Aggiornamenti delle regole

 

>> Vedi tutti gli accordi legali

>> Vedi gli aggiornamenti delle regole precedenti

Aggiornamenti delle regole

 

In questa pagina si anticipano agli utenti eventuali modifiche che verranno apportate al servizio PayPal, alle Condizioni d'uso o ad altri accordi legali. Oltre agli aggiornamenti delle regole, si pubblicano le relative date di entrata in vigore. Per gli aggiornamenti precedenti, consultare la pagina "Precedenti aggiornamenti delle regole".

 

Notifica di modifica agli Accordi legali PayPal

Data di pubblicazione: 16 agosto 2016 (per le date di entrata in vigore, vedere ogni singolo accordo riportato di seguito)

 

Si invita l'utente a leggere il presente documento.

 

PayPal ha apportato alcune modifiche agli accordi legali che disciplinano il rapporto con l'utente. 

 

Al fine di acquisire familiarità con le future modifiche, si consiglia di leggere con attenzione il presente avviso.

 

Non sono richieste operazioni per accettare le modifiche, poiché queste entreranno automaticamente in vigore alle date sotto indicate. Qualora l'utente decida di non accettare le modifiche apportate, potrà inviare una comunicazione a PayPal entro la data riportata sopra per chiudere il proprio conto (https://www.paypal.com/it/cgi-bin/?&cmd=_close-account) immediatamente e senza costi aggiuntivi.

 

Ci auguriamo, tuttavia, che l'Utente continui a utilizzare PayPal e a usufruire dei seguenti vantaggi:

 

È rapido

 

Non devi digitare i dati della carta ogni volta che paghi con PayPal, quindi la procedura di pagamento è più rapida.

 

È semplice

 

PayPal è il sistema di pagamento online preferito in Italia perché è sicuro, rapido e facile da usare. Tutto ciò che serve è il tuo indirizzo email e la password.

 

Si invita l'utente a consultare gli Accordi legali attualmente in vigore
 


Notifica di modifica alle Condizioni d'uso Paypal

Data di entrata in vigore: 19 novembre 2016

 

Le Condizioni d'uso modificate sono disponibili al di sotto della versione delle Condizioni attualmente in vigore cliccando qui oppure cliccando il link "Accordi legali" nel piè di pagina delle pagine del sito PayPal.

 

  1. Proprietà intellettuale

 

Verrà aggiunto un nuovo paragrafo alla sezione 1.3 (Proprietà intellettuale) per le aziende che usano PayPal. Il nuovo paragrafo descrive la licenza riconosciuta dall'utente a PayPal e alle società del gruppo PayPal per l'uso della sua ragione sociale, dei suoi marchi commerciali e dei suoi loghi per mostrare informazioni sulla sua attività, i suoi prodotti e suoi servizi. Il nuovo paragrafo della sezione 1.3 stabilisce quanto segue:

 

"L'utente concede al gruppo PayPal il diritto di usare e riportare in tutto il mondo la ragione sociale, i marchi commerciali e i loghi della sua azienda sul sito PayPal e sulle applicazioni mobili e online allo scopo di mostrare informazioni sulla sua attività, i suoi prodotti e i suoi servizi."

 

 

  1. Disincentivo all'uso

 

PayPal ha modificato la sezione 4.4 (Disincentivo all'uso) per descrivere gli standard che le aziende devono adottare presso i loro punti vendita per quanto riguarda l'uso di PayPal da parte dei loro clienti. La sezione 4.4 stabilisce ora quanto segue (le modifiche sono sottolineate):

 

"4.4 Disincentivo all'uso .

 

Nelle comunicazioni ai clienti o in altre comunicazioni pubbliche, l'utente accetta di non qualificare negativamente o denigrare PayPal come soluzione di pagamento.

 

In tutti i suoi punti vendita (in qualunque forma):

 

  1. l'utente non dissuaderà o impedirà ai suoi clienti di utilizzare PayPal; e
  2. nel caso in cui consenta ai clienti di pagare con PayPal, dovrà trattare il marchio PayPal almeno alla pari degli altri metodi di pagamento offerti.

 

PayPal non incoraggia l'applicazione di un sovrapprezzo perché è una pratica commerciale che può penalizzare il consumatore e creare confusione inutile, frustrazione e abbandono al momento del pagamento. L'utente accetta di applicare un sovraprezzo per l'uso di PayPal solo se è consentito dalla normativa applicabile. L'utente accetta inoltre che, se dovesse applicare un sovraprezzo a un acquirente, sarà compito dell'utente e non di PayPal informare l'acquirente dell'importo richiesto. PayPal non si assume alcuna responsabilità nei confronti degli acquirenti qualora l'utente non li abbia informati circa l'eventuale sovraprezzo. Il mancato rispetto delle disposizioni precedenti costituisce una violazione del presente Contratto e dà diritto a PayPal di risolvere il Contratto sulla base di quanto indicato nella sezione 10.3."

 

  1. Compensazione dei saldi

 

La sezione 5.4 (Compensazione dei saldi) è stata modificata per chiarire che PayPal può dedurre tariffe, costi o altri importi dovuti al gruppo PayPal per i servizi forniti da qualsiasi saldo del conto PayPal di proprietà o controllato dall'utente. La sezione 5.4 ora stabilisce quanto segue (le modifiche sono sottolineate):

 

"5.4 Compensazione dei saldi. L'utente accetta che PayPal possa compensare qualsiasi importo presente sui conti di proprietà o controllati dall'utente con qualsiasi tariffa, costo o altro importo dovuto a PayPal e (a meno che non sia vietato dalla disciplina concorsuale) con qualsiasi importo dovuto dall'utente ad altre società del gruppo PayPal (inclusi i casi, senza limitazioni, di importi relativi ai servizi forniti da qualsiasi organizzazione del gruppo PayPal). Per sintetizzare, tale diritto consente a PayPal di compensare le tariffe, i costi e gli altri importo indicati in questa sezione dal saldo di un conto PayPal di proprietà o controllato dall'utente."

 

  1. Trasferimento di denaro in valute diverse

 

La sezione 6.4 (Trasferimento di denaro in valute diverse) è stata modificata per chiarire che le tariffe della conversione di valuta verranno applicate ai trasferimenti di fondi da saldi in valuta diversa dalla valuta locale. Le modifiche inoltre indicano come possano essere applicate alcune tariffe e determinate misure di conversione di valuta per i trasferimenti su alcune carte di credito (se tale funzionalità è disponibile) usate per la transazione. La sezione 6.4 ora stabilisce quanto segue (le modifiche sono sottolineate):

 

"6.4 Trasferimento di denaro in valute diverse. Se il saldo include più valute, l'utente potrà trasferire denaro scegliendo una qualsiasi di queste, tuttavia, se non altrimenti concordato, il trasferimento avverrà nella valuta locale. Valuta Se il trasferimento viene effettuato da un conto con una valuta diversa da quella locale, verranno applicate le tariffe di conversione di valuta indicate nell'Allegato 1 delle presenti Condizioni d'uso. Se l'utente è in grado di effettuare un trasferimento usando la sua carta MasterCard o Visa, potrebbe essere applicata la tariffa indicata nell'Allegato 1 delle presenti Condizioni d'uso. Il trasferimento potrebbe essere effettuato nella valuta locale a seconda se PayPal sia in grado o meno di eseguire la transazione nella valuta base della carta."

 

 

  1. Protezione vendite PayPal

 

La Sezione 11.10.a è stata modificata per indicare che ai seguenti oggetti/transazioni/pratiche non potrà mai essere applicata la protezione vendite PayPal, se non altrimenti concordato in forma scritta con PayPal:

 

1. Oggetti equivalenti ai contanti (inclusi, senza limitazioni, gli oggetti di valore predefinito, come carte regalo e carte prepagate);

2. Pagamenti effettuati per prodotti finanziari e investimenti; e

  1. Donazioni.

 

La sezione 11.10.a ora stabilisce quanto segue (all'interno della sezione 11.10 con le parole aggiunte sottolineate):

 

"11.10 Quali sono alcuni esempi di oggetti/transazioni/pratiche non idonei alla Protezione vendite?

 

a. Oggetti non tangibili, licenze per beni e servizi digitali. Sebbene PayPal, a sua propria discrezione, possa rendere idonei determinati beni non tangibili, licenze per beni e/o servizi digitali di tanto in tanto, se non altrimenti concordato in forma scritta con PayPal, i seguenti casi rimarranno sempre non idonei:

 

  1. Oggetti equivalenti ai contanti (inclusi, senza limitazioni, oggetti di valore predefinito, come carte regalo e carte prepagate).

 

  1. Pagamenti per investimenti e prodotti finanziari.

 

  1. Donazioni."

 

  1. Protezione acquisti PayPal

 

La sezione 13 è stata modificata per includere gli aggiornamenti alle Regole della Protezione acquisti PayPal:

 

  1. i seguenti tipi di transazioni sono ora esclusi dalla copertura della protezione acquisti PayPal (la sezione 13.3 è stata modificata di conseguenza):

 

  1. acquisti di qualunque interesse in un'attività (inclusi, senza limitazioni, oggetti o servizi che facciano parte di un'azienda o acquisizione aziendale);
  2. acquisti di veicoli (inclusi, senza limitazioni, veicoli a motore, motociclette, caravan, aeroplani e imbarcazioni), fatta eccezione per veicoli leggeri personalmente portatili usati per scopi ricreativi come biciclette e monopattini a motore;
  3. pagamenti su piattaforme di crowdfunding e/o crowdlending;
  4. acquisti di oggetti equivalenti ai contanti (inclusi, senza limitazioni, oggetti di valore predefinito, come carte regalo e carte prepagate);
  5. scommesse, giochi e/o attività che danno la possibilità di vincere un premio;
  6. pagamenti per investimenti e prodotti finanziari;
  7. pagamenti a favore di enti statali, fatta eccezione per le imprese statali;
  8. donazioni; e
  9. acquisti di oggetti ritirati di persona dall'utente oppure ritirati da altri a nome dell'utente (anche presso un punto vendita) e che l'utente indica come non ricevuti;

 

  1. alle transazioni pagate a rate può ora applicarsi la Protezione acquisti PayPal, secondo quanto disposto nella parte rimanente delle Condizioni d'uso PayPal (la sezione 13.2a è stata modifica di conseguenza);

 

  1. tutti gli acquirenti ora devono attendere almeno 7 giorni dalla data del pagamento per inoltrare una controversia per un acquisto indicato come Non ricevuto (NR), a meno che non diversamente specificato da PayPal (la sezione 13.5b è stata modifica di conseguenza); e

 

 

Le sezioni 13.3 e 13.5 ora stabiliscono quanto segue (con le parole aggiunte sottolineate):

 

"

13.3 Quali sono i tipi di pagamento idonei a ricevere un rimborso in base alla Protezione acquisti PayPal?

Gli acquisti della maggior parte di merci e servizi sono idonei (compresi biglietti di viaggio e beni intangibili come i diritti di accesso a contenuti digitali e altre licenze), fatta eccezione per le seguenti transazioni:

 

  • acquisti di qualunque interesse in attività;

 

  • acquisti di veicoli (inclusi, senza limitazioni, veicoli a motore, motociclette, caravan, aeroplani e imbarcazioni), fatta eccezione per veicoli leggeri personalmente portatili usati per scopi ricreativi come biciclette e monopattini a motore;

 

  • pagamenti su piattaforme di crowdfunding e/o crowdlending;

 

  • acquisti di oggetti personalizzati (a meno che non vengano indicati come non ricevuti);

 

  • acquisti di beni e servizi vietati in base alle Regole sull'utilizzo consentito di PayPal;

 

  • acquisti di macchinari industriali utilizzati nella produzione;

 

  • acquisti di apparecchiature per ufficio o fabbrica;

 

  • acquisti di oggetti equivalenti ai contanti (inclusi, senza limitazioni, oggetti di valore predefinito, come carte regalo e carte prepagate)

 

  • acquisti di beni e servizi tramite Zong, Pagamenti avanzati su sito web o Soluzione di pagamento telefonico (se disponibili);

 

  • transazioni personali;

 

  • scommesse, giochi e/o attività che danno la possibilità di vincere un premio;

 

  • pagamenti per investimenti e prodotti finanziari;

 

  • pagamenti a favore di enti statali, fatta eccezione per le imprese statali;

 

  • donazioni;

 

  • acquisti di oggetti ritirati di persona dall'utente oppure ritirati da altri a nome dell'utente (anche presso un punto vendita) e che l'utente indica come non ricevuti.

 

13.5 Come posso risolvere il problema?

Se non è possibile risolvere la contestazione direttamente con il venditore, sarà necessario andare al Centro risoluzioni e seguire l'apposita procedura descritta di seguito:

 

a. Aprire una contestazione

Aprire una contestazione entro 180 giorni dalla data di invio del pagamento per l'oggetto da contestare. PayPal può decidere di non accettare una Contestazione relativa all'oggetto in questione e aperta dopo la data di scadenza del suddetto periodo (tenerlo presente se si accetta una data di consegna con il venditore successiva alla scadenza del periodo).

 

b. Convertire la contestazione in reclamo

Se l'acquirente e il venditore non riescono a raggiungere un accordo, è necessario convertire la contestazione in un reclamo entro 20 giorni dalla data di apertura della contestazione. È responsabilità dell'utente verificare e rispettare i limiti di tempo indicati nella presente sezione. L'utente deve attendere almeno 7 giorni dalla data del pagamento per convertire una contestazione per oggetto non ricevuto (INR), se non diversamente concordato con PayPal. Se la contestazione non viene convertita in reclamo entro 20 giorni, PayPal chiuderà la contestazione e l'acquirente perderà l'idoneità per il pagamento in base ai termini della Protezione acquisti PayPal. L'utente può modificare un reclamo dopo averlo inviato solo se intende aggiungere ulteriori informazioni o se intende cambiare la motivazione della contestazione o del reclamo da "Oggetto non ricevuto" a "Notevolmente non conforme alla descrizione" (purché in relazione ad un pagamento unico). In caso contrario, non sarà possibile modificare o cambiare il reclamo dopo averlo presentato.

 

c. Risposta tempestiva alle richieste di informazioni ricevute da PayPal

Nel corso dell'esame del reclamo, PayPal può richiedere all'utente di fornire la documentazione a sostegno della propria posizione. Potrà venire richiesto di fornire ricevute, valutazioni di terzi, verbali di polizia o altro specificato da PayPal.

 

d. Risposta tempestiva alle richieste di spedizione di PayPal

Per i reclami "Notevolmente non conforme alla descrizione" (SNAD), PayPal può richiedere all'utente di rispedire l'oggetto al venditore a un indirizzo ricevuto da PayPal durante la revisione del reclamo o a PayPal o a una terza parte a proprie spese e di fornire la Prova di avvenuta consegna. I requisiti della Prova di avvenuta consegna sono delineati nella precedente sezione 11.9. Adottare tutte le precauzioni del caso per ridurre il rischio di danni durante la nuova spedizione. PayPal potrà anche richiedere di distruggere l'oggetto e di fornire prova dell'avvenuta distruzione.

 

  1. Tariffe - Turchia

 

Purtroppo PayPal non offrirà più i propri servizi agli utenti residenti in Turchia. Pertanto tutti i riferimenti a tariffe per pagamenti a favore di e da utenti turchi e/o espressi in lire turche sono stati rimossi dalle Condizioni d'uso di PayPal.

 

  1. Tariffe - Pagamenti a titolo di transazione personale e conti registrati in Brasile

 

L'Allegato 1 (Tabella delle tariffe) è stato modificato per chiarire che i conti registrati in Brasile non possono essere usati per inviare o ricevere pagamenti a titolo di transazione personale. Non è pertanto possibile inviare pagamenti a titolo di transazione personale a conti registrati in Brasile. La sezione 4.2.2. dell'Allegato 1 (Tabella delle tariffe) è stata modificata di conseguenza come segue (inserita nel contesto con le parole base, con i termini aggiunti sottolineati):

 

"A4.2 Una "transazione personale" prevede l'invio di denaro (dalla sezione "Amici e familiari" cliccando "Invia denaro") a familiari e amici e la ricezione di denaro sul proprio conto PayPal proveniente da familiari e amici senza effettuare una transazione commerciale (ovvero il pagamento non avviene a fronte dell'acquisto di beni o servizi o dell'esecuzione di altre transazioni commerciali).

 

Se l'utente effettua una transazione commerciale (ad esempio la vendita di beni o servizi), non può chiedere all'acquirente di inviare un pagamento a titolo di transazione personale per l'acquisto. In tal caso, PayPal potrà annullare la possibilità di accettare pagamenti personali. Si prega inoltre di ricordare che:

 

 

A4.2.2 I conti registrati in Brasile e India non possono essere usati per inviare o ricevere pagamenti a titolo di transazione personale. Non è pertanto possibile inviare pagamenti a titolo di transazione personale a conti registrati in Brasile o India; e

 

…"

 

Altre conseguenti modifiche sono state apportate alla sezione A1.2 dell'Allegato 1 (Tabella delle tariffe)).

 

 

  1. Tariffe fisse per la ricezione di pagamenti per transazioni commerciali

 

La tariffa fissa per la ricezione di pagamenti per transazioni commerciali in real brasiliani (BRL) aumenterà da 0,40 a 0,60 BRL. La relativa voce nella tabella delle tariffe fisse nella sezione A4.6 dell'Allegato 1 (Tabella delle tariffe) (inserita nel contesto delle intestazioni della colonna) ora stabilisce quanto segue:

 

Valuta:

Tariffa:

Real brasiliano:

0,60 BRL

 

  1. Altre modifiche

 

Alcune sezioni delle Condizioni d'uso PayPal sono state modificate per rendere più comprensibili i testi esistenti (in particolare, la sezione 13 (Protezione acquisti PayPal) e l'Allegato 1 (Tabella delle tariffe)) e correggere eventuali errori tipografici.