della sezione 3.4 "Metodi di pagamento speciali" modificata stabiliscono quanto segue:

    "Metodi di pagamento speciali: alcuni pagamenti possono essere effettuati tramite Metodi di pagamento speciali collegati al conto dell'Utente, quali il saldo specifico della transazione/del commerciante, buoni regalo o altri metodi di pagamento promozionali, il cui uso e la cui priorità sono soggetti a ulteriori Termini e condizioni tra l'Utente e PayPal ("Metodi di pagamento speciali").

    La pagina Riepilogo del conto dell'Utente può riportare, come parte del saldo del conto complessivo, l'importo teorico disponibile nei Metodi di pagamento speciali per effettuare pagamenti idonei in un determinato momento. Tale importo non costituisce denaro elettronico, non è ritenuto parte del saldo dell'Utente e non è riscattabile in denaro. Esso rappresenta soltanto la quantità di denaro elettronico che PayPal è disposta a emettere e accreditare sul conto PayPal dell'Utente al momento di (e solo allo scopo di finanziare immediatamente) un pagamento PayPal idoneo, soggetto (e solo per il periodo indicato) agli ulteriori termini e condizioni d'uso di tale Metodo di pagamento speciale. Se il pagamento PayPal dell'Utente, finanziato tramite un Metodo di pagamento speciale, viene annullato (ad esempio, viene stornato) in un momento successivo per qualunque motivo, PayPal manterrà l'importo che rappresenta la parte del pagamento PayPal che era stato finanziato tramite il Metodo di pagamento speciale e, sempre che tale Metodo di pagamento speciale non sia già scaduto, reintegrerà il Metodo di pagamento speciale".

  1. Metodi di pagamento preferiti in caso di pagamenti automatici

    La sezione 3.5c è stata modificata per chiarire le limitazioni all'impostazione di un Metodo di pagamento preferito per i propri pagamenti. La sezione 3.5c modificata stabilisce ora quanto segue (inserita nel contesto della parte rilevante della sezione 3.5):

    "3.5 Metodo di pagamento preferito. È possibile selezionare un Metodo di pagamento preferito nei seguenti casi:

    c. Limitazioni. Se l'Utente ha un Saldo nel proprio conto PayPal e il pagamento non ha i requisiti per essere finanziato tramite un Metodo di pagamento preferito, PayPal userà il Saldo dell'Utente invece del Metodo di pagamento preferito, a meno che il Metodo di pagamento preferito non sia eCheque o PayPal Credit. Se l'Utente dispone di un saldo ma non desidera usarlo per finanziare il pagamento successivo, deve trasferire il saldo PayPal al conto bancario prima di avviare il pagamento successivo".

  1. Responsabilità dell'utente per gli addebiti diretti annullati.

    È stata aggiunta una breve frase al termine del paragrafo della sezione 3.7 (Trasferimenti bancari) che inizia con "PayPal eseguirà trasferimenti elettronici dal conto bancario dell'Utente..." per descrivere la responsabilità dell'Utente nei confronti di PayPal in alcuni casi in cui un addebito diretto viene annullato. La nuova frase stabilisce quanto segue:

    "Se l'Utente annulla un addebito diretto (incluso, tra gli altri, un addebito diretto SEPA), accetta di rimborsare PayPal per il valore dei prodotti o servizi usati con i proventi di tale addebito diretto".

  1. Attività non consentite

    La sezione 9.1.gg è stata modificata per inserirne il contenuto tra le attività non consentite, allo scopo di evitare l'eventualità di esporre PayPal al rischio di sanzioni da parte delle autorità europee, statunitensi o di altro tipo correlate all'elaborazione delle transazioni dell'Utente. La sezione 9.1.gg stabilisce quanto segue (inserita all'interno della disposizione principale):

    "9.1 Attività non consentite. In relazione all'utilizzo del sito PayPal, del Conto o dei Servizi o durante le interazioni con PayPal, con altri utenti o terze parti, non è consentito:

    gg. Usare il Servizio per esporre PayPal al rischio di non conformità alle normative antiriciclaggio, al finanziamento del terrorismo e altri obblighi simili (inclusi, tra gli altri, i casi in cui PayPal non sia in grado di verificare l'identità dell'Utente o l'Utente non esegua le operazioni per rimuovere i limiti di invio, ricezione o prelievo indicati nelle sezioni 3.3, 4.1 e 6.3) oppure per esporre PayPal al rischio di sanzioni da parte delle autorità europee, statunitensi o di altro tipo correlate all'elaborazione delle transazioni dell'Utente); oppure"

    …”

  1. La Protezione acquisti PayPal

    La sezione 13 è stata modificata per includere gli aggiornamenti alle Regole della Protezione acquisti PayPal. Gli aggiornamenti consentiranno di:

    • migliorare le condizioni di rimborso ai sensi della Protezione acquisti PayPal tramite:
      • aumento del tempo consentito agli acquirenti per aprire una contestazione da 45 giorni a 180 giorni dalla data del pagamento; e
      • estensione della gamma di acquisti idonei per includere gli oggetti personalizzati segnalati come non ricevuti.
    • per tutti gli utenti che collaborano con PayPal ai sensi delle Condizioni d'uso, chiarire nella sezione 13.7 che, se PayPal ha motivo di ritenere che la restituzione di un oggetto segnalato dall'acquirente come SNAD al Destinatario del pagamento determina una violazione della legge applicabile, ad esempio le normative correlate alla manipolazione di oggetti contraffatti, PayPal può segnalare l'oggetto a un'autorità competente. Di conseguenza l'autorità può assumere il controllo e/o il possesso dell'oggetto dall'acquirente e l'oggetto potrebbe non essere restituito al Destinatario del pagamento.

    Se l'Utente vende o commercializza i propri prodotti o servizi ad acquirenti di altri Paesi, dovrà leggere le Regole della Protezione acquisti PayPal dei Paesi in cui sono residenti gli acquirenti di destinazione (le Regole della Protezione acquisti PayPal applicabili sono disponibili qui e nella sezione "Accordi legali" in fondo a qualsiasi pagina del sito PayPal), poiché tali Regole si applicano al proprio caso in quanto Destinatario del pagamento o venditore.

  1. Pagamento con addebito diretto stornato o non eseguito.

    Nella sezione Tariffe aggiuntive è stata aggiunta una nuova tariffa per i pagamenti con addebito diretto stornati o non eseguiti. La sezione stabilisce quanto segue:

     

    Pagamento con addebito diretto stornato o non eseguito (in base alla sezione 10.1). La Tariffa si basa sulle perdite sostenute in tali casi. L'utente ha il diritto di dimostrare che le perdite di PayPal erano inferiori all'importo della Tariffa.

    3 euro

       

  1. Altre modifiche

    Alcune sezioni delle Condizioni d'uso PayPal sono state modificate per rendere più comprensibili i testi esistenti e correggere eventuali errori tipografici.

 

 

Modifica all'Informativa sulla privacy PayPal

Data di entrata in vigore: 29 dicembre 2014

  1. Informazioni raccolte

    La parte della sezione 3 "Dati richiesti" è stata modificata per definire gli ulteriori dati che PayPal potrebbe richiedere quando l'Utente usa determinate funzionalità fornite da PayPal e i criteri in base ai quali PayPal potrebbe usarli.

    Le parti modificate della sezione 3 "Dati richiesti" ora stabiliscono quanto segue (inserite nel contesto dell'intestazione della disposizione):

    "Dati richiesti

    Se l'Utente usa determinate funzionalità fornite da PayPal (quale, ad esempio, il Terminale di pagamento (POS) PayPal disponibile nel'app per dispositivi mobili), PayPal può richiedergli di caricare una foto per poter usufruire di questi servizi specifici. Il volto dell'Utente deve essere riconoscibile. La propria immagine è soltanto responsabilità dell'Utente.

    "

  1. Utilizzo e divulgazione delle Informazioni da parte di PayPal

    La parte della sezione 4 "Divulgazione di dati ad altri utenti PayPal" è stata modificata per chiarire le circostanze e i criteri in base ai quali PayPal può condividere determinati elementi (quali la foto dell'Utente e il fatto di essere nella stessa area del cliente). Il segmento modificato di questa parte della sezione 4 ora stabilisce quanto segue (inserito nel contesto dell'intestazione della disposizione):

    "Divulgazione di dati ad altri clienti PayPal

    Se l'Utente usa l'app per dispositivi mobili, PayPal può condividerne la foto salvata in tale app con altri utenti PayPal per consentire l'identificazione dell'Utente. L'Utente dà a PayPal la licenza di usare la sua immagine per gli scopi sopracitati in base a criteri non esclusivi, globali, trasferibili, sub-licenziabili e a titolo gratuito.

    PayPal può altresì condividere con altri utenti l'informazione che l'Utente si trova nella loro stessa area.

    …”

  1. Uso e divulgazione di dati da parte di PayPal - Divulgazione a terzi non utenti PayPal

    Come la maggior parte delle banche o dei fornitori di servizi finanziari o di pagamento, PayPal collabora con altri fornitori di servizi. Ci viene richiesto di divulgare periodicamente i dati degli utenti a tali enti per essere in grado di fornire i servizi richiesti. Questi fornitori di servizi offrono importanti funzioni che ci consentono di offrire un metodo di pagamento semplice, veloce e sicuro.

    In generale, le leggi del Lussemburgo che regolamentano la gestione dei dati degli utenti da parte di PayPal (protezione dei dati e segreto bancario) richiedono un livello di trasparenza più alto rispetto alla maggior parte delle leggi dell'Unione europea. Questo è il motivo per il quale, a differenza della maggior parte dei fornitori di servizi Internet o finanziari nell'Unione europea, PayPal elenca nell'Informativa sulla privacy tutti i fornitori di servizi terzi ai quali divulga i dati degli utenti, lo scopo della divulgazione e il tipo di informazioni condivise.


    Il paragrafo d della parte "Divulgazione a terzi non utenti PayPal" della sezione 4 è stato modificato per consentire a PayPal di divulgare alcuni dati dei clienti PayPal ad altre terze parti oppure per scopi aggiuntivi rispetto a quelli riportati nella tabella che segue o per modificare l'ambito degli scopi e dei dati condivisi descritti nella stessa tabella.

     

    Categoria

    Nome della terza parte (giurisdizione tra parentesi)

    Finalità

    Dati divulgati

    Agenzie di valutazione solvibilità e prevenzione frodi

    Ricordare che, oltre agli scopi indicati di seguito, PayPal usa i dati personali dell'Utente per rilevare, prevenire e/o risolvere frodi o illeciti oppure per rilevare, prevenire o risolvere violazioni delle discipline o delle condizioni d'uso applicabili.

     

    Creditsafe USA Inc. (USA)

    Ricevere informazioni commerciali per la valutazione del rischio e la conformità alle normative antiriciclaggio, quali stabilire la struttura societaria e il titolare beneficiario.

    Numero di registrazione della società, nome e indirizzo dell'attività, nome, indirizzo e data di nascita dei direttori.

     

    DueDil Limited (Regno Unito)

    Ricevere informazioni commerciali per la valutazione del rischio e la conformità alle normative antiriciclaggio, quali stabilire la struttura societaria e il titolare beneficiario.

    Numero di registrazione della società, nome e indirizzo dell'attività, nome, indirizzo e data di nascita dei direttori.

     

    ID Checker.nl BV (Paesi Bassi) (Irlanda)

    Verificare l'identità; estrazione automatica dei dati da immagini di documenti e convalida dei documenti/rilevazione di documenti falsi. Ricerca e verifica dell'adeguatezza di nuovi prodotti e servizi.

    Nome, indirizzo, indirizzo email, data di nascita, tipo di società, numero di registrazione della società, partita IVA, documento di identità, indirizzo, titolarità di uno strumento di pagamento o altri documenti richiesti da PayPal e dati in essi contenuti per finalità di controlli antirischio, garanzia di conformità e affidabilità creditizia.

     

    Au10tix Limited (Cipro)

    Verificare l'identità; estrazione automatica dei dati da immagini di documenti e convalida dei documenti/rilevazione di documenti falsi. Ricerca e verifica dell'adeguatezza di nuovi prodotti e servizi.

    Nome, indirizzo, indirizzo email, data di nascita, tipo di società, numero di registrazione della società, partita IVA, documenti di identità e indirizzo, titolarità di uno strumento di pagamento o altri documenti richiesti da PayPal e dati in essi contenuti per finalità di controlli antirischio, garanzia di conformità e affidabilità creditizia.

     

    Zoot Enterprises, Inc. (USA), Zoot Deutschland GmbH (Germania), Zoot Enterprises Limited (Regno Unito)

    Elaborare le applicazioni tecniche e fornire un gateway di dati e documenti per la revisione del conto e scambiare i dati degli utenti e le immagini dei documenti per dimostrare l'identità, l'indirizzo e la titolarità dello strumento di pagamento con le agenzie di ricerca creditizia e per la prevenzione delle frodi. Anche aggregare dati da fonti interne ed esterne e fornire analisi statistiche dei dati per valutare il rischio di frode.

    Tutti i dati e i documenti del conto forniti dai clienti, quali documenti di identità e di verifica dell'indirizzo, titolarità di un metodo di pagamento o altri documenti richiesti da PayPal e i dati in essi contenuti ai fini della valutazione del rischio/della conformità/della solvibilità creditizia.. I dati possono includere anche gli indirizzi IP.

    Marketing e pubbliche relazioni

     

    DemandGen AG (Germania)

    Eseguire campagne di marketing tramite email.

    Nome, indirizzo email, numero di telefono, tipo di conto, tipo e natura dei Servizi PayPal offerti o usati e i dettagli della transazione pertinente.

     

    StrikeAd UK Ltd. (Regno Unito), Ad-x Limited (Regno Unito), Criteo Ltd. (Regno Unito), Criteo Singapore Pte.Ltd

    Eseguire e misurare le campagne di retargeting per segmentare gli utenti per le campagne di marketing PayPal Here.

    ID del cookie anonimo, ID pubblicitario e ID del dispositivo per segmentare i gruppi di utenti per scopi di marketing.

     

    Nanigans, Inc. (USA), Fiksu, Inc. (USA), Ad- X Limited (Regno Unito), Criteo Ltd. (Regno Unito), Criteo Singapore Pte.Ltd

    Aiutare a identificare il comportamento nell'app per dispositivi mobili per guidare le decisioni sul marketing mirato; aiutare a gestire in modo efficiente e ottimizzare le campagne per dispositivi mobili su social network e sul web..

    ID del cookie anonimo, ID pubblicitario e ID del dispositivo usati da una persona specifica, eventi nell'app per dispositivi mobili sull'uso dell'app stessa da parte di un utente specifico (inclusi, senza limitazioni, accesso e completamento della transazione), ma nessun dato finanziario e sul pagamento.

    Contenuti pubblicitari da mostrare a utenti specifici e, in base al caso, al gruppo di segmentazione al quale la persona appartiene per scopi pubblicitari.

    Servizi operativi

     

    Zoot Enterprises, Inc. (USA), Zoot Deutschland GmbH (Germania), Zoot Enterprises Limited (Regno Unito)

    Elaborare le applicazioni tecniche e fornire un gateway di dati e documenti per la revisione dello stato del conto e scambiare i dati degli utenti e le immagini dei documenti per dimostrare l'identità, l'indirizzo e la titolarità dello strumento di pagamento con le agenzie di ricerca creditizia e per la prevenzione delle frodi.

    Tutti i dati e i documenti del conto forniti dai clienti, quali documenti di identità e di verifica dell'indirizzo, titolarità di un metodo di pagamento o altri documenti richiesti da PayPal e i dati in essi contenuti ai fini della valutazione del rischio/della solvibilità creditizia.

    Società del gruppo

     

    Private Sale GmbH (Germania)

    Fornire a clienti congiunti contenuti e servizi (inclusi, senza limitazioni, registrazione, transazioni, failover per la fatturazione dell'operatore telefonico e assistenza clienti) per valutare il rischio o aiutare a rilevare, prevenire e/o risolvere frodi o altre azioni potenzialmente illecite e violazioni di regole e guidare decisioni su prodotti, servizi e comunicazioni.

    Tutti i dati del conto.

     

  1. Altre modifiche
    Alcune sezioni dell'Informativa sulla privacy PayPal sono state modificate per rendere più comprensibili i testi esistenti e correggere eventuali errori tipografici.

 

 

Modifica al Contratto per l'utilizzo di PayPal Pro e della Soluzione di pagamento telefonico

Data di entrata in vigore: 29 gennaio 2015

 

Il Contratto per l'utilizzo di PayPal Pro e della Soluzione di pagamento telefonico modificato è disponibile al di sotto della versione del Contratto attualmente in vigore cliccando qui oppure accedendovi tramite il link "Accordi legali" presente nel piè di pagina delle pagine del sito PayPal.

  1. Servizi di pagamento online con carta.

    Il Contratto coprirà ora l'uso da parte dell'Utente di qualunque servizio di pagamento con carta online, la cui nuova definizione è la seguente:

    Servizi di pagamento con carta online: la funzionalità fornita online da PayPal per consentire ai commercianti di ricevere i pagamenti direttamente dalla carta di un soggetto pagante (senza che il denaro passi attraverso il conto PayPal del soggetto pagante), senza che la carta sia registrata nel sito o in un altro punto vendita. I Servizi di pagamento con carta online sono integrati in prodotti quali PayPal Pro e la Soluzione di pagamento telefonico".

  2. Parità tra i metodi di pagamento.

    La sezione 1.3 è stata modificata per chiarire la necessità che i metodi di pagamento offerti in un sito debbano avere lo stesso risalto. La sezione 1.3 modificata ora stabilisce quanto segue:

    "Parità tra i metodi di pagamento. Nella visualizzazione delle opzioni di pagamento sul proprio sito, l'Utente deve mostrare i loghi di PayPal e delle Società emittenti carte di credito con pari dimensioni e risalto tra di essi e con quelli degli altri metodi di pagamento disponibili sul sito. L'Utente non deve mostrare una preferenza per un metodo di pagamento rispetto a un altro".

  3. Dati personali.

    La sezione 1.4 è stata modificata per chiarire l'importanza dell'Informativa sulla privacy di PayPal in merito all'uso dei Servizi di pagamento con carta online da parte dell'Utente e ora stabilisce quanto segue:

    "Dati personali. L'Utente conferma di aver letto, di acconsentire e di accettare l'Informativa sulla privacy di PayPal che spiega i dati raccolti sull'Utente e la sua attività online. In particolare, l'utente accetta e acconsente che PayPal possa ottenere da una terza parte la cronologia creditizia e i dati finanziari sulla propria capacità di rispettare gli obblighi previsti dal presente Contratto; l'Informativa sulla privacy di PayPal elenca le aziende coinvolte in tale scambio di informazioni correlate all'affidabilità creditizia. PayPal analizzerà il credito e altri fattori di rischio del conto dell'utente (storni e chargeback, reclami dei clienti, altri reclami, ecc.) su base continua e può anche analizzare il sito dell'utente e i prodotti venduti su di esso. PayPal memorizzerà, userà e divulgherà i dati sull'Utente nel rispetto dell'Informativa sulla privacy di PayPal".

  4. Conformità dell'Utente allo standard PCI DSS.

    La sezione 3.2 è stata modificata per chiarire gli obblighi dell'Utente in merito alla conformità allo standard PCI DSS e ora stabilisce quanto segue:

    "Conformità dell'Utente allo standard PCI DSS. L'utente accetta inoltre di conformarsi allo standard per la sicurezza dei dati PCI (PCI DSS). L'utente dovrà proteggere tutti i Dati relativi alle carte a sua disposizione in modo conforme allo standard PCI DSS, e dovrà inoltre progettare, mantenere e gestire il proprio sito web e altri sistemi in modo conforme allo standard PCI DSS. L'utente deve assicurarsi che il proprio personale sia sempre sufficientemente formato sullo standard PCI DSS per poterne applicare i requisiti. PayPal non è responsabile di eventuali costi sostenuti a garanzia della conformità allo standard PCI DSS".

  5. Conformità di PayPal allo standard PCI DSS.

    È stata inserita una nuova sezione 3.3 che illustra per intero gli obblighi di PayPal verso l'Utente in merito allo standard PCI DSS del proprio Prodotto. Tale sezione stabilisce quanto segue:

    "Conformità di PayPal allo standard PCI DSS. PayPal garantisce che PayPal e il Prodotto dell'Utente soddisfano e soddisferanno lo standard PCI DSS. Tuttavia, la conformità di PayPal e del Prodotto dell'Utente non sono sufficienti a raggiungere la conformità allo standard PCI DSS da parte dell'Utente e dei suoi sistemi e processi".

  6. 3D Secure.

    È stata inserita una nuova sezione 3.4 che illustra gli obblighi dell'Utente in merito all'implementazione di 3D Secure. Tale sezione stabilisce quanto segue:

    "3D Secure. La Banca Centrale Europea e le autorità bancarie che disciplinano PayPal richiedono l'uso di 3D Secure in alcune circostanze. Inoltre, l'Associazione delle società emittenti carte di credito può richiedere di ridurre il numero di transazioni con carta non autorizzate dal titolare della carta. PayPal può notificare all'utente la necessità di implementare 3D Secure per tutte o per alcune Transazioni con carta specifiche. L'Utente accetta di implementare 3D Secure se richiesto in tale notifica, se la società emittente di una particolare carta supporta 3D Secure per quella carta".

  7. Sono valide le Condizioni d'uso.

    La sezione 4.1 è stata modificata per chiarire il ruolo delle Condizioni d'uso nel presente Contratto e ora stabilisce quanto segue:

    "Si applicano le Condizioni d'uso. L'Utente riconosce e accetta che le Condizioni d'uso e non il presente Contratto rappresentano il "contratto di riferimento" tra l'Utente e PayPal, come definito nelle leggi che hanno assimilato la Direttiva sui servizi di pagamento (2007/64/CE). I termini definiti dalle Condizioni d'uso sono validi anche per l'utente e sono inclusi come riferimento al presente Contratto. La definizione di “Servizi” nelle Condizioni d'uso verrà modificata per includere il Prodotto dell'utente, mentre la definizione di “Contratto” includerà il presente Contratto. In caso di conflitti tra il presente Contratto e le Condizioni d'uso, il presente Contratto sostituisce le Condizioni d'uso, ma solo per quanto riguarda il conflitto specifico.  Se il presente Contratto e le Condizioni d'uso specificano entrambi il pagamento di una tariffa per la stessa operazione, verrà applicata la tariffa specificata nel presente Contratto piuttosto che quella specificata nelle Condizioni d'uso. Le Condizioni d'uso sono disponibili tramite un link nel piè di pagina delle pagine del sito PayPal. Le Condizioni d'uso includono clausole importanti in virtù delle quali:

    a. Viene permesso a PayPal di accantonare una riserva a garanzia del pagamento di chargeback, storni e tariffe da parte dell'Utente;

    b. L'Utente è obbligato a seguire le Regole sull'utilizzo consentito definite da PayPal per quanto riguarda l'uso di PayPal da parte dell'Utente;

    c. Viene garantita validità legale all'Informativa sulla privacy di PayPal. Tale informativa disciplina l'uso e la divulgazione da parte di PayPal dei dati dell'Utente e quelli degli Utenti condivisi; nonché

    d. Viene permesso a PayPal di limitare un pagamento oppure il conto PayPal dell'Utente nelle circostanze previste dalle Condizioni d'uso".
     
  8. Codici identificativi.

    La sezione 5.2 è stata modificata per chiarire l'uso dei codici identificativi e gli obblighi dell'Utente in merito a essi. Tale sezione stabilisce ora quanto segue:

    "Codici identificativi. PayPal può fornire all'utente determinati codici identificativi specifici. I codici identificano l'utente e ne autenticano messaggi e istruzioni a PayPal, incluse le istruzioni operative alle interfacce software PayPal. L'uso di tali codici potrebbe risultare necessario per l'elaborazione da parte del sistema PayPal delle istruzioni ottenute dall'utente o dal suo sito. L'utente deve conservare i codici al sicuro e proteggerli da divulgazione a soggetti che non ha autorizzato ad agire per proprio conto nelle transazioni con PayPal. L'utente accetta di adottare le ragionevoli misure protettive suggerite da PayPal al fine di salvaguardare la sicurezza di tali codici identificativi. Qualora non sia in grado di proteggere la sicurezza dei codici nei modi consigliati, l'utente dovrà tempestivamente comunicare tale situazione a PayPal in modo tale da consentire a PayPal di annullare e generare nuovamente i codici. PayPal può inoltre annullare e generare nuovamente i codici se ha motivo di credere che la loro sicurezza sia stata compromessa e dopo aver comunicato tale decisione all'Utente con un ragionevole preavviso".

  9. Proprietà dei dati e dei materiali di PayPal Pro.

    È stata inserita la nuova sezione 5.3 che dettaglia gli obblighi dell'Utente in merito all'uso dei dati e dei materiali da questi forniti tramite PayPal Pro. Tale sezione stabilisce quanto segue:

    "3. Proprietà dei dati e dei materiali di PayPal Pro. Nell'ambito dell'accesso e dell'uso da parte del Commerciante di PayPal Pro, il Commerciante riceverà determinati materiali e informazioni (i "Materiali Pro") che possono essere usati dal Commerciante per usare PayPal Pro. Tutti i diritti di proprietà intellettuale associati ai materiali di PayPal Pro rimangono di proprietà di PayPal o dell'Istituto rilevante che li acquisisce (in base al caso). Il Commerciante accetta di non concedere, trasferire, assegnare, vendere o rivendere (per intero o parzialmente) i Materiali Pro ad altri."

  10. Assenza di garanzia

    Il testo della sezione 5.3 è stato trasferito in una nuova sezione 8.2. Al termine di questo testo è stato aggiunto un ulteriore paragrafo che stabilisce quanto segue:

    "Assenza di garanzia. Il Prodotto e tutta la documentazione correlata vengono forniti all'utente “così come sono”. PayPal non fornisce né offre alcuna garanzia, espressa o implicita, ai sensi della legge, in relazione al Prodotto, al software concesso in licenza o alla documentazione utente fornita. Nulla di quanto fornito da PayPal in virtù del presente Contratto o altresì per il Prodotto è associato all'autorizzazione di PayPal di includere una garanzia, né nessun obbligo o nessuna responsabilità risulterà dal fatto che PayPal offra supporto tecnico, di programmazione o altro tipo di consulenza in relazione a qualsivoglia Prodotto, software concesso in licenza e documentazione utente fornita (inclusi, in via esemplificativa, i servizi a supporto dell'utente in relazione alla personalizzazione del Prodotto). PayPal consiglia all'Utente di sottoporre l'implementazione del Prodotto ad accurati test in quanto PayPal non si riterrà responsabile di eventuali perdite causate da difetti riscontrati nel Prodotto stesso.

    Se PayPal ospita il Prodotto dell'Utente (ovvero esegue il software per conto dell'Utente come servizio web), PayPal non garantisce l'accesso continuo, ininterrotto o sicuro al Prodotto ospitato. PayPal non sarà responsabile per eventuali ritardi o problemi con l'hosting del Prodotto. L'Utente riconosce che la disponibilità del proprio Prodotto potrebbe essere occasionalmente limitata per consentirne la riparazione, la manutenzione o l'introduzione di nuovi strumenti o servizi".

  11. Legge applicabile e foro competente

    La legge applicabile è stata modificata e ora il testo stabilisce quanto segue:

    "Legge inglese e foro competente. Il presente Contratto è disciplinato dalla legge inglese. Le parti accettano la giurisdizione non esclusiva dei tribunali di Inghilterra e Galles".

  12. Requisiti per la protezione dei dati

    L'allegato 1 (relativo ai Requisiti per la protezione dei dati) è stato modificato e stabilisce quanto segue:

    "Allegato 1

    Requisiti per la protezione dei dati

     

    PayPal Pro e la Soluzione di pagamento telefonico consentono di accettare i pagamenti online direttamente da carte di debito (bancomat) e da carte di credito, le quali sono strumenti di pagamento la cui sicurezza dipende dal controllo della divulgazione dei Dati delle carte. Una persona che dispone di Dati di una carta sufficienti può inviare o ricevere un pagamento con carta che verrà addebitato sul conto del titolare della carta senza che sia necessaria l'autorizzazione di tale titolare per il pagamento. Per evitare che i Dati delle carte dei Clienti condivisi vengano usati in modo errato, è necessario tenere tali dati sempre segreti. Le normative che hanno assimilato la Direttiva sulla protezione dei dati richiedono inoltre di tenere al sicuro i dati personali dei Clienti condivisi.

    PayPal consiglia vivamente di usare i servizi di un professionista esperto competente sulla sicurezza dei dati per ricevere assistenza su come rendere sicuri il proprio sito e altri punti vendita.

    Principi della sicurezza dei dati

    1. Progettazione e sviluppo. L'Utente deve progettare e sviluppare i propri Sistemi cruciali e tutti i processi legati ai pagamenti in modo che siano protetti da qualsiasi tipo di intrusione e interferenza da parte di persone non autorizzate. A tutti gli utilizzatori dei sistemi dell'Utente deve essere richiesta l'autenticazione ai Sistemi cruciali e tali Sistemi devono limitare l'accesso e i poteri degli utilizzatori. L'utente deve inoltre organizzare la propria attività in modo da separare le attività cruciali e creare controlli e punti di controllo nelle proprie operazioni piuttosto che assegnare troppo potere non controllato su sistemi operazioni a una sola persona. Non dare mai a un utente più potere su sistemi e processi di quanto non sia necessario per eseguire il lavoro che gli è stato assegnato.
    2. Protezione contro le intrusioni. È necessario dividere le proprie operazioni in due categorie di base, ovvero (1) funzioni disponibili a tutti gli utenti, inclusi quelli esterni all'organizzazione, e (2) funzioni disponibili solo a persone fidate all'interno dell'organizzazione. L'utente deve predisporre un firewall che blocchi gli utenti non affidabili dall'uso delle funzioni interne dei propri Sistemi cruciali. I web server e altre parti rivolte all'esterno dei propri Sistemi cruciali devono usare una tecnologia ben sviluppata e testata a fondo e rendere disponibili all'esterno solo le funzioni necessarie per i Clienti condivisi e altri utenti esterni. Rimuovere dai server rivolti all'esterno tutte le funzioni superflue per proteggerle (rafforzarle) e ridurne la vulnerabilità ad attacchi esterni.
    3. Controllo dell'accesso. I propri Sistemi cruciali devono limitare l'accesso ai Dati delle carte e ad altri dati personali o importanti solo alle persone fidate all'interno della propria organizzazione e tali persone non dovrebbero mai avere un accesso maggiore a tali dati di quanto non sia necessario per svolgere il loro lavoro. I sistemi devono tenere traccia e registrare qualunque accesso, uso, modifica e cancellazione dei Dati delle carte e altri dati personali o importanti in modo da avere uno registro di tutte queste operazioni. L'Utente deve inoltre limitare l'accesso ai Sistemi cruciali e alle risorse dalle quali dipende, quali reti, firewall e database.
    4. Dati minimi. Come principio generale, occorre ottenere e conservare solo i Dati delle carte e altri dati sensibili strettamente necessari. Conservare dati di carte e dati personali espone l'utente a un rischio di responsabilità, che può essere ridotto conservando un minor numero di dati.  Se vengono conservati i Dati di carte, analizzare bene se ciò sia realmente necessario: PayPal deve rimborsare un pagamento privo dell'autorizzazione del soggetto pagante e, se l'utente autorizza un pagamento successivo, in genere fornisce i dati della carta aggiornati, pertanto non è realmente necessario archiviare i Dati delle carte per uso futuro. I Dati delle carte che non si possiedono sono dati che non verranno divulgati in caso di violazione dei dati.
    5. Modifiche e attività di verifica. Fatta eccezione per i casi di emergenza, non modificare i Sistemi cruciali senza una pianificazione, un collaudo e una documentazione delle modifiche, a meno che la modifica non sia un'attività di routine, come aggiungere un utente, cambiare una password e aggiornare inventario e prezzi. Per modifiche di sistema importanti o quelle che possono incidere sulla sicurezza o sulla disponibilità dei Sistemi cruciali, le modifiche pianificate devono essere approvate da manager di alto livello piuttosto che dalle persone che le hanno pianificate. Implementare le modifiche pianificate nei propri sistemi di produzione solo dopo averle testate a fondo in un ambiente diverso dall'ambiente di produzione. Svolgere queste attività sotto la supervisione del proprio ufficio di gestione del rischio o di altri soggetti all'interno dell'azienda con responsabilità specifica per la loro perdita.
    6. Controlli. L'utente deve controllare le operazioni e la sicurezza dei propri Sistemi cruciali almeno una volta all'anno. Il controllo dei sistemi deve essere diverso dalle attività di controllo dei dati finanziari. L'Utente deve usare esperti fidati e indipendenti per il controllo dei propri Sistemi cruciali e, se gli esperti sono i propri dipendenti, deve assicurarne l'indipendenza proteggendo il loro lavoro da ritorsioni e isolandoli dall'attività di amministrare, gestire, modificare e testare i Sistemi cruciali.
    7. Outsourcing e controllo organizzativo. L'utente deve assicurarsi che tutti coloro che hanno accesso ai propri Sistemi cruciali o coloro che progettano, sviluppano, gestiscono, mantengono, modificano, testano e controllano i propri Sistemi cruciali soddisfino il presente Contratto e lo standard PCI DSS. L'utente ha la responsabilità di garantire la conformità anche se tali persone non sono propri dipendenti.
       
    Come comportarsi in caso di violazione dei dati
  1. Violazione dei dati. In caso di violazione dei dati, l'utente accetta di procedere nel seguente modo:

    a. Intraprendere qualunque operazione possibile per interrompere la Violazione dei dati e contenerne le conseguenze subito dopo aver scoperto la violazione.

    b. Comunicare al più presto a PayPal dopo aver scoperto la Violazione dei dati contattando il proprio account manager (se assegnato) oppure l'Assistenza clienti (i dettagli su come contattare PayPal sono disponibili nella pagina "Contattaci"). Se non è possibile simultaneamente fare quanto indicato nel punto (a) e inviare una notifica a PayPal, allora fare quanto indicato nel punto (a) e poi inviare una notifica a PayPal.

    c. Inviare una notifica a tutti i Clienti condivisi i cui Dati delle carte sono stati violati o che potrebbero essere stati violati, in modo che possano attivarsi per evitare che vengano usati in modo non corretto. L'utente accetta inoltre di completare la notifica immediatamente dopo aver eseguito quanto ai precedenti punti (a) e (b), di comunicare a PayPal l'avvenuta notifica e di fornire un elenco dei Clienti condivisi contattati. Se l'Utente non completa questo passaggio prontamente dopo la Violazione dei dati, PayPal può contattare i Clienti condivisi della Violazione dei dati dopo averli identificati dai record del conto PayPal dell'Utente di coloro che hanno pagato usando una carta.

    d. Se richiesto da PayPal, affidare a un esperto terzo indipendente, approvato da PayPal, il compito di svolgere un controllo della sicurezza dei propri Sistemi cruciali e di redigere un report in merito. L'utente accetta di operare in modo conforme alla richiesta PayPal a proprie spese ai sensi della presente clausola. L'utente deve fornire una copia del report redatto dall'esperto a PayPal e PayPal può fornire le relative copie alle banche (incluse, senza limitazioni, le Istituzioni finanziarie acquirenti) e alle Associazioni di istituti di credito coinvolte nell'elaborazione delle transazioni tramite carta per PayPal. Se l'utente non avvia un controllo della sicurezza entro 10 giorni lavorativi dalla richiesta di PayPal, PayPal ha facoltà di eseguire o richiedere tale controllo a spese dell'utente. Vedere inoltre l'Allegato 1 relativo ai controlli.

    e. Cooperare con PayPal e seguire tutte le istruzioni ragionevoli di PayPal per evitare o contenere le conseguenze di una Violazione dei dati, per migliorare i propri Sistemi cruciali in modo che soddisfino i requisiti del presente Contratto e per aiutare a prevenire violazioni future. Tuttavia, PayPal non richiederà all'Utente di fare di più di quanto non sia previsto dal presente Contratto, a meno che l'adozione di misure aggiuntive non sia ragionevole alla luce del rischio per i Clienti condivisi e delle prassi ottimali per la vendita online.

    f. Riprendere il normale funzionamento dei Sistemi cruciali solo dopo aver verificato in che modo la Violazione dei dati si è verificata e aver preso tutte le misure ragionevoli per eliminare le vulnerabilità che hanno permesso la Violazione dei dati o che potrebbero permettere altre violazioni dei dati;

    g. Segnalare la Violazione dei dati alle autorità competenti, cooperare in eventuali indagini e cooperare nei modi richiesti dalle autorità al fine di identificare e arrestare l'esecutore della Violazione dei dati.

    h. Non usare i Dati delle carte violati o modificati nel corso della violazione. Tuttavia, questa clausola non impedisce all'Utente di ottenere e usare nuovamente i Dati delle carte dei Clienti condivisi interessati dalla Violazione dei dati dopo che le vulnerabilità dei propri Sistemi cruciali sono state risolte come indicato al precedente punto (f).


    Protezione dei dati
  1. L'Utente come responsabile del trattamento dei dati. L'Utente conferma di essere il responsabile del trattamento dei dati (come definito nella Direttiva sulla protezione dei dati) per tutti i dati personali dei Clienti condivisi raccolti e memorizzati.
     
  2. Conformità dell'Utente alle normative sulla privacy europee. L'utente accetta di soddisfare tutte le leggi e le normative applicabili, incluse, senza limitazioni, le leggi del proprio Paese che hanno assimilato la Direttiva sulla protezione dei dati o sue modifiche successive e le regole o le linee guida dell'ente normativo per la protezione dei dati nel proprio Paese.

    Dati della carta e PCI DSS

  1. Conservazione dei Dati della carta. A meno che non si riceva e registri il consenso esplicito del titolare della carta, non è consentito conservare, tenere traccia, monitorare o salvare i Dati della carta. L'utente deve distruggere per intero e in modo sicuro tutti i Dati della carta in proprio possesso entro 24 ore dalla ricezione di una decisione di autorizzazione da parte della società emittente della carta per tali dati.

    Se l'Utente conserva i Dati della carta con il consenso del rispettivo titolare, potrà procedere in tal senso nella misura in cui tali dati risultano necessari per l'elaborazione delle transazioni di pagamento dell'Utente. L'utente non deve divulgare o distribuire a terzi i Dati relativi alle carte in suo possesso, nemmeno nell'ambito dello svolgimento delle proprie attività commerciali. Inoltre, e indipendentemente da altre dichiarazioni contrarie, l'Utente non deve mai conservare o divulgare i dati per l'identificazione e la procedura di verifica della carta stampati sullo spazio per la firma sul retro della carta (ovvero il codice CVV), anche se ha ottenuto il consenso dal titolare della carta.

  1. Dati delle carte da non conservare. Indipendentemente dalla clausola immediatamente precedente, l'utente accetta di non conservare il codice PIN, i dati dei Sistema di verifica indirizzo (AVS), il codice CVV oppure i dati ottenuti dalla banda magnetica o da altre funzioni di archiviazione digitale sulla carta (a meno che i dati non siano anche stampati o goffrati sulla parte anteriore della carta). Le Società emittenti carte di credito possono imporre delle sanzioni in caso di violazione di questa clausola, come previsto dalle norme delle Società emittenti di carte di credito. In questa clausola, "conservare" indica la conservazione in qualunque forma, digitale, elettronica, su carta o di altro tipo, ma non include l'acquisizione o il possesso temporaneo di dati durante l'elaborazione (ma non successivamente).
     
  2. Uso dei Dati della carta da parte del commerciante. L'Utente accetta di non usare o divulgare i Dati della carta se non allo scopo di ottenere l'autorizzazione da parte della società emittente della carta, completare e liquidare la Transazione tramite carta per la quale i Dati della carta sono stati forniti, insieme con la risoluzione di qualunque Chargeback o Contestazione per storno o problemi simili che riguardano le Transazioni tramite carta. Le normative bancarie richiedono a PayPal di rimborsare i pagamenti senza autorizzazione dell'utente, pertanto l'uso dei Dati della carta per eseguire una Transazione tramite carta deve essere autorizzato dal titolare della carta, altrimenti sarà soggetto a Storno.
     
  3. Archiviazione sicura e smaltimento dei Dati delle carte. L'Utente accetta di:

    a. stabilire e mantenere controlli sufficienti per limitare l'accesso a tutte le informazioni contenenti Dati delle carte;

    b. non vendere o divulgare a terzi eventuali Dati delle carte o altre informazioni ottenute in relazione a una transazione con carta;

    c. non trascrivere i Dati delle carte su un foglio o un dispositivo di archiviazione digitale portatile, quali dispositivi di memoria USB o dischi rimovibili;

    d. non riprodurre un'eventuale firma elettronica del titolare di una carta acquisita elettronicamente se non su richiesta specifica di PayPal; e

    e. distruggere i Dati delle carte distruggendo il supporto sul quale sono archiviati oppure cancellando o rendendo tali dati completamente e irreversibilmente incomprensibili e privi di significato.

    Se l'Utente cede la propria attività, i Dati delle carte e qualsiasi altra informazione sulle transazioni con carta non sono trasferibili ai sensi delle Norme dell'Associazione delle società emittenti carte di credito come asset dell'attività. In questi casi, l'utente accetta di fornire i Dati delle carte e i dati delle transazioni a PayPal, se richiesto. Se PayPal non richiede tali dati, l'Utente dovrà distruggerli al momento della cessione dell'attività.

  1. Controlli secondo lo standard PCI DSS. Se PayPal lo richiede, l'Utente accetta che un Perito per la sicurezza qualificato possa condurre un controllo della sicurezza dei propri sistemi, controlli e strutture e presentare un report a PayPal e alle Associazioni. L'utente accetta di cooperare appieno nello svolgimento del controllo e di fornire informazioni e accesso ai propri sistemi come richiesto per poter finalizzare tale controllo. L'utente accetta inoltre di sostenere le spese ragionevoli di questa attività di controllo. Qualora non sia possibile condurre tale controllo dopo una richiesta in tal senso da parte di PayPal, l'utente autorizza PayPal a svolgere tale operazione a spese del Commerciante. In caso contrario, PayPal può sospendere immediatamente l'uso del Prodotto dell'utente. L'Utente riceverà una copia del report del controllo. Anche PayPal dovrà riceverne una copia e dovrà fornirne una copia a qualsiasi Istituto di acquisizione o Società emittenti carte di credito che lo richiedono".

 

Modifiche alle Condizioni d'uso PayPal

Data di entrata in vigore: 17 giugno 2014

 

Si invita l'utente a leggere il presente documento.

Non è richiesta alcuna operazione per accettare le modifiche, in quanto entreranno automaticamente in vigore alla data riportata sopra. Se l'Utente decide di non accettarle, può inviarci una comunicazione prima della data riportata sopra per chiudere il proprio Conto (https://www.paypal.com/it/cgi-bin/?&cmd=_close-account) immediatamente e senza alcun costo aggiuntivo.

Ci auguriamo, tuttavia, che l'Utente continui a utilizzare PayPal e a usufruire dei seguenti vantaggi:

È sicuro

Quando paghi con PayPal, i tuoi dati finanziari non vengono mai comunicati ai venditori, per garantirti maggiore protezione contro le frodi.

È rapido

Non devi digitare i dati della carta ogni volta che paghi con PayPal, quindi la procedura di pagamento è più rapida. Inoltre, puoi ricevere gli oggetti eBay più velocemente, perché il venditore riceve il pagamento in tempo reale.

È semplice

PayPal è il sistema di pagamento online preferito in Italia perché è sicuro, rapido e facile da usare. Tutto ciò che serve è l'indirizzo email e la password.

Invitiamo l'utente a leggere le Condizioni d'uso attualmente in vigore.

Modifiche alle Condizioni d'uso PayPal

  1. PayPal come Metodo di accesso (Log in con PayPal)

    PayPal consente a determinate terze parti, con l'autorizzazione dell'Utente, di usare PayPal come mezzo per consentire all'Utente di accedere ai siti di tali terze parti o ad altri servizi online. È stata aggiunta la nuova sezione 2.4 per illustrare questa procedura e chiarire i diritti dell'Utente e gli obblighi della parte che offre PayPal come metodo di accesso. Tale sezione stabilisce quanto segue:

    "2.4 PayPal come metodo di accesso (Log in con PayPal). Se l'Utente sceglie di usare PayPal come metodo di accesso a siti esterni o ad app mobili, PayPal può condividere lo stato di accesso dell'utente con eventuali terze parti che offrono questo Servizio, oltre ai dati personali e ad altri dati del conto che l'utente accetta di condividere in modo che la terza parte possa riconoscerlo. PayPal non concede a tale terza parte l'accesso al Conto PayPal dell'Utente ed effettuerà i pagamenti dal Conto dell'Utente alla terza parte solo con la specifica autorizzazione dell'Utente.

    Se l'Utente offre tale servizio come metodo di accesso al proprio sito, app, ecc. per i conti dei clienti, è necessario accettare tutti i termini specifici applicabili quando questa funzionalità viene resa disponibile e soddisfare eventuali specifiche incluse nelle linee guida o nel manuale di integrazione. PayPal non garantisce né rappresenta in alcun modo l'identità di eventuali utilizzatori di questo metodo di accesso. PayPal non condividerà i dati personali o altri dati del conto dell'Utente (incluso lo stato di accesso) in proprio possesso a meno che l'Utente non abbia prestato il suo consenso alla divulgazione di tali dati."

  2. Metodi di pagamento

    La sezione 3.4 è stata modificata e ora include:

    1. un nuovo paragrafo che chiarisce che, quando si aggiunge una carta come metodo di pagamento, si concede a PayPal l'autorizzazione continua a utilizzare automaticamente tale carta come metodo di pagamento; e
    2. un nuovo paragrafo che indica come usare metodi di pagamento speciali (quali saldi e buoni regalo specifici di un commerciante).

    Di seguito sono riportati i nuovi paragrafi:

    "Carte come metodi di pagamento: aggiungendo una carta di credito, di debito (bancomat) o prepagata come metodo di pagamento, si concede a PayPal l'autorizzazione continua a utilizzare automaticamente tale carta per ottenere il denaro necessario quando questa viene usata come metodo di pagamento sulla base delle presenti Condizioni. Per revocare tale autorizzazione, è necessario rimuovere la carta come metodo di pagamento nel proprio Profilo PayPal.

    Metodi di pagamento speciali: alcuni pagamenti possono essere effettuati tramite Metodi di pagamento speciali collegati al conto dell'Utente, quali il saldo specifico, buoni regalo o altri metodi di pagamento promozionali di un venditore, il cui uso e la cui priorità sono soggetti a ulteriori Termini e condizioni tra l'Utente e PayPal ("Metodi di pagamento speciali"). La pagina Riepilogo del conto dell'Utente può riportare, come parte del saldo del conto complessivo, l'importo teorico disponibile nei Metodi di pagamento speciali per effettuare pagamenti idonei in un determinato momento."

  3. Metodi di pagamento preferiti in caso di pagamenti automatici

    La sezione 3.5b è stata modificata per chiarire l'uso dei Metodi di pagamento preferiti per i pagamenti automatici. La sezione 3.5b modificata ora stabilisce quanto segue:

    "3.5 Metodo di pagamento preferito. È possibile selezionare un metodo di pagamento preferito nei seguenti casi

    (…)

    1. Nel proprio Profilo > Pagamenti automatici. Se l'Utente imposta un pagamento automatico oppure ha autorizzato un commerciante o una terza parte a prelevare i pagamenti dal proprio conto PayPal, può selezionare un Metodo di pagamento preferito per tutti i pagamenti futuri a favore dello stesso commerciante o di un'altra terza parte. A tale scopo, l'utente deve accedere al proprio conto, cliccare l'icona Profilo, quindi "Pagamenti automatici" e selezionare i link per impostare un metodo di pagamento preferito (potrebbe essere denominato "di riserva"). In alternativa, verrà usato il Metodo di pagamento predefinito".

    ...

  4. Pagamenti avviati da terze parti (compresi i Pagamenti automatici).

    Il paragrafo della sezione 3.10 (Pagamenti avviati da terze parti - compresi i Pagamenti automatici) che definisce gli obblighi dei destinatari dei pagamenti di informare in anticipo il mittente del pagamento, ora stabilisce quanto segue:

    "3.10 Pagamenti avviati da terze parti (compresi i Pagamenti automatici). Un pagamento avviato da terze parti è un pagamento per il quale l'Utente autorizza anticipatamente una terza parte (ad esempio, un commerciante o un'app mobile fornita da un commerciante o eBay) a prelevare denaro dal proprio conto PayPal".

    Nella sezione 3.10 è stato aggiunto un paragrafo che definisce cosa accade quando l'Utente paga un commerciante tramite la funzionalità Shopping (Pagamenti nei negozi) disponibile nell'app PayPal Mobile. Il paragrafo aggiuntivo stabilisce quanto segue:

    "Se l'Utente usa la funzionalità Shopping (Pagamenti nei negozi) per effettuare pagamenti avviati da terze parti a favore di un altro utente (in genere un commerciante) che accetta i pagamenti tramite questa funzionalità, l'Utente può autorizzare tale terza parte selezionandola nella sezione Shopping. Se l'Utente autorizza tale terza parte, PayPal può limitare l'importo totale che la terza parte autorizzata può richiedere all'Utente in un determinato periodo di tempo, come determinato a nostra esclusiva discrezione."

  5. Annullamento dei pagamenti automatici

    È stato aggiunto un paragrafo nella sezione 3.11 per spiegare come revocare l'autorizzazione a un pagamento usando la funzionalità Shopping (Pagamenti nei negozi) nell'app PayPal. Il paragrafo aggiuntivo stabilisce quanto segue:

    "Se l'Utente utilizza la funzionalità Shopping (Pagamenti nei negozi) per autorizzare un pagamento avviato da una terza parte (in genere un commerciante) che accetta i pagamenti tramite questa funzionalità, è possibile revocare tale autorizzare solo seguendo i passaggi riportati nella sezione Shopping (Pagamenti nei negozi) dell'app PayPal".

  6. Ricezione di denaro

    All'inizio della sezione 4 è stata aggiunta una breve frase per chiarire le possibilità di ricevere denaro con PayPal:

    " PayPal potrebbe consentire a chiunque (con o senza un conto PayPal) di avviare un pagamento a favore del conto dell'Utente".

  7. Attività non consentite

    È stata aggiunta la nuova sezione 9.1. ah che identifica come attività non consentita un'attività che non soddisfa i requisiti obbligatori indicati nella nostra Guida all'integrazione o nelle Guide per programmatori. La nuova sezione 9.1. ah stabilisce quanto segue (presentata all'interno della disposizione principale):

    9.1 Attività non consentite. In relazione all'utilizzo del sito PayPal, del Conto o dei Servizi o durante le interazioni con PayPal, con altri utenti o terze parti, non è consentito:

    (…)

    ah. Integrare o usare i Servizi senza rispettare tutti i requisiti obbligatori comunicati all'Utente nella nostra Guida all'integrazione o nelle Guide per programmatori o in qualsiasi altra documentazione pubblicata di volta in volta da PayPal".

  8. Sicurezza dello strumento di pagamento

    La sezione 9.2 è stata integrata con le nuove sottosezioni 9.2.i e 9.2.j, le quali, in generale, richiedono all'Utente di mantenere aggiornati i dati personali nel proprio conto e di usare tutte le misure idonee per proteggere la sicurezza di eventuali dispositivi usati per accedere ai Servizi. Le nuove sezioni 9.2.i a e 9.2.j stabiliscono quanto segue (presentate all'interno della disposizione principale):

    " L'Utente accetta di effettuare le azioni riportate di seguito per preservare la sicurezza del proprio strumento di pagamento:

    (…)

    i. Mantenere aggiornati i dati personali nel proprio conto. PayPal può non essere in grado di rispondere all'Utente se questi ci contatta in merito al proprio conto da un indirizzo, numero di telefono o indirizzo email non registrato su PayPal.

    j. Attuare tutte le azioni idonee per proteggere la sicurezza del dispositivo elettronico personale con il quale l'Utente accede ai Servizi (inclusi, tra gli altri, l'uso di un dispositivo personalmente configurato con protezione tramite PIN e/o password per accedere ai Servizi e la non condivisione del dispositivo con altre persone)".

  9. Protezione acquisti PayPal

    È stata aggiunta la nuova sezione 13.3.c. per illustrare in che modo gli oggetti pagati usando determinate funzionalità PayPal "Point of sale" possono essere coperti dalla Protezione acquisti PayPal. La nuova sezione 13.3.c. stabilisce quanto segue:

    "c. Funzionalità Terminale di pagamento (POS) PayPal

    i. Se l'Utente usa una funzionalità Terminale di pagamento (POS) PayPal (inclusa la funzionalità Shopping (Pagamenti nei negozi )) di persona presso un punto vendita fisico (ad esempio, un negozio) per pagare (o accettare di pagare una fattura pro-forma ) un oggetto (qualificato come "Oggetto POS") dal proprio conto PayPal, PayPal consiglia, se possibile, di ispezionare l'oggetto POS presso il punto vendita fisico in presenza del destinatario del pagamento, per gestire immediatamente e direttamente con il destinatario del pagamento eventuali problemi.

    ii. È possibile aprire una contestazione indicando che l'oggetto POS è 'Notevolmente non conforme alla descrizione' solo se:

    a. L'oggetto POS non era stato reso disponibile per l'ispezione immediatamente prima di acquisirne il possesso fisico (ad esempio, l'Utente ha preso possesso dell'oggetto POS quando era nella confezione originale intatta e non richiudibile); e

    b. La condizione dell'oggetto POS come Notevolmente non conforme alla descrizione è risultata evidente solo quando l'Utente ha acquisito il possesso fisico dell'oggetto (ad esempio, l'oggetto POS è risultato Notevolmente non conforme alla descrizione all'apertura della confezione per la prima volta a casa).

    iii. È possibile aprire una contestazione indicando che l'oggetto POS rientra nella categoria (e potrà essere quindi gestito da noi come oggetto POS) "Oggetto non ricevuto" solo se:

    a. L'Utente si accorda con il destinatario del pagamento in forma scritta per ricevere l'oggetto POS in un momento e/o luogo diverso rispetto al punto vendita fisico; e

    b. Il destinatario del pagamento non ha messo a disposizione dell'Utente l'oggetto POS secondo gli accordi".

    La sezione 13.7 è stata aggiunta per chiarire l'ambito dell'eventuale responsabilità dell'Utente secondo la Protezione acquisti PayPal se questi è un destinatario del pagamento (ossia un venditore). La nuova sezione 13.7 stabilisce quanto segue:

    "13.7 Ambito della copertura

    Destinatari dei pagamenti: come destinatario del pagamento, l'Utente è responsabile nei confronti di PayPal in caso di risoluzione di un reclamo a favore dell'acquirente con un conto PayPal registrato in qualsiasi parte del mondo (o sulla base delle Regole sulla Protezione acquisti PayPal del Paese di registrazione del conto PayPal dell'acquirente o in altro modo). La protezione include, senza limitazioni, i casi in cui l'utente vende a un acquirente che è un utente del programma completo e che apre un reclamo SNAD. In questo caso, all'utente viene generalmente richiesto di accettare la restituzione dell'oggetto e di rimborsare all'acquirente il prezzo totale di acquisto più le spese di spedizione. L'utente non avrà diritto ad alcun rimborso per le tariffe PayPal. Se l'Utente perde un reclamo per articolo "Notevolmente non conforme alla descrizione" perché l'oggetto venduto è contraffatto, dovrà rimborsare per intero l'acquirente. L'oggetto non sarà restituito (verrà distrutto). Se l'Utente vende o commercializza i propri prodotti o servizi ad acquirenti di altri Paesi, dovrà leggere le Regole sulla Protezione acquisti PayPal dei Paesi in cui sono residenti gli acquirenti di destinazione (disponibili nella sezione "Accordi legali" nel piè di pagina delle pagine del sito PayPal), poiché tali Regole si applicano al proprio caso in quanto Destinatario del pagamento o venditore.

    È stato inoltre modificato il primo paragrafo della sezione 13.9.a (Che cosa si intende con oggetto Notevolmente non conforme alla descrizione (SNAD)) per chiarire la definizione di "Notevolmente non conforme alla descrizione". Il relativo paragrafo modificato della sezione 13.9.a stabilisce ora quanto segue:

    "Un oggetto è definito come Notevolmente non conforme alla descrizione se è materialmente diverso dall'ultima descrizione ricevuta dal Destinatario del pagamento prima del pagamento (che, solo per gli acquisti online, corrisponde alla descrizione del Destinatario del pagamento dell'oggetto nell'annuncio). Di seguito sono riportati alcuni esempi:

    …”

  10. Biglietti per eventi

    È stata aggiunta la nuova sezione 13.13 per informare gli acquirenti che, in alcuni casi, i proventi dei pagamenti effettuati ai Destinatari del pagamento per biglietti per eventi possono essere trattenuti a tutela dell'acquirente e a suo vantaggio, per assicurare che gli venga restituito il denaro tramite PayPal, sulla base di ulteriori condizioni, qualora l'evento non dovesse svolgersi nella data prevista. La nuova sezione 13.13 stabilisce quanto segue:

    "13.13 Biglietti per eventi

    In alcuni casi, se l'Utente acquista un biglietto o paga il diritto per partecipare a un evento ("Evento") tramite un Destinatario del pagamento che è titolare di un conto PayPal registrato nel Regno Unito, l'importo pagato verrà trattenuto da PayPal a tutela dell'Utente, in modo che l'interesse relativo a tale importo rimane all'acquirente fino allo svolgimento dell'Evento in questione."

  11. Definizioni

    La sezione 15 è stata modificata per includere i seguenti termini, nuovi o modificati, e le relative definizioni:

    aj. Per funzionalità "Shopping (Pagamenti nei negozi)" si intende la funzionalità Terminale di pagamento (POS) PayPal dell'app PayPal Mobile per dispositivi mobili che consente all'Utente di pagare un altro utente (in genere un commerciante) per beni e servizi presso un punto vendita fisico (ad esempio, un negozio), con la quale l'utente che effettua il pagamento seleziona e quindi autorizza l'atro utente (ossia il commerciante) a ricevere il pagamento.

    ak. Per "App PayPal Mobile" si intende l'applicazione per dispositivi mobili che consente a un utente di eseguire determinate transazioni con il conto PayPal usando quel dispositivo.

    al. Per funzionalità "Terminale di pagamento (POS) PayPal" si intende qualsiasi funzionalità fornita da PayPal usata solo presso un punto vendita fisico che consente all'Utente di ricevere il pagamento per beni e servizi sul proprio conto PayPal.

    aw. La definizione di "Oggetto POS" è riportata nella sezione 13.3.c.

    ax. Per " Storno" si intende un pagamento ricevuto dall'Utente che PayPal può restituire al mittente o a un'altra terza parte perché il pagamento: (a) è oggetto di richiesta di rimborso da parte dell'acquirente direttamente presso la sua banca; e/o (b) è stato rimosso dal saldo dell'Utente per un motivo diverso da un chargeback o un reclamo secondo la Protezione acquisti PayPal, inclusi i casi, senza limitazioni, in cui (i) il pagamento violi le nostre Regole sull'utilizzo consentito o abbiamo il sospetto che violi le nostre Regole sull'utilizzo consentito o in cui (ii) l'importo del pagamento non è stato autorizzato dal mittente con la relativa terza parte in relazione a un'autorizzazione di pagamento valida avviata da una terza parte (vedere la sezione 3.10); o in cui (iii) il pagamento è stato effettuato tramite un bonifico successivamente annullato per qualsiasi motivo e/o (c) è stato qualificato secondo il modello di rischio interno di PayPal come pagamento a rischio da annullare per limitare il relativo rischio. Il termine "Annullato" verrà interpretato di conseguenza".

  12. transazioni personali;

    La nota c. relativa alla definizione di "Transazione personale" nell'Allegato 1 - Tabella delle tariffe è stata modificata per riflettere le opzioni di pagamento delle tariffe disponibili ai mittenti e ai destinatari delle Transazioni personali (con il mittente che paga la tariffa di gestione per la Transazione personale per impostazione predefinita, il tutto soggetto a determinate eccezioni). Sono state apportate le corrispondenti modifiche al testo nelle Tabella delle tariffe per le transazioni personali internazionali. La nota c. modificata relativa alla definizione di "Transazione personale" stabilisce quanto segue (presentata nel contesto della disposizione principale):

    "Una Transazione personale prevede l'invio di denaro (dalla sezione "Invia denaro") a familiari e amici e la ricezione di denaro sul proprio conto PayPal proveniente da familiari e amici senza aver fatto un acquisto (ovvero il pagamento viene fatto non a fronte di beni o servizi). Se l'utente mette in vendita beni o servizi, non può chiedere all'acquirente di inviare un pagamento a titolo di transazione personale per l'acquisto. In tal caso, PayPal potrà annullare la possibilità di accettare pagamenti personali. Ricordare che :

    c. Se viene applicata una tariffa a una Transazione personale, per impostazione predefinita questa è a carico del mittente. In alcuni casi, però, alcune funzionalità potrebbero prevedere il pagamento della tariffa a carico del destinatario (ad esempio, quando questa funzionalità consente al mittente di decidere chi paga la tariffa). In alcuni casi, il mittente non può decidere e verrà richiesto a uno o l'altro di pagare la tariffa. Se l'Utente invia un pagamento per una Transazione personale dal sito o dall'applicazione di una terza parte (non PayPal), PayPal potrebbe consentire alla terza parte di determinare se la Tariffa per transazione personale è a carico del mittente o del destinatario. Questa informazione viene comunicata all'Utente dalla terza parte".

  13. Categorie di Paesi per il calcolo delle tariffe di gestione per i pagamenti internazionali

    Un elemento importante per determinare le tariffe di gestione per i pagamenti internazionali è la regione in cui è registrato il conto PayPal del mittente. Le regioni delle tariffe internazionali (e i relativi Paesi) sono indicate di seguito. Stiamo aggiungendo e chiarendo lo stato di determinati Paesi. Sono stati aggiunti Bielorussia, Georgia e Kosovo alla regione Europa II; è stato specificato lo stato di Macedonia e Moldova come membri della regione Europa II; è stato specificato lo stato di Monaco e Montenegro come membri della regione Europa I. Le regioni delle tariffe internazionali (e i relativi Paesi) sono le seguenti e sono state aggiornate nelle indicazioni della tariffa per le Transazioni personali e le Transazioni commerciali nell'Allegato 1 - Tabella delle tariffe:

    1. Europa settentrionale: Danimarca, Isole Faroer, Finlandia (incluse le isole Aland), Groenlandia, Islanda, Norvegia e Svezia.
    2. Europa I: Austria, Belgio, Cipro, Estonia, Francia (incluse Guiana francese, Guadalupa, Martinica, Reunion e Mayotte), Germania, Gibilterra, Grecia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Malta, Monaco, Montenegro, Paesi Bassi, Portogallo, San Marino, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Regno Unito (incluse le Isole della Manica e l'Isola di Man) e Città del Vaticano.
    3. Europa II: Albania, Andorra, Bielorussia, Bosnia ed Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Georgia, Ungheria, Kosovo, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Macedonia, Moldova, Polonia, Romania, Russia, Serbia, Svizzera, Turchia e Ucraina.
  14. Tariffa di rimborso delle transazioni commerciali

    Abbiamo aggiunto una nota sui rimborsi parziali nella sezione relativa alla tariffe di rimborso delle Transazioni commerciali nell'Allegato 1 - Tabella delle tariffe, che stabilisce quanto segue:

    "Tariffa di rimborso per transazioni commerciali

    Rimborsi completi

    Se l'Utente rimborsa completamente un pagamento per una transazione commerciale, PayPal tratterrà la parte fissa della Tariffa per transazione commerciale.

    Sul conto dell'acquirente verrà accreditato l'intero importo del pagamento della transazione commerciale.

    Sul conto dell'Utente verrà addebitato l'importo inizialmente accreditato sul conto dell'Utente per il pagamento della transazione commerciale e la parte fissa della Tariffa per transazione commerciale.

    Rimborsi parziali

    Se l'Utente emette un rimborso parziale di un pagamento di una transazione commerciale, PayPal manterrà una quota pro rata della tariffa fissa.

    Sul conto dell'acquirente verrà accreditato l'importo da rimborsare specificato dall'Utente.

    Sul conto dell'Utente verrà addebitata una quota proporzionale dell'importo inizialmente accreditato in relazione al pagamento della Transazione commerciale e una quota pro rata della parte della tariffa della Tariffa per transazione commerciale".

    ,,,

  15. Altre modifiche

    Alcune sezioni delle Condizioni d'uso PayPal sono state modificate per rendere più comprensibili i testi esistenti e correggere eventuali errori tipografici.

 

Modifica all'Informativa sulla privacy PayPal

Data di entrata in vigore: 14 maggio 2014

 

Modifica all'Informativa sulla privacy PayPal

  1. Dati raccolti

    Abbiamo modificato la sezione 3 per indicare ulteriori dati che possiamo richiedere quando si usano determinate funzionalità fornite da PayPal e per chiarire i tipi di dati relativi all'Utente e alla sua impresa che possiamo acquisire in merito a una transazione.

    Le parti modificate della sezione 3 stabiliscono quanto segue:

    "3. Dati raccolti

    Dati richiesti

    (…) Se l'Utente usa determinate funzionalità fornite da PayPal (quale il Terminale di pagamento (POS) PayPal disponibile nell'app per dispositivi mobili), PayPal può richiedergli di caricare una foto per poter usufruire di questi servizi specifici. Se PayPal consente all'Utente di collegare al proprio conto l'iscrizione a un programma di fidelizzazione idoneo, PayPal può richiedergli di fornire il relativo codice di iscrizione a tale programma.

  2. Uso e divulgazione dei dati da parte di PayPal

    Abbiamo aggiunto una nuova parte alla sezione 4, intitolata "Contenuti inseriti dall'Utente per la pubblicazione" (dopo il paragrafo "Usi interni"). Questo paragrafo descrive la licenza e i diritti riconosciuti dall'Utente a PayPal e a tutte le società affiliate di eBay Inc. per usare i contenuti inseriti per la pubblicazione usando i Servizi PayPal. Il nuovo paragrafo stabilisce quanto segue:

    "Contenuti inseriti dall'Utente per la pubblicazione

    Quando l'Utente fornisce o inserisce un contenuto [(per la pubblicazione online o offline)] usando i Servizi PayPal, riconosce a eBay Inc. e alla sue società affiliate e collegate (tra cui, senza limitazioni, PayPal) ("Gruppo eBay") il diritto non esclusivo, valido in tutto il mondo, perpetuo, irrevocabile, senza tariffe, sublicenziabile (tramite più livelli) di esercitare tutti i diritti di copyright, pubblicità, marchi e database e di proprietà intellettuale relativi ai contenuti dell'Utente e a qualsiasi supporto, al momento e nel futuro. Inoltre, nell'ambito massimo consentito dalla normativa applicabile, l'Utente rinuncia a ogni diritto morale e promette di non rivendicarli nei confronti del Gruppo eBay, delle società affiliate o altri aventi diritto. L'Utente dichiara e garantisce che nessuna delle seguenti attività rappresenta una violazione di diritti di proprietà intellettuale: riconoscimento del contenuto a PayPal, registrazione del contenuto usando i Servizi PayPal e uso da parte del Gruppo eBay di tale contenuto (inclusi i lavori da esso derivati) in relazione ai Servizi PayPal".

    La parte della sezione 4 dal titolo "Divulgazione di dati ad altri utenti PayPal" è stata modificata per chiarire le circostanze in cui PayPal può condividere determinati elementi dei dati degli utenti. Il segmento modificato di questa parte della sezione 4 ora stabilisce quanto segue (inserito nel contesto dell'intestazione della disposizione):

    "Divulgazione di dati ad altri clienti PayPal

    Se l'Utente sceglie di usare PayPal come Metodo di accesso (Log in con PayPal) a siti esterni o ad app mobili, PayPal può condividere lo stato di accesso dell'Utente con eventuali terze parti che offrono questo Servizio, oltre ai dati personali e ad altri dati del conto che l'Utente accetta di condividere in modo che la terza parte possa riconoscerlo. PayPal non concede a tale terza parte l'accesso al conto PayPal dell'Utente ed effettuerà i pagamenti dal conto dell'Utente alla terza parte solo con la specifica autorizzazione dell'Utente. L'Utente potrà accedere, visualizzare e controllare le impostazioni per qualsiasi dato condiviso con i commercianti dopo aver effettuato l'accesso al proprio conto PayPal.

    Se l'Utente collega al proprio conto nella nostra app per dispositivi mobili l'iscrizione a un programma di fidelizzazione idoneo, PayPal può condividerne il codice con i commercianti partecipanti al programma quando viene fatto un pagamento con PayPal. Se l'Utente rimuove il codice dal conto, questi dati non verranno più condivisi".

  3. Uso e divulgazione di dati da parte di PayPal - Divulgazione a terzi non utenti PayPal

    Il paragrafo d. della parte della sezione 4 "Divulgazione a terzi non utenti PayPal" è stato modificato per spiegare che se l'Utente ha acconsentito alla divulgazione dei propri dati a una terza parte indicata nella sezione 4, l'autorizzazione include anche gli aventi diritto e i successori della terza parte (ovvero un'altra parte che prende il posto della terza parte per l'esecuzione dei servizi per conto di PayPal). Il paragrafo d. modificato stabilisce quanto segue:

    "Divulgazione a terzi non utenti PayPal

    PayPal non venderà o cederà i dati personali dell'Utente a terze parti per finalità di marketing senza il suo esplicito consenso e comunicherà tali dati solo in circostanze limitate e per le finalità descritte nella presente Informativa. È incluso il trasferimento di dati in Stati non membri dello SEE. In modo specifico, l'Utente autorizza PayPal ad eseguire una o tutte le seguenti operazioni:

    (…)

    d. Divulgazione di dati alle "Categorie" di terze parti elencate nella tabella riportata di seguito. Lo scopo di tale divulgazione è consentire a PayPal di fornire i propri servizi agli utenti. Sotto ogni "Categoria" nella tabella riportata di seguito sono illustrati alcuni esempi, a titolo informativo, di terze parti (che possono includere anche aventi diritto e successori) a cui PayPal comunica attualmente i dati del conto, insieme alla relativa finalità, e i dati effettivamente divulgati (a meno che non diversamente stabilito, alle terze parti è fatto divieto per legge o in virtù di un contratto di usare i dati per scopi diversi da quelli per i quali vengono condivisi)".

    Come la maggior parte delle banche o dei fornitori di servizi finanziari o di pagamento, PayPal collabora con altri fornitori di servizi. Ci viene richiesto di divulgare periodicamente i dati degli utenti a tali enti per essere in grado di fornire i servizi richiesti. Questi fornitori di servizi offrono importanti funzioni che ci consentono di offrire un metodo di pagamento semplice, veloce e sicuro.

    In generale, le leggi del Lussemburgo che regolamentano la gestione dei dati degli utenti da parte di PayPal (protezione dei dati e segreto bancario) richiedono un livello di trasparenza più alto rispetto alla maggior parte delle leggi dell'Unione europea. Questo è il motivo per cui, a differenza della maggior parte dei fornitori di servizi Internet o finanziari nell'Unione europea, PayPal elenca nella propria Informativa sulla privacy tutti i fornitori di servizi terzi ai quali divulga i dati degli utenti, le finalità della divulgazione e il tipo di dati forniti.


    Il paragrafo d della parte "Divulgazione a terzi non utenti PayPal" della sezione 4 è stato modificato per consentire a PayPal di divulgare alcuni dati dei clienti PayPal ad altre terze parti oppure per scopi aggiuntivi rispetto a quelli riportati nella tabella che segue o per modificare l'ambito degli scopi e dei dati condivisi descritti nella stessa tabella.

    Categoria

    Nome della terza parte (giurisdizione tra parentesi)

    Finalità

    Dati divulgati

    Servizio di Assistenza clienti in outsourcing

    Attensity Europe GmbH

    Fornire ai clienti servizi relativi al contatto del cliente con PayPal sui canali dei social media.

    Dati forniti dal cliente tramite i canali di social media che possono comprendere nome, indirizzo, numero di telefono, indirizzi email, nomi utente nei social media, dati sui metodi di pagamento troncati e limitati o completi (a seconda del caso), date di scadenza dei metodi di pagamento, tipo di conto PayPal, documento di identità, saldo del conto e dettagli sulla transazione, estratti conto e report del cliente, corrispondenza del conto, dati di spedizione e informazioni promozionali.

    ePerformax Contact Centers & BPO (USA), Genpact International Inc. (USA)

    Fornire ai clienti servizi relativi ai pagamenti a livello globale.

    Nome, indirizzo, numero di telefono, indirizzi email, dati sul metodo di pagamento troncati e limitati o completi (a seconda dei casi), data di scadenza del metodo di pagamento, tipo di conto PayPal, documento di identità, saldo del conto e dati sulla transazione, affermazioni e segnalazioni degli utenti, corrispondenza intercorsa tramite il conto, dati relativi alla spedizione e informazioni promozionali.

    Agenzie di valutazione solvibilità e prevenzione frodi

    LexisNexis, LexisNexis Risk Solutions UK Limited (Regno Unito)

    Assistere nell'identificazione dei clienti

    Nome, indirizzo e data di nascita

    Zoot Deutschland GmbH (Germania), Zoot Enterprises Limited (Regno Unito)

    Elaborare le applicazioni tecniche e fornire un gateway di dati e documenti per la revisione dello stato del conto e scambiare i dati degli utenti con le agenzie di ricerca creditizia e per la prevenzione delle frodi. Anche aggregare dati provenienti da fonti interne ed esterne e fornire analisi statistiche dei dati per valutare il rischio di frode.

    Tutti i dati del conto e i documenti forniti dagli utenti, inclusi i dati usati per fornire identità e indirizzo. I dati possono anche includere gli indirizzi IP.

    MaxMind, Inc. (Stati Uniti)

    Rilevare le frodi.

    I dati divulgati a questo fornitore di servizi possono essere:
    • conservati allo scopo di controllare e prevenire le frodi;
    • usati allo scopo di ottimizzare i servizi di rilevazione delle frodi forniti a PayPal e ad altre terze parti; e
    • trasferiti al di fuori dell'Unione europea a livello globale.

    Tutti i dati del conto, l'indirizzo IP e i dati delle carte di credito.

    Future Route Ltd (Regno Unito)

    Eseguire l'analisi contabile dei dati degli utenti commerciali per una valutazione del rischio del credito in tempo reale.

    Nome, indirizzo, indirizzo email e data di nascita.

    Prodotti finanziari

    Total System Services, Inc. (Stati Uniti)

    Elaborare i pagamenti avviati dai commercianti e autorizzati dai clienti (inclusi i dati sull'addebito diretto ai clienti) per fornire servizi di elaborazione del conto/delle carte, registrare le transazioni, i pagamenti e gli altri dati dei clienti relativi a tali transazioni. Fornire servizi di call-center, emissione di carte e servizi di stampa di estratti conto.

    Nome, indirizzo, indirizzo email, data di nascita (se richiesta), tutti i dati del conto e i documenti forniti dal cliente, inclusi i dati richiesti per confermarne l'identità e l'indirizzo.

    Marketing e relazioni pubbliche

    Grayling Communications Limited (Regno Unito), Rock Communications (Italia), Fleisher (Israele), Clue PR (Polonia).

    Rispondere alle domande da parte dei media riguardo le richieste dei clienti.

    Nome, indirizzo e tutti i dati del conto dell'utente pertinenti alle domande dei clienti.

    Oracle America Inc. (Stati Uniti)

    Sviluppare, misurare e realizzare campagne di marketing.

    Nome, ragione sociale, indirizzo e numero di registrazione del commerciante, nome, occupazione, indirizzo email, numero di telefono della persona di contatto, URL del sito del commerciante, numero di conto PayPal, applicazioni terze usate dal commerciante e comportamento sul sito PayPal.

    Foule Access SAS (Francia)

    Memorizzare i dati di contatto del commerciante per le comunicazioni di marketing.

    Nome del commerciante, nome della persona di contatto, indirizzo, indirizzo email, numero di telefono, URL del sito web del commerciante.

    Appnexus, Inc. (Stati Uniti), BlueKai, Inc. (Stati Uniti), Conversant GMBH (Germania), Google Ireland, Ltd(Irlanda), DoubleClick Europe Ltd (Regno Unito).

    Realizzare campagne di re-targeting per offrire pubblicità personalizzate.

    ID anonimi generati da cookie, pixel tag o tecnologie simili usate all'interno delle pagine web

    Criteo SA (Francia)

    Realizzare campagne di re-targeting per offrire pubblicità personalizzate.

    ID anonimi generati da cookie, pixel tag o tecnologie simili usate all'interno delle pagine web e delle email inviate agli utenti.

    Linkedin Ireland Limited (Irlanda)

    Realizzare campagne di re-targeting per offrire pubblicità personalizzate.

    Indirizzo email crittografato associato agli utenti PayPal (senza indicare il rapporto con il conto).

    Conversant Inc. (Stati Uniti)

    Realizzare e misurare campagne di retargeting per identificare i visitatori e reindirizzarli a campagne pubblicitarie personalizzate.

    ID del conto PayPal (se applicabile) e ID del dispositivo usato da una persona specifica, contenuto degli annunci pubblicitari da fornire e segmentazione in un gruppo di utenti ai fini della pubblicità.

    StrikeAd UK Ltd. (Regno Unito), Ad-x Limited (Regno Unito)

    Eseguire e misurare le campagne di retargeting per segmentare gli utenti per le campagne di marketing PayPal Here.

    ID del cookie anonimo e ID del dispositivo per segmentare i gruppi di utenti per scopi di marketing.

    Fiksu, Inc. (Stati Uniti)

    Realizzare e misurare le campagne di retargeting per segmentare gli utenti per le campagne di marketing che coinvolgono le applicazioni PayPal per dispositivi mobili.

    ID del dispositivo usato per il sistema operativo iOS di Apple quando un utente installa un'applicazione, si registra per i Servizi PayPal, effettua l'accesso o una selezione oppure imposta l'immagine del profilo.

    Nanigans, Inc. (Stati Uniti)

    Realizzare campagne di re-targeting per offrire pubblicità personalizzate.

    ID pubblicitari associati ai dispositivi iOS Apple quando un utente installa un'applicazione, rilancia un'applicazione, si registra per i Servizi PayPal, effettua l'accesso o una selezione, controlla il saldo, salva un'offerta, completa una transazione, imposta l'immagine del profilo oppure modifica in altro modo il conto nell'applicazione o in relazione all'uso dell'applicazione.

    Facebook, Inc (Stati Uniti), Facebook Ireland Limited (Irlanda) e Twitter, Inc. (Stati Uniti)

    Rendere visibili le relative pubblicità agli utenti di Facebook e Twitter (a seconda del caso).

    Indirizzo email crittografato associato agli utenti PayPal (senza indicare il rapporto con il conto).

    Purepromoter Ltd t/a Pure360

    Inviare SMS relativi ai servizi e (in base alle opzioni selezionate) SMS promozionali agli utenti PayPal.

    Numero di cellulare, nome, indirizzo, indirizzo email, ragione sociale, dettagli di contatto dell'azienda, nome del dominio, stato del conto, tipo di conto, preferenze del conto, tipo e natura dei servizi PayPal offerti o usati e altri dati rilevanti delle transazioni e del conto.

    Servizi operativi

    Kanzlei Dr. Seegers, Dr. Frankenheim & Partner Lawyers (Germania, Austria, Svizzera), Akinika Debt Recovery Limited (Regno Unito), Capita Plc (Regno Unito), Compagnie Francaise du Recouvrement (Francia), Clarity Credit Management Solutions Limited (Regno Unito), eBay Europe Services SARL (Lussemburgo); EOS Solution Deutschland GmbH (Germania), EOS Aremas Belgium SA/NV (Belgio), EOS Nederland B.V. (Paesi Bassi), Arvato Infoscore GmbH (Germania), Infoscore Iberia (Spagna), SAS (Francia), Transcom WorldWide S.p.A. (Italia), Transcom Worldwide SAS (Tunisia), Intrum Justitia S.p.A. (Italia).

    Recupero crediti.

    Nome, indirizzo, numero di telefono, numero di conto, data di nascita, indirizzo email, tipo di conto, stato del conto, ultime quattro cifre del conto degli strumenti finanziari, sort code, saldo del conto, dettagli sulle transazioni del conto e responsabilità, nome del fornitore del metodo di pagamento e copia di tutta la corrispondenza in ogni caso relativa agli importi dovuti dall'Utente (o da un'altra persona) a PayPal.

    KSP Kanzlei Dr. Seegers (Germania), BFS Risk & Collection GmbH (Germania); HFG Hanseatische Inkasso- und Factoring-Gesellschaft (Germania), BFS Risk and Collection GmbH (Germania), Team 4 Collect (Spagna), Arvato Polska (Polonia), BCW Collections Ireland Ltd (Irlanda), S.C. Fire Credit S.R.L. (Romania), Gothia Financial Group AB (Svezia), Gothia AS (Svezia), Gothia A/S (Danimarca), Gothia Oy (Finlandia), Credit Solutions Ltd (Regno Unito).

    Recuperare crediti, gestire la reportistica per le agenzie di ricerca creditizia sui clienti morosi.

    Nome, indirizzo, numero di telefono, numero di conto, data di nascita, indirizzo email, tipo di conto, stato del conto, ultime quattro cifre del conto degli strumenti finanziari, sort code, saldo del conto, dettagli sulle transazioni del conto e responsabilità, nome del fornitore del metodo di pagamento, dati sui movimenti del conto e copia di tutta la corrispondenza (inclusa, senza limitazioni, quella relativa alla reportistica per le agenzie di ricerca creditizia) in ogni caso relativa agli importi dovuti dall'Utente (o da un'altra persona) a PayPal.

    Begbies Traynor Group plc (Regno Unito), Moore Stephens LLP (Regno Unito), Moore Stephens Ltd (Regno Unito), Moore Stephens International Ltd (Regno Unito), Moorhead James LLP (Regno Unito), Comas Srl (Italia), RBS RoeverBroennerSusat GmbH & Co. KG (Germania), LLC Elitaudit (Russia), National Recovery Service (Russia).

    Indagare (incluse, senza limitazioni, le ispezioni sui beni e/o sulla sede e/o sull'azienda) e/o recuperare (e/o assistere con il recupero) debiti da clienti potenzialmente o effettivamente insolventi.

    Nome, indirizzo, numero di telefono, numero di conto, data di nascita, indirizzo email, tipo di conto, stato del conto, ultime quattro cifre del conto degli strumenti finanziari, sort code, saldo del conto, dettagli sulle transazioni del conto e responsabilità, nome del fornitore del metodo di pagamento e copia di tutta la corrispondenza, in ogni caso relativa agli importi dovuti dall'Utente (o da un'altra persona) a PayPal.

    Hanseatische Inkasso-Treuhand GmbH (Germania)

    Recuperare e gestire crediti e aiutare i team di recupero crediti nel caso di clienti insolventi

    Nome, indirizzo, numero di telefono, numero di conto, indirizzo email, tipo di conto, stato del conto, ultime quattro cifre del conto dello strumento finanziario, Sort Code e nome del fornitore del metodo di pagamento, saldo del conto, data e importo dell'ultimo pagamento e risultati delle verifiche dell'affidabilità creditizia

    Zoot Deutschland GmbH (Germania), Zoot Enterprises Limited (Regno Unito)

    Elaborare le applicazioni tecniche e fornire un gateway di dati e documenti per la revisione dello stato del conto e scambiare i dati degli utenti con le agenzie di ricerca creditizia e per la prevenzione delle frodi.

    Tutti i dati del conto e i documenti forniti dai clienti come prova di identità e indirizzo.

    Interxion Datacenters B.V.

    Fornire supporto alle attività dei centri dati per prodotti di credito con fatturazione sicura.

    Tutti i dati del conto e i dettagli transazione (se applicabile).

  4. Altre modifiche

    Alcune sezioni dell'Informativa sulla privacy PayPal sono state modificate per rendere più comprensibili i testi esistenti e correggere eventuali errori tipografici.